Pubblicità
Tech by VICE

Pornhub ha finalmente rimosso 'Girls Do Porn'

La casa di produzione pornografica è sotto accusa da mesi per aver circuito decine di donne e per traffico sessuale. Questa settimana, Pornhub ha finalmente rimosso i suoi contenuti dal sito.

di Samantha Cole e Emanuel Maiberg
17 ottobre 2019, 9:42am

Immagine via Pexels/Dương Nhân 

Pornhub, uno dei siti più visitati al mondo, non ospita più una pagina ufficiale e i contenuti video di Girls Do Porn, un'azienda che ha circuito decine di donne convincendole a girare filmati per adulti, mentendo sul fatto che sarebbero poi stati distribuiti massicciamente online.

La settimana scorsa, i proprietari e gli impiegati di Girls Do Porn sono stati accusati di traffico sessuale.

Fino a pochi giorni fa, Pornhub consentiva a Girls Do Porn di tenere caricati sul sito decine di video—persino dopo che 22 donne che figurano in questi video hanno fatto causa alla casa di produzione per frode, danni emotivi e appropriazione indebita della loro immagine. Il processo civile va avanti da agosto; a settembre, un operatore che ha lavorato per Girls Do Porn ha testimoniato davanti al tribunale, dicendo che l'azienda aveva ingannato le donne e le aveva spinte a fare sesso davanti alle videocamere, dopo aver promesso che il contenuto non sarebbe mai stato distribuito su larga scala o pubblicato online.

Pornhub ha confermato a Motherboard che il canale è stato rimosso in seguito all'atto d'accusa federale. Un portavoce di Pornhub ha attribuito questa dichiarazione al VP di Pornhub, Corey Price: "Alla luce dei nuovi capi di imputazione criminale contro Girls Do Porn, abbiamo rimosso tutti i contenuti caricati e il canale da tutti i siti parte della rete di Pornhub."

Le donne apparse nei video di Girls Do Porn e che hanno parlato con Motherboard, così come alcune delle parti querelanti della causa civile, hanno detto che per colpa del fatto che Girls Do Porn ha pubblicato i video su Pornhub sono state vittime di doxxing. E nel momento in cui le loro identità sono state esposte, per cui anche membri delle loro famiglie e comunità sono venuti a sapere dei video, diverse hanno iniziato a subire molestie che perdurano tutt'ora, a soffrire di depressione e ad avere pensieri suicidi.

In seguito all'indagine intrapresa da Motherboard a luglio sul ruolo giocato da Pornhub nel diffondere i video online, Pornhub ha parlato con gli avvocati della parte lesa, ha rimosso diversi dei video in questione dalla piattaforma ed eliminato Girls Do Porn da molte delle sue pagine promozionali in cui Girls Do Porn era elencata tra i partner premium e come fornitore di contenuti "top shelf."

Fino all'inizio di questa settimana, Pornhub continuava a ospitare la pagina ufficiale di Girls Do Porn, così come decine di video con milioni e milioni di visualizzazioni. Ora, quella pagina è scomparsa del tutto. Sembra inoltre che qualsiasi contenuto di Girls Do Porn sia stato rimosso anche da Youporn, un altro sito porno di proprietà della società madre di Pornhub, Mindgeek.

Ma nonostante la rimozione della pagina ufficiale, i video di Girls Do Porn continuano a vivere su Pornhub e altri siti in versioni complete non ufficiali, clip estratte e compilation caricate dagli utenti.

Contemporaneamente, anche molti lavoratori dell'industria del porno hanno condannato Girls Do Porn, concordando nel definirlo un'associazione di crimine organizzato, non un sito porno.

"Nessuna azienda di pornografia che si rispetti opera nelle modalità di GirlsDoPorn. Questo caso non rappresenta un'eccezione statistica, si tratta di atti criminali terribili filmati e sfruttati per ricavare un profitto," ha detto a Motherboard Alison Boden, CEO di Kink.com. "Penso che il caso di Girls Do Porn dica molto di più sulla nostra società che sull'industria del porno."

Tagged:
πορνό
pornhub
youporn
doxing
traffico sessuale