©2014 VICE Media LLC

    The VICE Channels

      Notizie del dopo-sbornia

      August 5, 2013

      Di Redazione

      Vittorie contestabili
      ROBERT MUGABE HA VINTO UN'ALTRA VOLTA LE ELEZIONI 
      Sembra che in Zimbabwe non ne abbiano ancora abbastanza



      (Foto via)

      (via)

      Robert Mugabe—presidente di lunga data dello Zimbabwe, omofobo e occasionale oppositore dei diritti umani—ha vinto le elezioni presidenziali, assicurandosi il paese per altri cinque anni.

      Come spesso accade quando Mugabe vince le elezioni (ovvero dal 1980), da più parti sono stati sollevati sospetti di brogli a favore dell'89enne, mentre il suo principale oppositore, Morgan Tsvangirai, non ha riconosciuto la vittoria definendola fraudolenta.

      E non è l’unico; l'Alto rappresentante dell'Unione Europea per gli affari esteri, Catherine Ashton, ha rilasciato una dichiarazione in cui si legge, “L’UE è preoccupata per le sospette irregolarità e le notizie riguardanti una partecipazione incompleta, così come per l'evidente fragilità del processo elettorale e la mancanza di trasparenza."

      Ciononostante, secondo gli osservatori ufficiali le elezioni sono state eque e credibili, lasciando Mugabe libero di prendere il potere ancora una volta.
       

      Chiamata alle armi
      SILVIO BERLUSCONI HA RIUNITO I SUOI
      Dopo la sentenza della Cassazione e il "rischio di guerra civile" annunciato da Bondi, ecco il comizio
       
       
      Dopo la sentenza di giovedì, Berlusconi ha riunito i suoi—500, 1000 o 1.500 a seconda della fonte—in via del Plebiscito a Roma e ha dichiarato: 1) che lui è innocente perché lo dice "'guardando il pubblico negli occhi", 2) che i magistrati sono solo degli impiegati e 3) che non ha intenzione di mollare. 
       
      Intanto le azzurre Santanchè, Comi, Ravetto e Biancofiore pensano alla successione e puntano tutto su Marina Berlusconi, che sabato prossimo farà 47 anni, e secondo la Biancofiore, potrebbe essere "la Renzi, molto più seria, preparata ed affidabile del centrodestra." Ma l'azienda, poi?

       

      Strette di mano
      TOSI HA CHIESTO SCUSA ALLA KYENGE PER LE OFFESE LEGHISTE


      (via)

      Il sindaco di Verona Flavio Tosi ha approfittato dell'Africa Summer School e ha chiesto scusa al ministro dell'Integrazione Kyenge per le parole del suo partito. È successo domenica a Verona, ed è stato uno dei primi veri chiarimenti dopo le parole di Calderoli e i botta e risposta che ne sono seguiti.
       
       
       
      Processo al pensionato
      JAMES “WITHEY” BULGER HA DEFINITO IL PROPRIO PROCESSO “UNA FARSA” E NON TESTIMONIERÀ
      L’83enne sostiene di non aver avuto un giusto processo e vuole che tutti credano abbia ricevuto l’immunità
       


      Una foto segnaletica di James "Whitey" Bulger, 1953.

      (via)

      L’ex boss mafioso di Boston James “Whitey” Bulger ha detto di aver “involontariamente” deciso di non testimoniare in propria difesa e ha definito il suo processo “una farsa”.

      Bulger, l’83enne che ha guidato la Winter Hill Gang di Boston negli anni Settanta e Ottanta, è sotto processo in un’ampia indagine in cui è accusato di aver preso parte a 19 assassinii.

      Bulger si è dichiarato non colpevole e ha sostenuto di aver ricevuto l’immunità da un magistrato ora morto, ma prima dell’inizio del processo—sorpresa—è stato deciso che il fatto che un morto ti abbia detto che puoi uscire pulito da un omicidio non è una difesa valida.

      Probabilmente è stato questo a far arrabbiare Bulger, che ha poi dichiarato al giudice, “Sento che mi è stata negata la possibilità di avere una difesa adeguata.”

      Nel frattempo Stephen Rakes—una delle sue vecchie vittime, che sperava di testimoniare nel processo—è stato trovato morto alla periferia di Boston dopo aver bevuto un caffè corretto al cianuro, anche se le autorità hanno stabilito che non si tratta di un fatto legato al caso Bulger.


       

      Attivismo alcolico
      INDETTO IL BOICOTTAGGIO DELLA VODKA RUSSA PER PROTESTARE CONTRO LE NUOVE LEGGI OMOFOBE
      Quelli della vodka Stolichnaya dicono di sostenere i diritti dei gay, ma non sembra importare molto
       

      (via)

      A New York, gli attivisti per i diritti degli omosessuali hanno rovesciato vodka per strada in segno di protesta contro gli ultimi provvedimenti omofobi varati dal governo russo.

      Le leggi includono il divieto alle coppie dello stesso sesso di adottare bambini russi e il divieto di ogni tipo di “propaganda” gay.

      Sfortunatamente, il bersaglio principale della protesta sono state le bottiglie di Stolichnaya, che sono in realtà prodotte in Lettonia e i cui vertici si sono schierati dalla parte dei diritti LGBT, rilasciando una dichiarazione in cui si legge, “La Vodka Premium Stolichnaya sta con decisione e fierezza dalla parte della comunità LGBT internazionale contro le azioni e il credo del governo russo.”

      Secondo il leader degli attivisti gay russi Nikolai Alekseev, inoltre, “Come ogni azione, e come il boicottaggio delle Olimpiadi, la manifestazione ha attirato l'attenzione sulla questione, ma non cambierà nulla.”
       
       

      Liti parlamentari
      A TAIWAN, IL DIBATTITO SU UNA CENTRALE NUCLEARE È SFOCIATO IN RISSA
      Per qualche ragione, uno dei politici aveva un casco in testa

      (via)

      Una proposta di referendum per costruire una quarta centrale nucleare a Taiwan è sfociata in una rissa tra deputati.

      I politici dell'opposizione rappresentati dal Partito Progressista Democratico hanno occupato il podio dell’oratore in attesa che i membri della maggioranza entrassero per una sessione parlamentare. Poco dopo i presenti hanno iniziato a lanciarsi bottigliette d’acqua e a picchiarsi.

      Fortunatamente un uomo aveva con sé il suo casco, che ha prontamente indossato per proteggersi mentre nel resto della stanza si scannavano.

      Se il referendum passasse, la centrale potrebbe diventare operativa dal 2016.

       

      Domenica al supermercato
      LO SPRAY AL PEPERONCINO TORNA A COLPIRE
      A Milano si tratta del terzo caso in una settimana


      Come si usa lo spray urticante, in caso non riusciste a immaginarlo (Foto via)

      (via)

      Prendete bruciori agli occhi, difficoltà respiratorie, il caldo e una corsa verso l'uscita di sicurezza e avrete quello che è successo ieri nella quasi periferia nord di Milano: dello spray al peperoncino spruzzato a caso in un luogo pubblico.

      Si tratta del terzo caso segnalato, prima in un centro commerciale, poi nella metropolitana di San Babila e infine al Lidl.

      Ieri, infatti, uno o più ignoti sono entrati nel supermercato di via Valassina e hanno spruzzato spray al peperoncino. Che si tratti di emulatori o meno, nel frattempo, il numero degli intossicati sale a un centinaio.

       

      Grandi occasioni
      AVETE MAI SOGNATO CHE FOSSE TIESTO A CELEBRARE IL VOSTRO MATRIMONIO?
      Certo che sì, e ora avete la possibilità di vedere quel sogno diventare realtà


      (Foto via)

      (via)

      Se c’è una cosa che tutte le ragazzine sperano è che il 44enne produttore olandese Tiesto sia libero e disponibile per celebrare il loro matrimonio.

      Fino ad oggi era solo una speranza irresponsabile, malata e folle, ma con una mossa che cambierà per sempre la vita di una coppia davvero fortunata, il DJ ha lanciato un concorso che mette in palio l’opportunità di farsi celebrare le nozze durante un set a Las Vegas.

      La cattiva notizia è che per partecipare avete tempo solo fino al 10 di agosto: mandate una mail a entry@inthebooth.com contenente una storia d'amore abbastanza interessante da spingere Tiesto a tenere il vostro matrimonio, e buona fortuna a tutti i partecipanti.


      Realizzato con la collaborazione di Mac Hackett

       

      -

      Tag: notizie del dopo-sbornia, Berlusconi, Mugabe

      Commenti