Cocktail casalinghi

Di Clive Martin

Siete troppo scemi per capire come usare Silk Road e il cane vi ha mangiato di nuovo tutta l'erba. Cosa potete fare? Be', in un mondo di sani fareste quello che hanno fatto intere generazioni di ragazzini stupidi e annoiati e andreste verso l'armadietto delle medicine. Un po' di Valium e un bicchiere di sciroppo al paracetamolo non hanno mai fatto male a nessuno, no?

Certo che no, ma non c'e divertimento se ci si sfascia senza un po' di sana vecchia esplorazione. Il LA Times ci informa che fiumi di bambini hanno invaso gli ospedali californiani dopo aver ingurgitato del disinfettante per le mani. Pare che non faccia molto bene, e che abbia effetti collaterali che variano dalla diarrea e dalla perdita temporanea della memoria a breve termine, alla cecità e a danni irreversibili agli organi. E se credete si tratti della tipica stupidità degli americani, pensate che in Gran Bretagna sono allo studio provvedimenti per aumentare il prezzo degli alcolici. Presto ubriacarsi diventerà un lusso, e non un modo per tirare avanti ogni giorno.

Temendo il peggio, mi sono industriato in una piccola ricerca su google e ho scoperto un po' di roba che, se fossi matto, potrei tracannare alla prossima festa in casa nel caso in frigo fossero rimasti solo un po' di sedano, hummus scaduto e della birraccia.

DISCLAIMER PER GLI IDIOTI: NON BEVETE DAVVERO NESSUNO DI QUESTI COCKTAIL. IO HO SOLO FATTO DEI PICCOLISSIMI SORSI, E VOI NON SIETE FORTI COME ME.



Mojito al collutorio

Ingredienti:

350 ml di collutorio Listerine
12 foglie di menta
1 cucchiaio di zucchero
230 ml di succo di lime
700 ml di acqua frizzante o di Seltz
ghiaccio tritato

Per prima cosa ho scrupolosamente posizionato le foglie di menta sul fondo del bicchiere. Per qualche ragione, se ci mettete meno di mezz'ora a prepararlo, il vostro mojito non sarà così buono. Poi ho aggiunto il ghiaccio tritato, una buona dose di Listerine, un po' di zucchero, un po' di succo di lime, e ho shakerato tutto come se fossi un vero barista e in ballo ci fosse la mia mancia. Poi ci ho spruzzato un po' di soda e ho aggiunto altra menta, come se già non sapesse abbastanza di rimedio contro l'alitosi.

Com'era?

Vi ricordate che la mamma da bambini vi diceva sempre di non ingoiare il collutorio, anche se quel gusto alla menta rinfrescante vi invitava a farlo? E non ve lo diceva perché fosse velenoso (be', un po' lo è), ma perché non voleva che vi ubriacaste (contiene il 26,9 percento di alcol, come un gin molto forte). È vero, un articolo dell'Emergency Medical Journal afferma che bere il collutorio potrebbe (potrebbe) portare a “acidosi metaboliche acute, sindrome da disfunzione multiorgano e morte,” il che suona molto brutto, ma si tratta delle stesse persone che dicono che il Jack Daniel's va bevuto “responsabilmente”. Nella mia testa ero già lì a immaginare come potesse prendere piede la cosa, con gente che sorseggia questa roba verde d'estate, seduta a un tavolino, come una Crème de menthe del ghetto.

Update: Sono passati tre giorni e ancora ho in bocca il sapore del mojito. Pensavo fosse doveroso dirvelo.
 

Martini sporco alle salviettine per bambini 

Ingredienti:

1 confezione di salviettine per bambini Johnson & Johnson
1 cucchiaio di vermut secco
2 cucchiai di salamoia di olive
2 olive
un po' d'acqua e di ghiaccio

Non fatevi scoraggiare dal nome, la parola “sporco” è dovuta alla salamoia. Per prima cosa ho inserito una salviettina nel bicchiere con la salamoia, in una versione antisettica del tovagliolo nel calice di vino. Poi ho messo un cubetto di ghiaccio in un bicchiere, con un po' d'acqua, e l'ho lasciato in freezer per due-tre minuti. Nel mentre ho messo in un mixer il resto degli ingredienti e gli ho fatto fare un po' di su e giù. Ho tolto il bicchiere dal freezer, ci ho versato il liquido, ed ecco qui!

Com'era?

Da bambino una volta sono andato in una piscina pubblica in cui avevano versato accidentalmente troppo cloro. Sono passato dritto per tutto lo spogliatoio e mi ci sono tuffato, senza notare tutti i bambini che tremavano e vomitavano, consolati dai loro genitori in ansia ai bordi della piscina. Quando me ne sono accorto ero a bocca aperta, e ho ingoiato un po' dell'acqua schifosa. Questo cocktail aveva pressapoco lo stesso sapore, con in più una nota salata nauseante. Credo che il Mar Morto abbia lo stesso gusto.

Detto questo, bevetene un po' e vi distruggerete totalmente. Alcune marche di salviettine contengono il 60 percento di alcol, che è come bere due bottiglie di whisky insieme. Ecco perché i bambini piangono così tanto: si ubriacano attraverso il contatto con le salviette.
 

Ben-alcol

Ingredienti:

1 confezione di Benagol
1 lattina di Sprite

Va bene, le Benagol non sono esattamente il farmaco preferito degli amanti della codeina, ma senza passare per il medico non ci sono molte altre possibilità. Ogni pastiglia di questo tipo contiene alcol, quindi le ho tritate sul fondo di un bicchiere, ci ho versato della Sprite e ho lasciato decantare. Non sarà molto alcolico, ma nemmeno la Stella Artois  lo è, eppure la gente si ubriaca con quella.

Com'era?

Buono, a dire la verità. Sembrava uno di quei soft drink che si trovano solo in America. Le Benagol danno un sapore più caldo e profondo alla solita bontà della Sprite. 
 



Axe Colada

Ingredienti:

470 ml di succo d'ananas freddo
1 lattina di Axe Africa (se non lo trovate va bene anche Inca, ma non Atlantis)
100 ml di latte di cocco
2 cucchiai di zucchero di canna fine
200 ml di ghiaccio tritato
altro ghiaccio tritato 

La Pina Colada è un drink molto buono da preparare, ma caro—a meno che non siate disposti a ingurgitare i preparati tropicali. È il rum bianco che alza il prezzo. Comunque, se avete un budget limitato, questo cocktail rimpiazza il Bacardi con il gusto aromatico (ma potente) dell'Axe Africa. Nessuno sa esattamente cosa ci sia dentro, ma sembra funzionare. E poi, se ha un buon profumo avrà anche un buon sapore, no? Ho semplicemente messo tutti gli ingredienti in un frullatore e l'ho servito col ghiaccio tritato. 

Com'era?

Purtroppo, l'Axe Colada non mi ha fatto fare un trip allucinogeno fino in Congo. E ha anche un sapore tremendo, più simile a qualcosa che si ingerirebbe per sbaglio in un centro per i test sugli animali. Il succo d'ananas e il latte di cocco non hanno aiutato; aggiungono un gusto dolce che inganna, e dopo poco ti senti come un fachiro che a metà dell'opera si mette a ridere e ingoia un po' di liquido infiammabile. Ecco cosa succede quando cerchi di bere le ascelle.
 



Mini Guinness di crema per le mani

Ingredienti

1 tubetto di crema per le mani
1 bottiglia di Jaegermeister

Sì, è così, potete ringiovanire e distruggere la vostra pelle con lo stesso strumento. In questi cosi c'è abbastanza roba da stendere una squadra di rugby, ma chissà perché non riesco a trovare testimonianze di chi l'ha bevuto. Forse gli ubriaconi macho tracanna-schifezze non vogliono passare per metrosexual. Ragazzi, non vergognatevi: siamo nel ventunesimo secolo!

Comunque, una mini-guinness è un cocktail che sembra una piccola pinta della famosa birra scura. La gente usa il liquore Kahlua per dare l'impressione della schiuma, ma io proverò con la Nivea.

Com'era?

Dio mio, una schifezza. Non sembrava per niente una mini-Guinness, a partire dall'aspetto. Anche il gusto era schifoso: odio lo Jaegermeister, e il sapore amaro della crema peggiorava le cose.

Di solito uno shot di Jaeger lo si manda giù nell'apparato digestivo prima che la lingua abbia il tempo di sentirne il sapore. Ho immediatamente sputato questa robaccia, ma il gusto mi è rimasto in bocca per secoli.

La cosa positiva è che varia dai cinque ai dieci gradi, quindi non dovrete nascondervi dai famigliari quando tornerete a casa, ed è perfetto se volete buttare giù qualcosa di leggero nel pomeriggio. Ho detto leggero? Intendevo ripugnante.


Antigelo rosso

Ingredienti:

1 bottiglia di antigelo
1 confezione di succo di mirtillo rosso
1 confezione di succo di pompelmo
ghiaccio tritato

“Ma l'antigelo non è velenoso?” Sento già le vostre lamentele. La mia risposta è: “Non credete a tutto quello che leggete.” L'antigelo è un buono, tanto che negli anni Ottanta un gruppo di viticoltori austriaci ha deciso di includerlo nella ricetta del Riesling. Sì, ok, sono finiti in prigione, ma nell'ultra regolata Unione Europea chi non ci è mai finito? Io sì.

Quando l'ho preparato, il cocktail sembrava invitante, era del colore del mare che si vede solo nelle brochure dei viaggi alle Seychelles. Al posto delle due confezioni di succhi ho usato il mix già pronto, ma fa lo stesso.

Com'era?

E come cazzo credete che fosse? Non ne ho idea, mica mi bevo l'antigelo.

Ecco, spero apprezzerete lo sforzo, anche se lo ribadisco: NON PROVATE NESSUNO DI QUESTI COCKTAIL A CASA, perché non voglio finire in prigione (ancora).


Segui Clive su Twitter: @thugclive

 

Commenta