La pastafariana a cui è stato impedito di indossare lo scolapasta nella foto della patente

Un tribunale olandese ha deliberato che quella del Prodigioso Spaghetto Volante non è, in effetti, una religione.

Una delle regole non ufficiali del fare la foto per un documento di identità è che non importa quanto tempo spenderai a prepararti, finirai sempre per odiare il risultato finale. Che sia un badge identificativo per il lavoro, il passaporto, o la patente, è sicuro che sembrerai sempre uno che si è appena svuotato una confezione di sonniferi nella bocca, o che il fotografo abbia scattato appena avete cliccato su un link “NSFW.” La studentessa olandese di legge Mienke de Wilde è particolarmente irritata dai risultati della sua foto sul documento di identità, principalmente perché le è stato impedito di indossare un colapasta sulla testa.

Pubblicità

De Wilde è una pastafariana, membro della Chiesa del Prodigioso Spaghetto Volante, e ha obbiettato che indossare un colapasta è espressione della sua religione. Il tribunale olandese ha fortemente dissentito, e detto che non può coprirsi la testa nelle sue foto del passaporto o della patente, perché il Pastafarianesimo è una parodia, non una religione vera.

Secondo il NOS, nella sentenza è stata citata la Corte Europea dei Diritti Umani (ECHR), la quale stabilisce che un movimento deve avere “persuasività, serietà, coerenza, e importanza per essere considerato una religione". Secondo loro il Pastafarianesimo non rispetta questi criteri.

La battaglia di De Wilde è cominciata due anni fa, quando i funzionari del Comune della città di Nijmegen le hanno detto che non poteva utilizzare lo scolapasta nella foto di un qualsiasi documento di identità. (La sua patente era scaduta, quindi non poteva guidare, dal momento che la sua richiesta era stata respinta). Invece che arrendersi, si è rivolta al tribunale. Poi al Consiglio di Stato. E ora, nonostante il fatto che si sia pronunciato a suo sfavore, sta pensando di portare il suo caso alla Corte Europea dei Diritti Umani.

"Posso immaginare che sia tutto molto strano se non ci credi" ha detto De Wilde al quotidiano Algemeen Dagblad “Ma accade lo stesso con molte cose in cui non si crede - persone che camminano sull'acqua, ad esempio. Io penso che le altre religioni siano incredibili".

Pubblicità

Per chi non lo sapesse, la Chiesa del Prodigioso Spaghetto Volante è stata creata nel 2005 dall'allora ventiquattrenne Bobby Henderson, il quale ha scritto una lettera aperta al Kansas State Board of Education, suggerendo che se le scuole insegnavano la Creazione, dovevano anche dedicare una parte del curricula al 'Flying Spaghetti Monster'. Henderson ha poi scritto il 'Gospel of the Flying Spaghetti Monster,' in cui si parla della creazione dell'Universo e degli otto comandamenti, chiamati "Io preferirei davvero che tu evitassi" ("Io preferirei davvero che tu evitassi di sfidare, a stomaco vuoto, le idee odiose, bigotte e misogine degli altri", ad esempio).

Nel 2015 Chiesa del Prodigioso Spaghetto Volante è stata ufficialmente riconosciuta dal governo della Nuova Zelanda, e da quel momento i suoi ministri hanno l'autorità di celebrare matrimoni nel paese. Anche se negli Stati Uniti non è considerata una religione, alcuni seguaci hanno avuto il permesso di indossare il colapasta sulla testa nella foto della patente; il caso più recente è quello di Sean Corbett, che ha vinto la sua battaglia contro il governo dell'Arizona. Ma solo un giorno dopo lo stato ha sentenziato che questo avrebbe reso nulla sua patente.

"Qualcuno potrebbe dire che la religione standard è una versione satirica della nostra religione" ha detto Corbett a USA Today "Penso che il vero punto sia che, se includi uno, devi includere tutti. Se rispetti il credo di uno solo, devi rispettare il credo di tutti".

Pubblicità

In effetti, questo ha così tanto senso, che probabilmente è il motivo per cui i Pastafariani incontrano così tanta resistenza. Continuate la vostra battaglia.

CORREZIONE: inizialmente nell'articolo originale descriveva in modo errato la corte come danese e non olandese. MUNCHIES si scusa dell'errore.

Segui MUNCHIES su Facebook e Instagram

Vuoi restare sempre aggiornato sulle cose più belle pubblicate da MUNCHIES e gli altri canali di VICE? Iscriviti alla nostra newsletter settimanale.


Questo articolo è originariamente apparso su Munchies US.