FYI.

This story is over 5 years old.

Cibo d'amore

Il caloroso caffè giapponese delle cameriere cicciose.
26.1.09

natto [fagioli di soia fermentati che puzzano come se i tuoi piedi avessero cagato su una montagna di spazzatura, ndr]. Appena questi programmi vengono illustrati in televisione, puoi scommettere che il giorno successivo il prodotto in questione scomparirà miracolosamente dagli scaffali del tuo supermercato di zona. Mangiare e perdere peso al tempo stesso sembra, uhm, stupido per persone come me e te, ma per le signorine giapponesi che hanno già testato ogni singolo programma dietetico esistente, è solamente un altro modo per evitare di affrontare una nuova routine e mollare i dolci, che è probabilmente l’unico vero sistema per perdere peso. Tuttavia, è proprio qui in Giappone che un gruppo di ragazze non-proprio-magre gestisce il Pomeranian: The Chubby Maid Café ad Akihabara, la mecca degli otaku. Le ragazze sono vestite da cameriere francesi con tanto di grembiulino, e si portano tutte addosso un’accogliente e piacevole dose di ciccia. Chiamano i loro clienti “padrone” e soddisfano ogni loro bisogno culinario. In Giappone, il Paese che ha prodotto le magre-come-un-binario, aranciabbronzate, shopping-dipendenti kogal, queste paffute seduttrici sono come una brezza calda ed emolliente che profuma di cioccolato al latte. Quando sono andato a incontrare alcune delle ragazze del Pomeranian, ho provato uno strano senso di calma. Sarà stato perché lasciano strabordare tutto senza vergogna, o forse solo perché ero circondato da ragazze cicciotelle che mi facevano dimenticare di quanto io sia grasso. In un modo o nell’altro, il fatto di mostrare con orgoglio i loro rotolini in un Paese famoso per il suo basso tasso di obesità e l'alto tasso di omologazione, rende queste ragazze una specie di equivalente buongustaio di un punkabbestia che lancia una molotov in una banca. E in più sono carine. L’abbiamo già detto? Sono molto carine. ICHIGO VICE: Come è nata l'idea del “chubby café”?
Ichigo: Lavoravo in una normale caffetteria, ma a un certo punto mi sono resa conto che tutte le ragazze erano più magre di me. Credo di aver provato un senso d’inferiorità, ma poi ho cercato di pensare a come ribaltare la cosa e farla funzionare per me. Ed è così che ho avuto l’idea per questo posto. I maid café sono una cosa molto giapponese. Essere trattati così gentilmente da una cameriera destabilizzerebbe parecchi stranieri.
Personalmente sono una grande fan dei maid café e ci lavoro da almeno cinque anni. Le cameriere sono molto educate e offrono un ottimo servizio. Le cameriere normali possono sbattere sul tavolo un bicchiere d’acqua, mentre quelle dei maid café sono molto attente al modo in cui ti servono e a come ti riempiono nuovamente il bicchiere. Adoro il modo in cui mostrano quanto tengono al cliente. Hai qualche cliente speciale?
Sì, un cliente ha voluto fare una polaroid con ogni singola cameriera. Abbiamo un servizio per cui puoi farti una polaroid con una cameriera per 500 yen, e quell’uomo ha voluto posare con ognuna delle ragazze. È stato tutto il giorno al café, aspettando i turni in modo che potesse incontrarci tutte. Penso sia un collezionista di foto di cameriere [ride]. Hai qualche aneddoto sulla tua cicciosità come vantaggio?
Mmm, vediamo… Penso che potrei farti un paio di esempi, ma il migliore è che la gente ritiene che io sia facile da approcciare. Quando piove e non ho un ombrello, le vecchie signore mi lasciano andare sotto al loro. Inoltre, mi chiedono un sacco d’indicazioni stradali. Penso mi credano amichevole, ma se questo sia un vantaggio o meno, be', non lo so! In ogni caso, la gente tende a essere più aperta con me. Anch’io sono cicciottello. Pensi che dovrei essere più sicuro di me stesso?
Certo. Credo che sia decisamente meglio per gli uomini essere un po’ paffuti, piuttosto che essere magri come un rastrello, perché così trasudano un senso di gentilezza. Vale anche per le ragazze, che spero non considerino la cicciosità come una cosa negativa. Ci sono tante ragazze là fuori pienotte e attraenti, e si dovrebbe pensare a loro come a punti di riferimento. E, anche se noti che qualcuno è grassottello, non dovresti commentare il suo peso insistentemente [ride]. È una aspetto peculiare di quelle persone, ed è una bella caratteristica da avere. TSUKASA VICE: Al momento sei la capocameriera. Quando hai cominciato a lavorare qui?
Tsukasa: Circa un anno fa. Il primo evento del Pomeranian si è tenuto il 6 ottobre dell’anno scorso, e io mi sono unita al gruppo per il terzo che si è svolto a dicembre. In qualità di capocameriera passo le informazioni alle altre, do loro delle direttive, e lavoro come organizzatrice. Qual è il tuo punto di forza?
Dunque, anche qui mi trovo nella squadra delle più grosse, quindi in un certo senso credo di trasmettere l’idea fondante del café. A dire la verità, credo che tra tutte le ragazze, Ichigo sarebbe più adatta ad essere la capocameriera. Detto questo, essere di questa misura mi si addice, quindi credo che i clienti che amano le ragazze paffute siano attratti da me. Ma questo non significa che amo me stessa per questo motivo. Lavorare al Pomeranian ti ha cambiato in qualche modo?
Una volta ero abbastanza timida, ma lavorare qui mi ha reso una persona che apprezza di più stare con gli altri. Conoscere tanta gente diversa e passarci del tempo insieme, è stata una cosa molto positiva per me. Sono felice di farlo. Qual è il tuo cibo preferito?
Il gelato, specialmente il gelato soft. Ne ho mangiato un po’ ieri e, a dir la verità, una volta al giorno sarebbe il mio minimo ideale [ride]. Mi piace così tanto che forse potrei mangiarlo in ogni momento della giornata. Il mio gusto preferito è fiordilatte o crema, quella densa. Qualsiasi cosa, basta che ci sia il latte dentro. Di solito non bevo latte, ma tendo a preferire i gelati che hanno un corposo sapore di latte. Di cosa parli con i clienti?
Di solito facciamo dei commenti sui loro vestiti o su cosa hanno portato con loro. Oppure, per esempio, oggi avevamo inscenato un contesto scolastico, perciò chiedevamo a chi entrava se gli sarebbe piaciuto essere chiamato senpai [un’espressione giapponese per riferirsi a quelli dell’ultimo anno di scuola, ndt] o “maestro”, e in base a quello cominciavamo a conversare. Quindi con i senpai parlavamo come se fossimo delle ragazze più piccole che li ammiravano, mentre con i maestri facevamo finta di essere delle loro studentesse. Ci inventiamo ogni volta dei nuovi contesti, quindi a volte ci puoi vedere vestite da cameriere, ed altre in modo completamente diverso. Dipende. KOZUE VICE: Qual è il tuo ruolo al café?
Kozue: Sono la vice-capocameriera. Di fatto, assisto la capocameriera. Pianifico i progetti e mi occupo dei dettagli finali. Per esempio, in questo momento un sacco di scuole stanno ospitando dei festival scolastici, quindi abbiamo deciso di organizzare un festival scolastico al Pomeranian. Indossiamo tutte delle cose che si metterebbero a scuola, come le divise sportive. Ad aprile, abbiamo allestito degli eventi per cui vestivamo delle normali divise scolastiche per richiamarci alle cerimonie d’iscrizione che le scuole giapponesi organizzano per i nuovi arrivati. Durante il periodo natalizio, abbiamo messo tutte dei completi stile Babbo Natale. Abbiamo anche avuto il Giorno dei Codini, in cui tutte le cameriere avevano i codini e indossavano il solito costume da cameriera. Questo è stato un grande successo; i clienti l’hanno trovato rinfrescante. Quindi, al posto di essere semplici cameriere, abbiamo diversi temi a seconda delle stagioni. Cosa ti piace mangiare?
I carboidrati, tipo gli spaghetti ramen con il curry. Di tutte le cameriere in questo café, sono quella con l’appetito più grande. Ho un metabolismo veloce. Quando andiamo fuori per pranzo, finisce che comincio a mangiare come una matta, ordino porzioni di riso extra-large e simili… E poi mi prendo il gelato con la panna montata come dolce e alla fine mi sento ancora affamata. Fai qualche sport?
Sono una cheerleader della mia università. La nostra squadra è arrivata seconda ai campionati nazionali. Essere cicciottelle è ok per le cheerleader, perché devi prendere le persone al volo e fare movimenti decisi. È uno sport che ti fa usare tutto il corpo, e a volte devi tenere in equilibrio le altre ragazze sulle tue spalle, quindi penso che sia meglio essere robuste, da quel punto di vista. Qual è la tua posa caratteristica quando i clienti chiedono di farsi una polaroid con te?
Una delle pose più comuni è quando tu e il cliente unite le dita per fare la forma di un cuore. Inoltre, dal momento che il café si chiama Pomeranian, spesso indossiamo delle orecchie da cagnolino sulla testa con il nostro solito costume da cameriera, e ne mettiamo un paio anche al cliente. E poi facciamo una cosa che chiamiamo la “posa delle orecchie da cagnolino”. KAYA VICE: Da quanto tempo lavori al Pomeranian?
Kaya: Sono al Pomeranian da quando ha aperto, quindi oggi è un anno e un mese. Come ne sei venuta a conoscenza?
Be', prima che il Pomeranian diventasse il Pomeranian, c’era un gruppo chiamato Utahime Party che ospitava degli eventi. Come il Pomeranian, era un luogo in cui la gente grassa s’incontrava, faceva cosplay, e si divertiva. Facevo parte dello staff di questi eventi, a cui partecipava anche Ichigo. Un giorno è venuta da me e mi ha offerto un lavoro qui. Qual è il tuo personaggio da cameriera?
Dunque, al Pomeranian la maggior parte delle ragazze sono solari e allegre, e ho pensato che l’unica cosa da fare fosse il contrario. Da quel momento, il mio personaggio è stato quello della persona seria e severa. Cosa fai per rendere il tuo ruolo severo?
Ci sono cose che non puoi fare, tipo tingerti i capelli e devi anche essere sempre attenta al tuo comportamento. È abbastanza difficile. E cosa mi dici di quando chiacchieri con i clienti?
Quando converso con loro, sto attenta a non fare errori con il mio keigo [un modo molto educato di parlare giapponese, ndr]. Ho studiato il dizionario abbastanza costantemente per essere sicura di farlo bene. E come reagiscono i clienti?
Alcuni lo apprezzano, altri pensano che questo personaggio sia troppo rigido. Hai mai desiderato perdere peso?
Certo, come ogni ragazza ho sempre in testa l’idea di perdere peso. Poi però penso al Pomeranian.