©2014 VICE Media LLC

    The VICE Channels

      Anonymous vuole distruggere "l'uomo più odiato di internet"

      December 6, 2012

      Vi ricordate di quella volta che ho intervistato Hunter Moore, il re della porno-vendetta e l’autodefinitosi “uomo più odiato di internet”? Be’, a breve il karma potrebbe fargli visita per dargli un bel calcio nel culo. Un paio di giorni fa, infatti, Anonymous ha annunciato che lancerà  l’operazione #OpHuntHunter contro il fondatore di IsAnyoneUp.com, che, per chi ancora non ne fosse a conoscenza, era un sito dove uomini tristi potevano pubblicare immagini di ex fidanzate in atteggiamenti intimi.

      Recentemente, in un’intervista a Betabeat, Hunter ha anticipato il lancio di un nuovo sito che avrebbe mostrato non solo immagini di donne nude, ma anche i loro indirizzi. In seguito ha fatto marcia indietro—si sarebbe infatti trattato di una “semi bugia”, che aveva detto perché era “ubriaco” e  aveva “sniffato” durante l’intervista. Ieri, parlando con l'Huffington Post, ha confermato di aver solo pianificato di pubblicare quegli indirizzi. 

      È in risposta a questi commenti che Anonymous sarebbe entrato in azione, diffondendo dettagliate informazioni su Moore via PasteBin. Il fatto è che a lui non importa un bel niente, e ha risposto alla minaccia incoraggiando Anonymous ad attaccare i suoi siti.

      Entrambe le parti sembrano pronte a darsi battaglia, ma chi si aggiudicherà la vittoria? Ho parlato con l’Anon che conduce la caccia ad Hunter Moore per scoprire quale sia il loro piano.

      VICE: Ciao Kyanonymous, hai ottenuto molto sostegno dalla comunità Anon nell’operazione contro Hunter Moore?
      Kyanonymous: I sostenitori sono in aumento. Tuttavia Anonymous è un collettivo di individui con punti di vista differenti, quindi alcuni appoggiano l’impresa, altri no—ma la maggior parte non è d’accordo, e la maggioranza vince.

      Capisco. Quindi hai dovuto lavorare a lungo a questo progetto, per ottenere sostegno?
      No, Anonymous lavora così. Se per te la libertà dall’oppressione è importante, vuoi combattere per essa e lo fai in modo del tutto anonimo, allora sei un Anonymous. Io e @jackherer20 abbiamo creato il video e il file contenente tutti i dati personali di Hunter in un formato facile da usare, e da lì l'operazione ha preso il volo. 

      Quindi, qual è il piano? DDOSare i suoi siti? O forse hackerarlo?
      Non possiamo discutere dei dettagli del piano, sarebbe come camminare in mezzo ad un branco di zombie urlando “Cibo!” Sono sicuro che capirai.

      Penso di sì. Potresti darci una cronologia? Quando dovremmo aspettarci l'inizio dell'attacco?
      Questo è il bello, Mr. Moore può aspettarsi che le cose comincino in qualsiasi momento. Ci sono delle talpe nella sua squadra, e finché i suoi siti di porno-vendetta e altri che lo imitano non cesseranno di esistere, l'operazione andrà avanti.

      Considerate le informazioni di cui sei in possesso, sai se ha fatto qualcosa per difendere i suoi siti dall’attacco?
      Ha una conoscenza basilare di html, al massimo. E forse paga qualcuno per gestire i suoi server. Per la maggior parte è un sistema amatoriale.

      Pensi che stia prendendo seriamente la minaccia?
      Ci ha risposto direttamente, ma il problema con Moore è che non prende niente sul serio. Penso sia dovuto alla mancanza di affetto e alla dipendenza dalla cocaina.

      Spesso Anonymous e altri gruppi prendono dettagli personali e li diffondono su PasteBin. In questo caso qual è la differenza tra lui e gli Anon?
      Si chiama d0xing, e la differenza è che noi d0xiamo il colpevole, gli facciamo sentire il sapore della loro stessa medicina. Anche le persone che mettono online le foto altrui sono di nostro interesse. La vittima non può essere punita per tutta la vita, solo perché ha commesso l’errore di fidarsi di qualcuno.

      Ma in passato Anonymous ha pubblicato dati relativi agli account Paypal, e loro sono persone innocenti, no?
      No, abbiamo rilasciato informazioni riguardanti Paypal per il fatto che hanno bloccato illegalmente i finanziamenti ad Assange e Wikileaks. Io stesso sono un utente Paypal, quelli di eBay sono amici. Non sono d’accordo con la censura forzata delle verità, e nemmeno tutti gli altri Anon.

      Va bene. Pensi che colpire le persone che pubblicano le foto scoraggerà altri dal farlo?
      Sì, e abbiamo un file anche per Andrew Meyers, che ha fondato Isanyoneback.com. La cosa non riguarda solo Hunter, ma lui è il nostro obiettivo principale.

      A parte i suoi siti internet, ha altri beni che potreste colpire?
      Non possiamo rivelare questa informazione, ma ci stiamo lavorando.

      Okaypenso non ci resti che aspettare.


      Leggi anche:

      Abbiamo intervistato l'uomo più odiato di Internet

       

      -

      Tag: Hunter Moore, Anonymous

      Commenti