©2014 VICE Media LLC

    The VICE Channels

      Paghereste 30 sterline per vedere Gangnam Style dal vivo?

      November 12, 2012

      Di Aleks Eror, foto di Sal Maxuda

      Era una notte fredda e immensamente miserabile. La gente stava in fila da ore, sgomitando per un posto migliore nella consapevolezza che da un momento all'altro qualcuno più in alto di loro per il solo fatto di possedere una penna e una portablocco avrebbe potuto spingerli indietro. Non era la scena di un seggio elettorale del New Jersey martoriato da Sandy—testimonianza del saldo spirito democratico della nazione—ma una strada lercia vicino a Picadilly Circus, dove la superstar coreana Psy stava facendo pagare la gente 37 euro per vederlo interpretare dal vivo una canzone che il resto del mondo ha già visto almeno 700 milioni di volte.

      Ho deciso di mettermi in fila per capire come quell’unica performance di “Gangnam Style” giustificasse una spesa che potrebbe benissimo essere impiegata per comprare un video game usato o per fare serata. Oh, e ho anche fatto fare a tutti la mossa “Mobot”, perché a quanto pare anche quella va molto forte quest'anno.

      Non so come fare quella cosa panoramica con una macchina fotografica, ma credetemi, la fila era molto, molto più lunga di questa. Immagino che 30 sterline (37 euro) non siano poi così tanti se garantiscono un posticino da dove per fare capolino nella ressa per tre minuti e mezzo e vedere un uomo dimenarsi sull’ultima canzone dance.

      Ecco alcune di quelle persone.

      Rebecka, 18 e Josefine, 19, Svezia

      VICE: Allora ragazze, cosa vi ha portato qua stasera?
      Rebecka: Vogliamo assolutamente vedere il tizio Gangnam.
      Josefine: Sì, lui! Vogliamo vederlo! 
       
      Perché ci tenete così tanto a vederlo?
      Perché il video è super famoso, tutti lo guardano su Youtube... e noi lo vedremo dal vivo!
       
      Immaginate che non abbia visto "Gangnam Style", potete spiegarmelo?
      Rebecka: Non so bene di cosa tratti. Cioè, abbiamo letto il testo, ma credo che la cosa importante sia il ballo. Il ballo è troppo divertente. 
       
      Mi fate vedere il balletto?
      Josefine: No, io non posso farlo. Sembra di quasi di cavalcare un cavallo.
       
      Qual è la canzone di Psy che ti piace di più dopo "Gangnam Style"?
      Credo che abbia fatto solo quella, no?
      Rebecka: No, ne ha fatte altre, ma io non ne conosco nessuna. Siamo venute qua solo perché lui è molto famoso e il balletto è divertente.
       
      Oh. Quindi rimanete solo per i quattro minuti della canzone e poi ve ne andate?
      Josefine: No—ci ubriachiamo anche!
       
      Ok! Divertitevi.
       

      Tchengiz, 18, Kingston.

      Perché sei qui stasera?
      Tchengiz: Be', c’è Psy, no? Dovevo essere qui. È il suo primo concerto europeo.
       
      È un giorno che ricorderai per il resto della tua vita?
      Oh, certamente. Lo racconterò ai miei figli e ai miei nipoti. Ho sentito parlare di lui subito dopo l'uscita di "Gangnam Style". Probabilmente sono stato fra i primi due milioni di persone a vedere il suo video. Sono indie, non mi interessa che tutti gli altri lo seguano, anche se—più siamo e meglio è.
       
      Credi che "Gangnam Style" potrebbe essere un incentivo per un profondo cambio sociale?
      
Be', la musica sicuramente unisce le persone. Anche io sono un musicista, lo so per esperienza personale. La sua canzone ha fatto incontrare molta gente.
       
      Io credevo che "Gangnam Style" avesse qualcosa a che fare con le gang.
      Cosa? Come coltelli e crimine? Penso che Gangnam sia una strada o una città a Tokyo o in Corea, no? Nella Corea non comunista.
       
      Hai fatto centro.
       

      Provolone 1 e Provolone 2.

      Cos’è che ti piace così tanto del "Gangnam Style"?
      P1: Mi piace perché è una parodia—lo vedi per il modo in cui scherza con il pop coreano e la sua stessa cultura. È molto sociologico. Ha ovviamente una grande mente. Ho visto certe sue interviste e non capisco il coreano, ma il timbro di voce e la sua persona sembrano molto ben costruite, come se venisse da un luogo molto erudito.  
       
      Quindi è riuscito a colpirti superando anche la barriera linguistica?
      
Sì, c’è una sorta di serietà nella sua persona che ti fa riflettere. 
       
      È questa la chiave del suo successo?

      P2: No, credo che quello dipenda dal fatto che si è diffuso molto velocemente. Un sacco di persone lo hanno visto e hanno pensato “che figata”. È un video divertente. Nessuno aveva fatto qualcosa di simile prima—il fatto di prendere in giro la tua stessa gente, sai.
       
      Non sono proprio sicuro che sia vero, ma va bene lo stesso. Credi che sarebbe stato considerato razzista se questo video l’avesse fatto qualcun altro?
      L'autore avrebbe dovuto conoscere bene il pop coreano.

      P1: Ma non è solo per il K-pop; riguarda quello che io definirei una zona super-borghese di una città: Gangnam.

      P2: Come Kensington della Corea del Sud ?

      P1: Sì, esatto. Prende in giro lo stile di vita delle donne che vivono nella loro piccolo bolla di sapone in una parte molto ricca della città. 
       
      La cosa del cavallo è su questo?
      
Certo, sì. Ironizza sulle donne che cavalcano in città come passatempo. 
       
      Grazie per avermelo spiegato.
       

      Ciao, Joe. Cosa ci fai qua?

      Joe, 22, Colombia: Sono qua per le ragazze, per la musica e per bere, nel tentativo di dimenticare che domani ho lezione alle 9 di mattina. Dio, sarà durissima. Oh, e ovviamente per Psy, sono un grande fan.
       
      Cosa ti piace così tanto di lui?
      
"Gangnam Style": si veste con classe, balla in modo ridicolo.
       
      Ok. Cosa sai su Psy?
      
Ho visto delle interviste, be' non proprio interviste—è arrivato, ha fatto il balletto e se ne è andato. Si tratta di questo, alla fine.
       
      Preferiresti rimorchiare o fare una foto con Psy?
      
Oh, questa è tosta. Posso imbroccare tutte le sere, scelgo la foto con Psy.
       
      Apprezzo molto la tua modestia.
       

      Maria, 31 (in fondo a destra) Mosca, 32 (alla sua sinistra) e Rob, 32 (alla sua sinistra), Russia.

      Qual è la tua cosa preferita di "Gangnam Style"?
      Rob: La parte migliore del video è quella in cui lui cammina nel vecchio magazzino abbandonato e gli gettano panna montata sul viso mentre rimane calmo e composto. Anche quando la ragazza dice, “Che cazzo è questo?” e lo lasciano nella versione ufficiale del video. Roba da pazzi.
      Maria: Credo che quello facesse parte del piano.
      Rob: Sì, lo so, ma l’ho visto e l’ho trovato molto divertente. Ho dato un’occhiata alla traduzione ed era interessante. Forse sto parafrasando, ma credo che riguardi una ragazza che è molto sexy anche se è più vestita di quelle ragazze che mostrano tutto. 

      Psy sta millantando valori conservatori?
      Se sì, probabilmente perderà le prossime elezioni americane [risata  isterica].

      Psy avrebbe votato per Romney?
      Qualcosa mi dice che un tizio che fa esplodere la roba nel suo video, che si ricopre di panna montata e tutto il resto, sia più democratico che repubblicano.

      Oh, davvero? Credevo che I repubblicani amassero far esplodere le cose.

      Da sinistra a destra: Holly, 18, Gabz, 24, Naomi, 20 e Annabelle, 19, Londra.

      Perché siete qua?
      Holly: Amiamo il ballo di Psy. È pazzo, no?
       
      Quindi vi piace perché è un moderno fenomeno da baraccone che puoi guardare comodamente dal cesso di casa tua? 
      Tutte: Sì!
      Annabelle: Ha anche un bello stile.
      
Holly: Si, ma non è che sia proprio bello, no?
       
      Andreste a un afterparty con lui se vi invitasse?
      
Magari se ci fossero anche altre persone, ma non con lui da solo, non credo.

      Naomi: Non se è una festa nelle sue mutande.

      Gabz: Be', se avesse il "Gangnam Style", probabilmente ci andremmo.
       
      Ha decisamente il "Gangnam Style". Lui stesso ha scritto e canta regolarmente "Gangnam Style".
       

      -

      Tag: Gangnam Style

      Commenti