Siamo tornati nello studio di adidas e Sfera Ebbasta a Cinisello Balsamo

Nonostante la pandemia, lo studio è aperto e attivo, pieno di storie da raccontare e di sogni da raccogliere
Studio Ebbasta studio

Questo contenuto è stato realizzato in collaborazione con adidas Originals.

Lo studio che Sfera Ebbasta ha aperto a Cinisello Balsamo, in collaborazione con adidas, Cross Radio e Indie Pride è subito diventato un punto di riferimento per chiunque stia inseguendo il sogno di fare, e vivere, di musica. Vi abbiamo raccontato il progetto adidas passo dopo passo, fotografia su fotografia, cercando di restituirne l'idea più precisa possibile, insieme al nostro entusiasmo.

Pubblicità

Evidentemente, qualcosa ha funzionato: dall’apertura abbiamo ricevuto più di 700 richieste e abbiamo già ospitato più di 50 ragazzi in studio a registrare il proprio pezzo. Si tratta davvero di un successo superiore alle aspettative, anche e soprattutto in considerazione del momento storico così particolare e difficile, che però non ha tarpato le ali al progetto.

Lo studio che Sfera Ebbasta ha aperto a Cinisello Balsamo, in collaborazione con adidas, Cross Radio e Indie Pride è subito diventato un punto di riferimento per chiunque stia inseguendo il sogno di fare, e vivere, di musica.

Tanto che vogliamo ulteriormente alzare l'asticella e sviluppare proprio in questo studio dei contenuti ad hoc in più puntate, ambientandoli tra queste mura dove chiunque può apprendere i segreti della produzione musicale. Tramite adidas Originals music hub, avrete presto modo di godervi due nuovi format sviluppati proprio nello studio di Cinisello Balsamo. Ovvero, nuovi video e podcast che verranno realizzati in più occasioni e con ospiti diversi, per amplificare la portata del progetto, mantenere vivo e vitale questo spazio e far sì che più persone possibili abbiano l'occasione di conoscere questa realtà.

Il primo format, il video, sarà una pillola iper-pop da trangugiare con un'unica sorsata, un "How To" presentato direttamente dagli artisti e dedicato a insegnarvi alcuni aspetti specifici del cosmo musicale, rivelando magari nel frattempo qualche segreto. Il podcast, invece, sarà un dipinto a tutto tondo, pennellato sempre con diversi talent e in grado di fornire un ampio spettro di curiosità e approfondimenti relativi ai talent stessi, dai testi, passando per un po' di guilty pleasure musicali e molto altro.

Pubblicità
studio-adidas-sfera-ebbasta.JPG

Nel frattempo, abbiamo voluto interpellare chi in questo studio ha lavorato in questi mesi, partendo dai ragazzi di Spazio Icaro che ospitano lo studio stesso nella loro struttura: "Prima di tutto, dobbiamo dire che il progetto e lo studio impattano tanto nella vita del Centro perché ormai la musica è un tramite fra i ragazzi e gli adulti. Poter avere uno spazio che li lascia esprimere liberamente e dar vita ai loro sogni è un modo incredibile per noi di comunicare con loro." Tanto più che "Lo studio è una palestra dove iniziare a capire come funziona il mondo della musica e dove si può pensare di costruirsi una professione, stando a contatto con i professionisti del settore."

Senza contare poi che "Sfera è partito così, senza grandi possibilità ma con immaginazione e desiderio. Grazie alla sua convinzione e alle giuste collaborazioni è riuscito a diventare quello che oggi è. Con lo studio pensiamo di poter dare ai giovani artisti la possibilità di immaginare, di trasformare poi quell'immaginazione in impegno e direzione verso un percorso lungo, difficile anche, probabilmente, ma che merita di essere visto e ascoltato." Ai ragazzi di Icaro abbiamo poi voluto chiedere qualche impressione personale riguardante le tante facce che hanno sfilato in questi mesi, per capire quanto e come questo sogno venga vissuto dai singoli.

Alziamo ulteriormente l'asticella: tramite adidas Originals music hub, avrete presto modo di godervi due nuovi format sviluppati proprio nello studio di Cinisello Balsamo. Video e podcast.

Pubblicità

"Ci viene in mente la canzone di un ragazzo di un paesino del Centro Italia," ci hanno detto. "Lui è venuto e ha raccontato, con un suo testo, la sua difficoltà a vivere il suo orientamento sessuale e la gioia nel riuscire a gridarlo al mondo attraverso la musica, la sua forma d’arte." E quale migliore conferma può esserci dell'importanza della musica e di questo progetto?

La stessa domanda l'abbiamo posta anche ad Alessio Miceli, che ha lavorato in studio durante le sessioni di registrazione di tutti i partecipanti: "In particolare, ricordo che un giorno chiamai questo ragazzo per confermare la sessione e dalla sua voce mi sembrava molto nervoso. Quando venne in studio scoprii però che non si trattava di nervosismo ma semplicemente che era balbuziente. Quando entrò dentro l’isobooth per iniziare la registrazione cambiò ogni cosa: è stato  come se fosse entrato in un altro universo, le incertezze erano d’incanto sparite, iniziò a rappare in extrabeat e da lì ebbi l’ennesima conferma di quanto la musica sia grande."

studio-sfera-ebbasta-adidas.JPG

"Un’altra storia potrebbe essere quella del vedere e sentire una ragazza di 12 anni cantare una bossa nova in portoghese con una scioltezza e sicurezza tale da lasciarmi senza parole. E a fine sessione scoprii addirittura che era la sua prima volta in uno studio di registrazione. Ultima, ma non meno importante, è quella di una giovanissima coppia di fidanzati, lui producer e lei cantante, che hanno affrontato la fase di registrazione di un loro brano e ho potuto vedere quanto fossero affiatati nel supportarsi l’uno all’altra." Insomma, le storie non mancano, così come non manca l'orizzonte futuro nel quale inserirle. Quello di uno spazio che non attende altro che nuovi musicisti, giovani sognatori e artisti del domani: vi aspettiamo tutti e continuate a seguirci perché il progetto ha ancora in serbo diverse sorprese.

Segui Noisey su Instagram, Twitter e Facebook.