televisione

Un commento dei momenti più illuminanti della puntata di Rai Uno sulle "donne dell'Est"

Perché lo screenshot sui "Motivi per scegliere una fidanzata dell'Est" non è la cosa più assurda e imbarazzante del programma.
20.3.17
1490013806656-21

Nelle ultime ore le vostre bacheche Facebook sono state sostanzialmente soggiogate da questo screenshot.

Per quanto possa sembrare un Photoshop fatto molto bene, si tratta di un cartello mostrato sabato scorso durante la trasmissione di RaiUno Parliamone Sabato, e che circola perché:

1. È la summa di pregiudizi (elevati al quadrato) che un certo tipo di italiani ha sul conglomerato totalmente generico "donne dell'Est", tutti perfettamente inseriti in un elenco puntato;

Pubblicità

2. È stato effettivamente tema di discussione durante uno show andato in onda sulla tv di Stato di un paese dell'Unione Europea nel 2017;

3. È stato composto dalla redazione del programma riprendendo un elenco IRONICO che circolava in rete, ma che è stato usato per intarsiare un dibattito in studio.

La lista dei "Motivi per scegliere una fidanzata dell'Est" ha scatenato un bel po' di casino online e non solo, portando il direttore di RaiUno Andrea Fabiano a scusarsi "per quanto visto e sentito" e la presidente Rai Monica Maggioni a parlare di "errore folle".

Cartello a parte, infatti, il dibattito che è andato in onda sabato pomeriggio—alla presenza di Fabio Testi, del direttore di Novella2000 Roberto Alessi, dell'ex Miss Italia Manila Nazzaro, di Marta Flavi—ha messo in scena una trentina di minuti di ininterrotta e irraggiungibile assurdità.

È stato come vedere in tv una specie di santo rosario dei pregiudizi sugli italiani, le donne straniere e in generale sulla figura femminile nel mondo di oggi: un rosario fatto di tante luminose perline che non potevano non essere riguardate, rilette, e incastonate nella nostra memoria storica e civile.

QUANDO PAOLA PEREGO, LA CONDUTTRICE, INTRODUCE UN TEMA "UN PO' LEGGERO: QUELLO DEL FENOMENO DELLE DONNE DELL'EST".

È stato quello il momento esatto in cui mia zia leghista si è tolta la fede dal dito per sfregarsi meglio le mani.

QUANDO PARTE IL SERVIZIO DAL TITOLO "LA MINACCIA ARRIVA DALL'EST" E SI SUSSEGUONO IMMAGINI DI COPPIE FORMATE DA UOMINI FAMOSI ITALIANI CON DONNE STRANIERE.

Pubblicità

A quel punto Fabio Testi, che per tutto il dibattito si incaricherà di connotare la questione dal punto di vista scientifico, interviene vergando un galante "sono dei regali, altro che minaccia."

1490011603382-3

QUANDO CI SI ACCORGE DEL WALL IN STUDIO CON QUESTA GRAFICA

1490011685420-4

Raffigurante quattro donne a caso vestite forse da sposa, forse da damine delle bomboniere di Capodimonte.

QUANDO PAOLA PEREGO RIPRENDE LA PAROLA E COINVOLGE FABIO TESTI INTERPELLANDOLO (ANCORA) COME ESPERTO. "FABIO TU HAI AVUTO DONNE DELL'EST ME-RA-VI-GLIO-SE… TANTO PER DIRNE UNA, ANITA EKBERG."

"Be' non era molto dell'est, era svedese," risponde prontamente Testi.

1490011797654-5

QUANDO PAOLA PEREGO INSISTE CHIEDENDO "FABIO VOGLIO SAPERE DA TE: LA MINACCIA VIENE DALL'EST?"

La risposta è che "quando vedi una bionda fisicata ti giri."

Dopodiché Manila Nazzaro si alza dicendosi orgogliosamente terrona e prendendosi della "meravigliosa burrata" da qualcuno in studio (io vi giuro che è successo davvero).

IL MOMENTO IN CUI CI ACCORGIAMO CHE SONO (SOLO) PASSATI ESATTAMENTE 3,49 MINUTI (LI HO CONTATI) DALL'INTRODUZIONE DEL TEMA "LE RUSSE" PER SENTIRE RISUONARE IL PRIMO "MOGLI E BUOI DEI PAESI TUOI".

Record su giro.

Comunque sia, "prima capiamo: quanti sono i vip che preferiscono le donne dell'Est?" Sì, capiamolo.

La risposta è del ferratissimo Alessi, che spiega che Massimiliano Rosolino s'è fatto impalmare da una donna dell'Est che però si lamenta sempre del fatto che lui in casa non muove un dito e che deve fare tutto lei.

Pubblicità

"Come tutte le donne del mondo," aggiunge a quel punto Marta Flavi, spolverando un po' di sessismo sul dibattito—forse ancora un po' carente fino a quel punto: è quello l'esatto momento in cui il passatometro tocca il livello "benvenuti nei ruggenti anni Venti."

QUANDO TORNIAMO ALLA RISPOSTA DI ALESSI SUI VIP CON LE STRANIERE.

E lui ci rammenta che anche "il più bello d'Italia, Aldo Montano, ha sposato questa 'Olga Plachina'."

1490012548011-8

QUANDO ALESSI AGGIUNGE CHE "IL RIFERIMENTO PER TUTTI È MELANIA TRUMP, PERCHÉ OVVIAMENTE LE MIGLIORI OCCASIONI SONO IN AMERICA."

Che è anche il momento in cui capiamo che se quell'ovviamente avesse un'espressione facciale, sarebbe esattamente questa.

1490012599982-9

QUANDO IL BASTONE DELLA RICERCA SOCIOSCIENTIFICA FINISCE DI NUOVO NELLE MANI DI MARTA FLAVI.

Che spiega che gli uomini italiani (specie di una certa età) cercano donne che ricordino le loro mamme, le loro nonne e le loro bisnonne perché si occupano della casa e dei mariti come loro—ma con "la differenza che le vogliono sessualmente allegre, e pensano che la donna dell'Est vada bene."

Adesso vi sarà più chiara questa storia delle russe.

QUANDO PAOLA PEREGO MANDA IN ONDA IL 42ESIMO SERVIZIO SUI VIP CHE NON HANNO RESISTITO AL FASCINO DELLE DONNE "CHE ARRIVANO DAL FREDDO."

E che esordisce con "un antico dilemma" che non ci fa prendere il sonno "sin dalla notte dei tempi: gli uomini preferiscono le straniere?"

1490012740002-9_2

QUANDO MI SONO CHIESTO SE IL TEMA DEL RAGIONAMENTO IN STUDIO FOSSE CAMBIATO.

Perché si citano argentine e svizzere e si parla di amore come "mix genetico" che unisce gli italiani a chi viene "dal freddo o da paesi esotici"—e di "Melania Trump" che è "l'esempio più slanciato" di non ho capito cosa.

QUANDO SI TORNA PER LA NOVANTESIMA VOLTA SU ALDO MONTANO ("SPORTIVO VOTATO AL MONDO DELLE STATUARIE RUSSE") "E QUESTA OLGA."

1490012819464-10