Pubblicità
Cultura

Sesso orale, dildo e pipì: foto inaspettate del porno vittoriano

C'è stato un tempo in cui il porno era molto, molto diverso.

di Rebecca Kamm
13 ottobre 2017, 6:20am

Attenzione: il post è pieno di immagini NSFW.

In epoca vittoriana, per la prima volta l'erotismo ha incontrato la fotografia e poi la carta stampata. E per certi versi, le immagini dell'epoca appaiono molto più disinibite, dirette e spensierate del porno a cui siamo abituati oggi.

Kate Lister è un'autorità in fatto di storia del comportamento sessuale. È anche la persona dietro il sito e il profilo Twitter Whores of Yore. Ci ha mandato le sue foto preferite della scena erotica del 1800, scattate principalmente a Parigi, luogo da cui venivano spedite in Inghilterra in modo molto discreto e vendute sotto banco. Abbiamo chiesto a Lister di parlarci di questo periodo, e delle storie dietro alcune delle foto.

VICE: Ciao Kate, quali sono le differenze più grandi tra il porno moderno e le foto porno di cui ti occupi?
Kate Lister:
Quelle vittoriane sono immagini di sperimentazione, di indagine sul concetto di 'sensuale'. In molte di queste si testano sfondi diversi—per esempio, non è raro trovarci animali imbalsamati. Un cane, un maiale, ma anche oggetti completamente casuali. Si percepisce anche che le persone ritratte si divertono. Nell'epoca vittoriana c'erano norme sessuali diverse—alcune buone, altre meno, ma l'idea per cui la donna andava sempre dominata non sembrava essere tra queste. L'orgasmo della donna era incredibilmente importante in epoca vittoriana.

Davvero?
Certo. La letteratura è piena di orgasmi femminili. Si credeva che le donne per rimanere incinte avessero bisogno dell'orgasmo. Quindi il piacere femminile era molto enfatizzato—tenendo anche a mente che si trattava di rapporti volti a procreare.

Ovviamente in tutte le epoche non esiste un'unica regola sessuale. Le riviste scientifiche di epoca vittoriana di fatto dicono che l'orgasmo non fa bene, perché ti prosciuga le energie. E alcune donne venivano addirittura internate perché si masturbavano troppo. Ma se guardi alla letteratura erotica vittoriana, tutti hanno orgasmi. Sono fissati con gli orgasmi.

Come era raffigurato il piacere femminile nell'erotica vittoriana?
C'è il sesso orale, un sacco di sesso orale, e alle volte c'è il sesso di gruppo e i dildo. Ci sono un sacco di strap-on e orge. C'è qualsiasi cosa tu possa pensare. Molto spesso le donne sono in posizioni dominanti, cioè sopra. Spesso sorridono, e anche l'uomo. C'è un senso di divertimento. C'è qualcosa di incredibilmente umano in quelle foto.

Anche i corpi sono più naturali.
Sì, non sono toniche e sono pelose, e l'uomo non ha un pene di 20 centimetri e spesso è tendente al calvo.

Guardando agli archivi, ci sono dei temi che spiccano?
Sembra che amassero particolarmente i frustini. E la pipì. Non è che in epoca Vittoriana non ci fossero pregiudizi in generale sul sesso o sulle diverse pratiche, ma se guardi la pornografia nel suo complesso, non solo risulta molto divertente agli occhi moderni, ma è anche piuttosto intima, tenera e calorosa.

Guarda altre foto sotto. Segui Rebecca su Twitter.