FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

Billy va in Iraq

i
di it
15 luglio 2010, 11:10am

Qualche settimana fa, Billy Rohan è andato in Iraq per dare un po' di sostegno e divertimento alle truppe. Era a Camp Woodward a Beijing, quando alcuni ragazzi con le BMX lo hanno invitato a unirsi a loro col suo skate in un viaggio chiamato "Bikes Over Baghdad." È tornato con foto di edifici dilapidati, palazzi, e giganteshe rampe da BMX. Mi ha parlato un po' della sua avventura.

Ciao Billy, dove sei stato e come ti muovevi in Iraq?
Abbiamo iniziato in Kuwait, dove si trova una delle principali basi militari USA nella regione. Nel Kuwait fa super caldo. In media, ci sono 10 gradi in più che in Iraq. Abbiamo dormito in delle abitazioni militari. Pensavo sarebbero state tende o qualcosa di molto minimal, invece erano delle case proprio carine e con l'aria condizionata. Nel corso del viaggio siamo andati in vari posti, uno dei più bei posti dove abbiamo dormito è il Palazzo di Saddam a Baghdad. Lo aveva chiamato "Camp Victory Over America" perché quando ha invaso il Kuwait gli americani non lo hanno cacciato dal potere, e lui se l'é segnata come una vittoria.

E i soldati americani com'erano? Come hai interagito con loro?
I soldati erano contentissimi quando facevamo gli show. I ragazzi con cui ho viaggiato sono dei biker e hanno costruito delle enormi rampe e facevano backflip sopra carri armati e hummer. Io da skater riuscivo appena a salirci su quelle rampe giganti. Diciamo che il mio ruolo principale era incitare la folla. Le truppe sono come la gente normale, qualcuno che puoi vedere a Williamsburg, Manhattan, o in qualunque altra parte di New York, solo che hanno scelto un mestiere diverso. È stato interessante vedere questa cosa, perché generalmente immagini i soldati come dei tipacci coi capelli a zero, il mitra e la mimetica, ma in realtà quello è solo il loro lavoro e sono gente come tutti noi.

C'era qualche skater tra loro?
Sì, ho anche filmato due di loro che facevano un gioco con lo skate. Uno è saltato sulla tavola e ha fatto un nollie tre-flip con indosso degli enormi stivali militari. Vedendoli fare skate con quegli stivali enormi si capiva che gli sarebbe piaciuto poter fare skate tutto il tempo. Non hanno il permesso di fare skate nelle basi militari perché se si fanno male non possono fare la guerra.

Cosa hai portato alle truppe?
Abbiamo portato un mucchio di camicie Supreme, Vans, Element, e Acapulco Gold. Abbiamo anche portato delle tavole-abbiamo fatto delle tavole apposta con il sigillo presidenziale ufficiale. Erano contentissimi dei regali.

E possono indossarli nel tempo libero?
Sì esatto. È come un lavoro, fanno nove ore e poi hanno del tempo libero per fare roba ricreativa.

Vedo dalle foto che hai fatto molti tour delle basi e ti hanno mostrato l'equipaggiamento. Parlamene un po'.
Ci hanno fatto fare il tour di tutti i palazzi per vedere dove tutto ha avuto inizio, come i quartier generali bombardati e roba del genere. Roba da matti. Direi che il gusto di Saddam sembra quello che potrebbe avere uno cresciuto in un camper che vince la lotteria. È abbastanza pacchiano, e la maggior parte della roba è costruita male, ma è incredibile da vedere. Quando ho visto tutte le basi militari, gli elicotteri, gli aerei, e le armi che hanno gli Stati Uniti non riuscivo a capire perché mai qualcuno potrebbe decidere di mettersi contro il nostro paese. A casa non ce ne rendiamo conto, ma ora che ho visto con i miei occhi tutti i macchinari e le capacità dell'esercito, è roba da stupidi cercare di farci guerra. È come cercare di asciugare l'oceano.

Qualche parola agli skater qui, che se la spassano nel lusso americano?
Sì, prendi il giorno più caldo qui e accenditi un phon in faccia-è così che ci si sente in Iraq. Di certo lo skate a New York è molto meglio, ma è stato bello far divertire i soldati e distoglierli un po' dalla guerra. Era quello il punto dell'impresa. Tutti quelli che suonano uno strumento o fanno qualcosa di divertente dovrebbero prendersi un paio di settimane per andare in Iraq o Afghanistan e fare spettacoli per le truppe. Loro lo apprezzerebbero molto. Sono come noi e quando sei lì ti trattano tutti molto bene. Non devi per forza sostenere la guerra per sostenere le truppe.

TAJI AMEEN

FOTO DI BILLY ROHAN