Una volta per tutte: quanta pornografia c'è su Tumblr?

Ringraziate il gruppo di ricercatori che ha deciso di rispondere a questa domanda fondamentale.
02 gennaio 2017, 1:00pm
Screengrab: Imperfect Nudes

Si prova uno strano sollievo nel sapere che, nonostante gran parte di internet sia stata colonizzata da piattaforme aziendali scialbe, online le persone sono ancora belle arrapate.

Lo sappiamo tutti. Internet è "fatto per il porno," dopo tutto, e posti come Tumblr e Twitter hanno dato i natali a sottoculture pornografiche a dir poco gloriose. Ma la domanda scientifica da porsi è: quanto siamo arrapati, esattamente?

Un gruppo di ricercatori provenienti da due università italiane e dai Bell Labs hanno deciso di indagare e rispondere a questa domanda fondamentale, setacciando i dati di Tumblr e Flickr, in entrambi i casi di proprietà di Yahoo. Hanno pubblicato i risultati sul server di arXiv la settimana scorsa, e la ricerca è stata anche presentata a una conferenza qualche tempo prima. La conclusione sconcertante a cui sono arrivati è: Tumblr è pieno di porno, Flickr non tanto.

Per arrivare a questo risultato, i ricercatori hanno esaminato i dati anonimi di 130 milioni di utenti Tumblr e di 39 milioni di utenti Flickr. Poi hanno analizzato gli account per identificare i produttori (le persone che postano contenuti pornografici originali sulla propria pagina) e i consumatori (le persone che seguono questi utenti). C'era anche un terzo gruppo: le persone "esposte involontariamente." Ovvero, chi non segue i produttori né li reblogga, ma segue altri che lo fanno.

Su Tumblr, il numero di produttori era piccolo, meno dell'uno percento del campione. Il numero di consumatori era invece molto più alto: il 22 percento. Il più sorprendente di tutti, però, è il numero enorme di utenti esposti ai contenuti involontariamente. Tutto sommato, i consumatori diretti di pornografia e quelli esposti involontariamente arrivavano a costituire più della metà dell'intero campione di utenti. Il campione era circa la metà della base utenti totale di Tumblr, il che significa che possiamo considerarlo piuttosto rappresentativo.

I dati di Flickr sono meno interessanti da esaminare, di base perché Flickr è da sfigati. La maggior parte degli utenti—l'82 percento—non risultavano esposti ad account porno proprio per niente. Possiamo solo speculare sul perché di ciò, ma i ricercatori hanno sottolineato come i dati demografici compilati dagli stessi utenti suggeriscano che il pubblico di Tumblr sia soprattutto giovane e femminile, mentre quello di Flickr è più anziano e maschile.

Potrebbe c'entrare qualcosa la cultura di amore per tutto ciò che è deviato che si è affermata nel tempo su Tumblr. Mentre Flickr porta avanti una tradizione di post porno cancellati e di materiale NSFW filtrato che dura da più di un decennio. Tumblr era più libero fino al 2013 (è stato lanciato nel 2007), quando è stato acquistato da Yahoo ed è diventato più intransigente rispetto ai contenuti NSFW.

Per riassumere: gli utenti di Tumblr sono degli arrapati totali.