©2014 VICE Media LLC

    The VICE Channels

      Niente di meglio di un pene in erezione

      April 11, 2013

      Essere un artista radicale in Cina non è proprio uno scherzo. Considerato che la censura ha bandito dalle frequenze del Paese Katy Perry, paradigma di inoffensiva banalità, perché troppo volgare (e non dimentichiamoci della volta in cui le autorità hanno fatto sparire Ai Weiwei per aver pubblicato su internet foto di lui seminudo), verrebbe da pensare che il fotografo cinese Ren Hang non voglia esattamente continuare a infilare nel suo portfolio scatti di sederi spalancati e modelli che si pisciano vicendevolmente addosso, o perseverare nel fotografare peni in erezione.

      Invece ha continuato, e questo è un bene, perché le sue foto sono fantastiche, riuscendo a de-sessualizzare i corpi nudi per trasformarli in sculture dalla forma umana, a volte buffe, a volte bellissime e altre volte contorte, che ti fanno venir voglia di spogliarti, verniciarti di rosso e salire su un tetto di Pechino con i tuoi amici. Che praticamente è l'obiettivo di tutti i fotografi, giusto? Ho scambiato due battute con Ren sul suo lavoro, ed ecco cosa ho scoperto.        

      VICE: Innanzitutto, perché praticamente in ogni tua foto c'è una persona nuda?
      Ren Hang: Be', le persone vengono a questo mondo nude, quindi considero il corpo nudo l'aspetto autentico di una persona. Penso che solo tramite i corpi nudi si possa sentire la vera esistenza delle persone.

      È per questo motivo che i corpi non sono presentati in modo convenzionalmente "sexy", anche se si tratta di fotografie sensuali?
      Non scatto con un particolare intentomi limito a lasciarmi ispirare da quello che mi passa per la mente, trovare il modo di sistemarlo di fronte a me e fotografarlo. Non presto molta attenzione alla sensualità della scena, quando fotografo.

      Già, molti corpi finiscono con l'assomigliare più a statue un po' grottesche.
      Non è proprio intenzionale, sebbene consideri i corpi come oggetti scultoreio, come dici tu, sculture grotteschequindi suppongo che le sculture esistano perché esistono i corpi.

      Ok. Come mai c'è tutta quella pipì nelle tue foto?
      Anche in questo caso, non lo faccio di proposito. I modelli urinano, io fotografo.

      Ok, immagino che risposta mi darai, considerato che nulla di quello che fai sembra avere una motivazione, ma... ci sono un sacco di peni. È uno statement sul patriarcato, oppure semplicemente ti piacciono?
      No, non c'è un significato nel fotografare peni. Però penso che i peni in erezione siano i più belli e rappresentativi. A volte ci si dimentica di avere un pene finché non si ha un'erezione, e penso sia un'immagine molto potente. Ma non mi interessano solo i peni, mi piace ritrarre tutti gli organi in un modo nuovo, vivido ed emotivo.

      Pensi che sia più bello il corpo maschile o il corpo femminile?
      Il genere non è importante quando fotografo, lo è solo quando faccio sesso.

      Qual è la tua opinione sul sesso? Credi che abbia molta importanza?
      Sì, ma non ne enfatizzo sempre l'importanza. Dopo tutto, il sesso è parte di una vita sana, così come mangiare e dormire.    

      Vero. Chi sono i modelli? Tuoi amici?
      Sì, la maggior parte sono amici. Mi piace fotografare gli amici perché si fidano di me, e questo mi fa sentire più rilassato. Quando sono rilassato lavoro meglio; trovarmi con degli estranei mi rende nervoso.

      Quanto è coreografata ogni foto?
      Non pianifico nulla prima di scattare, di solito l'ispirazione mi arriva quando ho in mano la macchina fotografica, guardando i modelli. Non faccio foto premeditate, scatto e basta. Comunque la maggior parte delle volte i modelli seguono le mie indicazioni e non fanno di testa loro, quindi penso che in un certo senso questo significhi coreografare.

      Come pubblichi le tue foto in Cina?
      Nelle gallerie cinesi è proibito esporre le mie foto, soprattutto quelle che ritraggono corpi nudi. Occasionalmente riesco a fare esporre quelle non esplicite, ma incontro sempre numerose difficoltà. Per esempio, una mia mostra è stata fatta cancellare dal governo cinese per "sospetto di oscenità" e, in un'altra circostanza, un visitatore ha sputato su una foto. Sono solo un paio di esempi dei problemi che ho dovuto affrontare. Nessuna casa editrice cinese pubblicherà mai i miei libri e sono anche stato arrestato mentre scattavo all'aperto.

      Non è frustrante?
      Be' ormai mi sono abituato. Adoro la Cina e mi piace ritrarre i suoi abitanti. Sono nato qui e sento un profondo legame con la mia città. È vero, sono soggetto a restrizioni, ma più il mio Paese mi limita, più desidero che il mio Paese mi accetti per quello che sono e per quello che faccio.

       

      Potete vedere altre foto di Ren sul suo sito.

      Altri corpi nudi ritratti ad arte:

      Barbare Nitke e l'arte della pornografia

      Shot by Kern

       

      -

      Tag: ren hang, NSFW, nudo, peni, cina, censura

      Commenti

      Sei maggiorenne?

      Quello che stai cercando potrebbe essere considerato \"osceno\" da ficcanaso, avvocati e (probabilmente) tua madre, perciò vogliamo essere certi che tu sia maggiorenne prima di mostrartelo.