FYI.

This story is over 5 years old.

La matematica dell'effetto hipster

Perché quelli che vogliono distinguersi dagli altri, finiscono per sembrare tutti uguali? La matematica risponde.
12.11.14
Immagine: Shutterstock

Se tutti vogliono sembrare diversi dalla massa, tutti finiranno per essere uguali gli uni agli altri. O almeno, questo è il fenomeno descritto da un modello matematico diffuso recentemente. E dando un'occhiata in giro direi che ha ragione. Lasciate che vi spieghi.

"L'effetto hipster è il fenomeno collettivo non coordinato per cui le persone, nel tentativo di apparire diverse, finiscono per conformarsi tra loro," afferma Jonathan Touboul, neuroscienziato del College de France a Parigi e autore dello studio.

Pubblicità

Prima di approcciare al modello vero e proprio, vanno palesate delle premesse fondamentali: siamo tutti stanchi di sentir parlare del termine hipster, e da anni ormai. È un termine senza significato, come i like su Facebook e la frase "dai vediamoci per un caffè un giorno". Tuttavia Touboul non ha colpe, poiché mi ha detto di aver usato il termine semplicemente perché costituiva una perfetta analogia per spiegare il suo modello.

Quindi propongo di sostituire il termine "hipster" con "amanti di caprette" in questo articolo. Per quale motivo? Perché mi va così, ecco perché.

Secondo il modello, le somiglianze nei capi d'abbigliamento indossati dagli amanti delle caprette è innanzitutto conseguenza del fatto che gli amanti delle caprette vogliono sempre vestirsi in modo diverso dagli altri amanti di caprette. In altre parole: ci vuole un po' di tempo prima di accorgersi che in realtà avere la barba lunga e gli occhiali da intellettuale è un trend. Quindi decidere di fare l'opposto e rasarsi prende un po' di tempo. Quest'ultima parte è molto importante, ed è la novità della teoria di Touboul.

A causa del ritardo nella reazione ai trend, e per le formule che Touboul utilizza, viene raggiunto a un certo momento un punto di equilibrio in cui tutti gli amanti di caprette fanno le stesse cose, finché non si accorgono dell'omologazione e fanno l'opposto. E il diagramma qui sotto lo dimostra:

Lo so che sembra complicato, ma seguitemi: nella figura sotto la lettera C non c'è alcun ritardo. Come potete vedere i trend opposti–come ad esempio avere una bicicletta costosa (bianco) o non avere una bicicletta (nero)–non sono associati, e rendono il pattern completamente casuale. Ma non è così che funziona nella vita reale.

Nella figura D c'è un ritardo, e potete vedere che l'atteggiamento anti-conformista porta a un punto di equilibrio per cui molte persone possiedono una bella bicicletta per un certo periodo, e nel periodo di tempo successivo molte persone non la possiedono, proprio perché ognuno vuole essere diverso dagli altri.

Il ritardo fa sì che si raggiunga un picco nella quantità di persone che si oppongono all'ultimo trend, e si accorgono di essere parte di un nuovo trend solo quando molte altre persone stanno facendo la stessa cosa.

Come potete vedere, c'è un punto di svolta in cui tutti gli amanti di caprette all'improvviso si accorgono che tutti indossano le Clarks, dopodiché ci vuole un certo lasso di tempo prima che tutti gli amanti di caprette inizino a indossare le Timberland. Finché non si accorgono che è un trend e passano ad altro, e così via, fino all'infinito.

Forse questo è un modo complicato per spiegare qualcosa che si sa da anni, ma non credo sia questo il punto della ricerca: credo che il fatto cruciale sia che Touboul usa in modo efficace un'analogia familiare, per rendere più comprensibile e interessante un complicato modello matematico anche per le persone che di matematica non capiscono niente.

Vuoi sapere come funziona il modello perché parla di qualcosa che conosci. E sei curioso di imparare cosa abbia mai da dire su questo argomento l'esotico linguaggio della matematica. Se nel titolo ci fossero stati termini come "sistema del vetro di spin di Sherrington-Kirkpatrick" oppure "biforcazione di Hopf" non avrei mai parlato di questo studio, innanzitutto perché non avrei capito di cosa parlava e poi perché la matematica astratta è interessante solo per i matematici: il fenomeno degli amanti delle caprette, invece, è qualcosa che tutti conoscono e rende il modello matematico comprensibile.