Cosa sappiamo della sonda cinese atterrata sul lato oscuro della Luna

È la prima volta nella storia che succede e la NASA lo ha definito "un risultato impressionante."
lato nascosto Luna Cina
Immagine di copertina fornita dalla China National Space Administration il 3 gennaio 2019. È la prima fotografia ravvicinata del lato nascosto della luna scattata dalla sonda cinese Chang'e-4. (Xinhua/Xinhua tramite Getty Images)

La Cina è la prima nazione che ha fatto atterrare una sonda robotizzata sulla faccia nascosta della Luna — un enorme passo avanti per il programma spaziale di Pechino.

Alle 10:26 ora di Pechino (3.26 in Italia) la sonda Chang'e 4, ha completato con successo un "atterraggio morbido" nel bacino Polo Sud-Aitken. Si tratta del cratere più antico, più profondo e di maggiori dimensioni della Luna, una regione mai esplorata in precedenza.

Pubblicità

Un'immagine twittata dal China Global Television network è la prima foto ravvicinata del lato inesplorato del satellite terrestre.

L'annuncio è stato una sorpresa per molti in Cina. I media statali non hanno parlato dell'esito della missione fino a quando non ne è stato confermato il successo. Sembra che qualcuno abbia cercato di anticipare la notizia con tweet di congratulazioni eliminati rapidamente prima della conferma ufficiale dello sbarco avvenuta due ore dopo.

L'amministratore della NASA Jim Bridenstine ha twittato le proprie congratulazioni ai suoi colleghi cinesi subito dopo la conferma dell'allunaggio.

Cosa impareremo?

Il lander ora esplorerà il cratere, che misura circa 2.500 chilometri di diametro e 13 chilometri di profondità, concentrandosi su un'area chiamata cratere di Von Karman, ampia circa 185 chilometri.

Chang'e 4 condurrà esperimenti geologici per studiare l'impatto che ha creato l'enorme cratere agli albori della storia del satellite. I test potrebbero aiutare gli scienziati a comprendere meglio la struttura, la formazione e l'evoluzione della Luna.

Inoltre, la sonda condurrà anche esperimenti biologici per valutare la possibilità di allevare bachi da seta e coltivare pomodori sulla superficie lunare.

Infine, verranno anche testate un certo numero di telecamere, tra cui uno spettrometro che effettuerà osservazioni di radioastronomia a bassa frequenza. Gli scienziati ritengono che la parte nascosta della Luna potrebbe essere un luogo perfetto per tali esperimenti perché schermata dalle interferenze radio provenienti dalla Terra.

Pubblicità

Quali sono le sfide?

Dato che non ci possono essere collegamenti diretti con il lato nascosto della Luna, i dati e le immagini vengono inviati prima a un satellite che poi li rispedisce sulla Terra.

La Cina ha lanciato lo scorso maggio il satellite Queqiao — o Magpie Bridge — che orbita ad una distanza di quasi 65.000 chilometri dalla Luna. Il satellite sfrutta un fenomeno noto come punto di Lagrange — o punto di oscillazione nello spazio — che gli consente di mantenere una posizione relativamente stabile rispetto alla Luna e alla Terra. Queqiao risulterà visibile alle stazioni terrestri in Cina e in altri paesi, come l'Argentina.

Perché è così importante?

L'atterraggio è significativo: è il primo tentativo di esplorare il lato nascosto della Luna ed è anche il primo risultato ambizioso raggiunto in ambito spaziale dalla Cina.

Pechino, che ha intrapreso una nuova corsa allo spazio contro gli Stati Uniti e la Russia, ha annunciato nel 2017 che prevede di inviare astronauti sulla Luna, e che inizierà a costruire la propria stazione spaziale nel 2020.

Questo giovedì mattina, le azioni delle società aerospaziali cinesi sono aumentate di valore, con gli investitori incoraggiati dal successo dell'atterraggio.

Questo articolo è apparso originariamente su VICE News US.