Pubblicità
Food by VICE

Una startup vuole conquistare la Cina producendo carne di maiale vegana

Ravioli cinesi vegani? Potrebbero essere possibili se la carne di maiale di Omnipork ottenesse l'approvazione cinese.

di Jelisa Castrodale
27 aprile 2018, 12:35pm

Durante l'era d'oro di Saturday Night Live, agli inizi degli anni '90, Mike Myers interpretò Linda Richman, la conduttrice di "Coffee Talk", a cui piaceva iniziare conversazioni parlando di strane denominazioni. "Grape nuts [un tipo di cereali da colazione in scatola] non contiene né uva né noci" strillava. Oppure "Il Sacro Romano Impero non era né santo, né romano, né un impero. Questione chiusa!". Se lei e le sue lenti (degli occhiali) colorate fossero ancora in onda, probabilmente avrebbe dedicato un segmento al nuovo super-cibo vegano Omnipork, che non è né onnisciente, né maiale.

Una società chiamata Right Treat ha appena lanciato Omnipork a Hong Kong, nel tentativo di aiutare la Cina a ridurre il consumo di carne suina e a far tirare un sospiro di sollievo all'ambiente. La carne di maiale rappresenta il 40% della produzione mondiale di carne e la Cina ne consuma un tasso molto più alto rispetto ad altri paesi; secondo Right Treat, il 65 per cento di tutta la carne che appare sui piatti cinesi è carne di maiale, e il paese sceglie carne di maiale su manzo ad un ritmo di quasi 11 a uno.

L'azienda afferma che Omnipork è il primo prodotto al mondo 100% vegetale che sostituisce le carni suine. La sua base è una miscela di proteine, piselli, soia non OGM, funghi shiitake e riso. "Omnipork offre proteine vegane complete di alta qualità che soddisfano i fabbisogni del nostro corpo. Inoltre è privo di colesterolo, privo di antibiotici, privo di ormoni, cruelty-free, 71% più basso in grassi saturi e 62% più basso in calorie rispetto al vero maiale, mentre offre fibre molto più alte, 233% più alte in calcio e 53% in più di ferro" dice Right Treat.

L'azienda promette che la consistenza e il sapore del suo finto maiale è simile a quello vero (la CNN Money fece un test d’assaggio di ravioli di maiale e ravioli di Omnipork, e tutti dissero che potevano assolutamente trovare la differenza - ma che la pseudocarne era comunque "gustosa".)

Right Treat non è solo preoccupato per le nostre arterie: vuole offrire il sapore succoso e saporito della carne suina senza l'impatto ambientale su larga scala dell'allevamento suino. Secondo una ricerca pubblicata dall'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti (PNAS) la produzione alimentare basata sul bestiame è responsabile di circa un quinto delle emissioni globali di gas serra ed è "il principale utilizzatore di terreni e la fonte di inquinamento idrico da sovrabbondanza di nutrienti. "

Anche se il PNAS valuta la produzione di carne bovina come la più alta in termini di costo ambientale, allevare carne di maiale non è propriamente facile sul nostro pianeta, soprattutto a causa della cacca degli animali. (uno studio ha detto che una fattoria di suini su scala industriale con 80.000 animali potrebbe produrre 1,5 volte la quantità di rifiuti della città di Philadelphia - e in Cina si stima che ogni anno vengano prodotti 1,29 miliardi di tonnellate di rifiuti di maiale).

"Le lagune in cui sono immagazzinati questi rifiuti contengono agenti patogeni come la salmonella, insetticidi, agenti antimicrobici e altri prodotti farmaceutici e sostanze nutritive che causano inquinamento diffuso e deterioramento dei bacini idrografici", hanno scritto i ricercatori di Environmental Health Perspectives. E questi sgradevoli effetti collaterali ambientali si aggiungono alle emissioni di gas serra.

"La filosofia alla base di Right Treat è che crediamo sia possibile ottenere un patto reciprocamente fruttuoso, a lungo termine, tra il pianeta, l'umanità e gli animali", afferma Yeung.

Omnipork è in attesa di approvazione da parte delle autorità di regolamentazione cinesi e, se tutto andrà secondo i piani, dovrebbe essere disponibile per la vendita all'interno del paese entro la fine dell'anno.

Questo articolo è apparso originariamente su Munchies US

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram