Questo collezionista ha trovato della droga in delle cartucce del NES

Fortunello.
17.4.18

Julian Turner è un collezionista appassionato di retrogaming. Qualche tempo fa, ha acquistato in un mercatino dell'usato in Georgia, negli Stati Uniti, delle copie di Golf e Rollergames per la prima console Nintendo, la NES, scoprendo che erano imbottite di droga. La storia è stata riportata da Kotaku. Mentre la scoperta è stata immortalata in un divertente video di unboxing pubblicato su YouTube.

Le cartucce di Golf e Rollergames trovate da Turner sono in formato PAL, cioè adatte alle versioni per Europa e Australia del NES, una rarità che il collezionista non poteva farsi sfuggire. Tuttavia, una volta esaminate a casa, si è accordo che pesavano circa il 50 percento in più delle altre cartucce. Così, ha provato ad aprire il retro delle cartucce. La differenza di peso era dovuta al fatto che al loro interno, si nascondevano ben quattro pacchetti di droga.

Dando prova di ammirabile senso civico, il collezionista ha allertato la polizia, che ha subito avviato le indagini. Gli ufficiali del Newnan Police Department hanno stabilito che le cartucce erano in circolazione da molti anni, ma non è stata ancora resa nota la sostanza che contenevano.

In Europa, per la precisione in Olanda, a marzo, quattro persone sono state arrestate per aver nascosto LSD, cocaina e MDMA in cartucce stampate in 3D per assomigliare alle Famicom per spedirle a Singapore, in Australia e Nuova Zelanda. Negli Stati Uniti, invece, nel 2012, un altro collezionista aveva trovato sempre all'interno di un'altra copia di Golf 5.000 dollari in contanti che risalevano al 1985. Tutto questo dovrebbe portarci a riconsiderare il videogame. Forse Golf ha qualcosa di speciale che non abbiamo colto?

Seguici su Facebook e Twitter.