Quanti soldi servono per lasciare il lavoro e viaggiare per un anno?​

Abbiamo fatto i conti e chiesto qualche consiglio a chi l'ha già fatto.

|
gen 14 2019, 7:00am

Illustrazione di Ben Thomson.

Mentre leggi questo articolo sei alla tua scrivania, vero? Esatto, e io so bene perché hai cliccato. Praticamente chiunque ha sognato almeno una volta di comprare un volo di sola andata, uscire dall'ufficio in modo trionfale e non rimetterci più piede. Due settimane di vacanza sono piacevoli, certo, ma la prospettiva di girare senza sosta per posti bellissimi senza dover rispondere alle mail o mangiare insalate tristi perché il frigo di casa è vuoto è sicuramente una prospettiva più allettante.

Se non fosse che a molti sembra un obiettivo del tutto irraggiungibile. Per capirci un po' di più, abbiamo fatto i conti e parlato con alcuni viaggiatori a tempo pieno. Sì, esistono e stanno vivendo la vita dei tuoi sogni. Ecco come fare.

SCEGLI UNA DESTINAZIONE E STABILISCI IL TUO BUDGET

Nel pianificare la tua fuga dall'ufficio, ricorda che il costo del viaggio dipende in larga parte dalla meta. Sembra un'ovvietà, ma quando vuoi davvero partire per un viaggio a lungo termine, ogni minimo risparmio può aiutarti a raggiungere l'obiettivo.

Nel sud-est asiatico e in Sud America puoi cavartela con un budget piuttosto ridotto, mentre in nord America e nel resto d'Europa il viaggio potrebbe diventare più impegnativo dal punto di vista economico. "Se scegli mete poco costose, possono bastarti 750 euro al mese, o anche meno," dice Alex Reynolds, una backpacker a tempo pieno che raccoglie i suoi viaggi nel blog Lost With Purpose. Come meta più economica Alex suggerisce l'India, dove lei ha speso circa 300 euro al mese.

Se invece vuoi visitare posti più costosi, potresti considerare l'idea di lavorare un po' durante il viaggio (facendo attenzione alle norme del paese in cui ti trovi). Non troppo, eh. E nulla di troppo faticoso. Potresti dare ripetizioni di lingua, lavorare al front desk di un hotel oppure fare qualche lavoretto freelance da remoto—le possibilità sono davvero tante.

"Io ho viaggiato per un anno visitando soprattutto paesi del primo mondo, e ho speso circa 12.500 euro," dice Peter Shaw, che ha lasciato il suo posto in una multinazionale per fare il viaggiatore a tempo pieno e oggi gestisce il blog Nomadical Sabbatical. Dopo quell'esperienza non è mai tornato a lavorare a tempo pieno, ma si guadagna da vivere con il blog e un business online.

"Se scegli destinazioni costose come Giappone o Nord Europa, ti potrebbero servire da 6000 a 9500 euro, a patto che tu faccia qualche lavoro ogni tanto per integrare il budget. Se invece opti per zone meno costose, anche 3-5mila euro dovrebbero bastare. Conosco persone che hanno viaggiato lavorando qua e là per oltre due anni, e in banca avevano poco più di 1000 euro quando sono partiti."

Nel blog Practical Wanderlust, Lia Garcia ha raccontato la sua luna di miele con il marito Jeremy, durata un anno. Prima di partire Lia aveva risparmiato per cinque anni, convinta che quei soldi sarebbero bastati per entrambi, ma non è stato così. Il suo consiglio: se viaggi in coppia, non pensare che tutti i costi si dimezzino. Siete comunque due persone, anche se forse dopo un mese che condividete il pulciosissimo letto di un ostello non ne sarete più troppo convinti. "Per stare tranquilli bisognerebbe disporre di almeno 12.500 euro a testa per viaggiare un anno," dice.

E anche se hai deciso di evitare i paesi più cari, è meglio fare sempre attenzione al budget per evitare di dover tornare a casa in anticipo. "Calcola 1200 euro al mese, che non si sa mai. Meglio averne un po' di più che un po' di meno," spiega Reynolds.

FAI FRUTTARE AL MEGLIO I SOLDI CHE HAI

La tua priorità assoluta deve essere cercare alloggi a basso costo o gratuiti per buona parte del viaggio: non vergognarti a contattare un parente lontano o un compagno di università che è andato a vivere all'estero.

"La sistemazione è la spesa più consistente, senza dubbio. Se riesci a dormire per pochi spicci o addirittura gratis, sei a posto," dice Shaw. Se invece non hai conoscenti su cui fare affidamento, Shaw consiglia di cercare lavoro nelle aziende agricole in cambio di alloggio, oppure di offrire il proprio aiuto professionale in cambio di una sistemazione ("Tutti hanno bisogno di un aiuto con il computer"). Anche il couchsurfing potrebbe essere un'opzione, oppure un AirBnB in condivisione con altri viaggiatori.

Se viaggi per un lungo periodo di tempo non pensare di poterti permettere gli stessi comfort che ti concedi durante le ferie dal lavoro. Escludi gli hotel, a meno di trovarti in un paese davvero economico. "Tanto sono posti noiosi," dice Shaw. "Il sacrificio è un elemento costante. Dovrai imparare a vivere con meno."

L'unica cosa su cui non bisogna mai scendere a compromessi è la sicurezza.

Un'altra voce di spesa molto importante è il cibo. Ma anche in questo caso, si può risparmiare. "Cerca di cucinarti da solo quanti più pasti possibili," dice Garcia. "Così facendo, risparmierai molto. E poi, fare la spesa è una delle esperienze più autentiche che puoi fare per scoprire un posto nuovo. Andare al mercato a comprare frutta e verdura in un paese che non conosci è divertentissimo!"

La cosa migliore di quando viaggi per molto tempo è che non hai i ritmi del turista. Non hai fretta di dover vedere tutto in poco tempo, puoi pianificare gli spostamenti in anticipo ed evitare la stagione di punta (e, quindi, risparmiare). Infine, visto che hai assoluta flessibilità, puoi iscriverti ai tour last minute a prezzi scontati.

"Anche se non hai scelto una meta economica, puoi sempre ridurre i costi scegliendo mezzi di trasporto lenti e seguendo l'esempio dei residenti," dice Reynolds. "Prendi i mezzi pubblici, esplora la natura e i luoghi all'aperto, mangia nelle osterie e cerca di entrare in contatto con gli abitanti del posto." La cosa più bella del viaggio è non avere fretta.

SII MOTIVATO

"Non rinuncerei mai alle esperienze che ho vissuto in viaggio, di sicuro non per un anno di stipendio e ufficio," dice Shaw. "È stata l'esperienza più bella della mia vita, ho visto posti pazzeschi, incontrato persone magnifiche e ho tantissime storie da raccontare."

Viaggiare per molto tempo non è una cosa da tutti, dice Reynolds. "Se non sei sicuro che faccia al caso tuo, inizia con qualche vacanza lunga, o chiedi sei mesi-un anno di aspettativa. Se l'esperienza ti convince, è il momento di dare le dimissioni e partire."

Altro da VICE
Vice Channels