Fighetto VS fattone, vegano VS carnivoro: cosa cercano le italiane di Tinder?

Fighetto VS fattone, vegano VS carnivoro: cosa cercano le italiane di Tinder?

Il compito era quello di creare dieci profili Tinder di dieci varianti di persone, mettere 100 like, contare i match e trarre le conclusioni.
28.3.17

Circa un mese fa, mentre parlavamo di Tinder, un'amica mi ha confessato di ignorare completamente almeno il 99 percento dei profili che le si presentano davanti. Così, per scherzo le ho preso il telefono e l'ho convinta a farmi mollare un paio di match a caso. Con mia grande sorpresa buona parte di quei cuori verdi sono diventati, nel giro di pochi minuti, match corrisposti.

Mentre tornavo a casa ho pensato che quello fosse l'ennesimo esempio di come il rapporto tra maschi etero e Tinder può essere piuttosto frustrante e masochistico. Voglio dire: nonostante all'apparenza non ci fosse niente di particolarmente negativo nei profili di quei ragazzi, la mia amica non li avrebbe mai considerati se non fosse stato per il mio intervento.

Così, qualche giorno dopo, mentre in redazione cercavano volontari per una versione maschile di questo esperimento, non ho esitato ad accettare. Il compito era quello di creare dieci profili Tinder di dieci varianti di persone, mettere 100 like, contare i match e trarre le conclusioni. Ogni profilo sarebbe stato contrapposto a un suo opposto, così da poter constatare quali maschi etero italiani abbiano la meglio nella selezione sessuale telematica.

Con l'aiuto di chi in passato si era già immolato su Tinder per un altro esperimento, ho trascorso circa due settimane su Tinder per sondare i gusti delle iscritte in Italia. Ecco com'è andata. 

VEGANO VS ORGOGLIOSAMENTE CARNIVORO

VINCE: Vegano, 23 match
PERDE: Orgogliosamente carnivoro, 6 match

Nonostante nell'articolo della mia collega inglese [il risultato sia stato diametralmente opposto](http://Nonostante nell'articolo della mia collega il risultato è stato diametralmente opposto, ero abbastanza convinto di questo esito: perché mai una ragazza dovrebbe uscire con un tizio che mostra orgogliosamente due hamburger di pollo pagati due euro e 99 con lo sguardo in tralice, e si presenta come ), ero abbastanza convinto di questo esito: perché mai una ragazza dovrebbe uscire con un tizio che mostra orgogliosamente due hamburger di pollo pagati due euro e 99 con lo sguardo in tralice, e si presenta come "fan delle grigliate e della carne in tutte le sue forme"? L'idea di passare una giornata a sudare tra le zanzare davanti a carbonella e della salsa Worchester è effettivamente meno accattivante di quella di una cena in un ristorante veg-slow, bevendo vino bianco biologico con vista sul Naviglio.

E quindi: condividere meme anti-vegani e pieni di orgoglio carnivoro non è sexy, a differenza di un cavolfiore.

Oltre all'interesse per i cavolfiori e la sostanziale differenza tra uomini e donne in questo campo, le altre conversazioni avvenute vertevano grosso modo sull'essere solo vegetariani e "non vegani", o nel caso del carnivoro orgoglioso, si sono interrotte di netto quando me ne uscivo, in maniera completamente random, con la domanda "ti piace la carne?"

CHITARRINO INDIE VS TRAP LOVER

VINCE: Trap lover, 4 match
PERDE: Indie Guy, 1 match

Ho ascoltato musica indie per gran parte della mia adolescenza. Ho vissuto il periodo d'oro di Johnny Borrell e Vasco Brondi. Ma ormai la musica con le chitarrine va avanti lentamente, i concerti di Brunori Sas sono pieni di trentenni frustrati e anche Tinder si è accorto di come le tute di felpa abbiano annientato l'immagine seducente del cantautore timido con la chitarra.

Ebbene sì, la foto di quello che dovrebbe essere un'imitazione cialtrona di un ragazzino che ascolta la trap visto da un pubblicitario 40enne (o la versione in carne ed ossa di Pucci/Roy dei Simpson) ha ricevuto più match di quella del ragazzo indie, ponendo fine a un immaginario che ha garantito coiti a molti giovani sensibili che hanno speso anni studiando arpeggi e barrè. Quello che generalmente mi ha stupito, però, è stato il fatto che i due profili sono entrambi tra quelli risultati meno interessanti di tutto l'esperimento, e che ogni conversazione avvenuta non sfociava mai in ambito musicale. Tutte le conversazioni tranne quella con lei:

FIGHETTO VS FATTONE

VINCE: Fighetto, 26 match
PERDE: Fattone, 7 match

Non soltanto il modello fighetto ha collezionato molti più match dell'hippie, ma in generale le ragazze con cui è entrato in contatto si sono dimostrate quasi tutte disposte almeno a intavolare una conversazione che potenzialmente avrebbe potuto portare a un appuntamento vero. Ragazze con una passione per i corsi di latino-americano, ricercatrici australiane in cerca di qualcuno con cui passare il tempo, giovani studentesse di legge con foto ammiccanti: i profili che hanno mostrato interesse per questa pantomima di Fonzie sono stati piuttosto variegati.

Non solo. "Che tipo di locali frequenti", "dov'è che vai a sbocciare?", "Non è che mi stai scrivendo da sbronzo? Ahaha": ogni conversazione aveva un tono scanzonato che prometteva benissimo.

Le poche chat aperte dal figlio dei fiori, invece, erano tristi e sono tutte terminate senza alcuno sbocco concreto.

SOCIAL MEDIA MANAGER VS PERSONAL TRAINER

VINCE: SMM, 8 match
PERDE: Personal trainer, 0 match

OK. Mi rimangio la frase tuta di felpa. Forse quella di sembrare un palestrato—nonostante gli addominali photoshoppati—non è stata proprio un'ottima idea, ma mi piace pensare che sia colpa della fascia portata in testa che, in verità, è un calzino che mi ha regalato mia zia lo scorso Natale. Detto questo, si potrebbe pensare che alle ragazze su Tinder piacciano comunque i ragazzi perbene, con un apparente posto fisso—o forse solo dei ragazzi che sembrano dei preti.

Rimanendo in tema preti, comunque, le chat aperte dall'impiegato erano tutte piuttosto piatte e noiose, tranne che per una liceale rimasta affascinata dal mio lavoro "così interessante" e mia sorella (che non sta su Tinder) che sostiene sia l'unica mia foto decente che vede da quattro anni a questa parte.

POLVERE BIANCA VS STRAIGHT EDGE

VINCE: Polvere bianca, 6 match
PERDE: Straight Edge, 2 match

Parliamoci chiaro, uno dei motivi per cui Tinder ha ottenuto tutto questo successo è perché è a prova di idioti: è salottiero, e si basa sull'unica attività che accomuna tutti. Ovvero scopare sperare di poter scopare.Il meccanismo segue quasi sempre uno stesso modus operandi: trovi un match, apri una conversazione, chiedi di uscire per bere qualcosa, fai sesso.

È quindi abbastanza plausibile che un profilo come quello dello straight edge sia completamente fuori posto e non abbia riscosso particolare successo, a differenza di quello di un tipo con dell'aspirina C in polvere gettata sulla narice destra. Come nel caso del fighetto, è evidente come Tinder sia un posto in cui la gente si vuole divertire—o come scrivono al Corriere in un articolo intitolato "L'amore e il sesso ai tempi di Tinder", "una fuga dalla realtà". LOL.

Quanto alle conversazioni avvenute, nel primo caso non sono andate oltre un timido "ehi", mentre nel secondo l'interazione era più vivace, anche se il fine di quella fluidità percepita era sempre la cocaina:

-

Tirando le somme di queste due settimane a dir poco bislacche, non posso affermare con certezza quale sia la tattica vincente al cento percento, ma posso dire che 1) per ottenere risultati basta sembrare un modello di Zalando disinibito e possibilmente vegano 2) i Kasabian non venderanno molti dischi quest'anno 3) gli straight edge su Tinder sono un po' come una suora al concerto dei Suicidal Tendencies 4) i maschi Alpha non scopano 5) mia madre è sempre più orgogliosa del mio lavoro.