Salute

Partecipa al più grande sondaggio europeo sul consumo di droga durante la quarantena

L'Osservatorio Europeo di monitoraggio delle droghe vuole capire come sta cambiando il consumo durante la pandemia. Le risposte si danno tutte in forma anonima.
20 aprile 2020, 7:53am
droghe-coronavirus
Foto Shutterstock/Couperfield.

La pandemia in corso ha cambiato le abitudini di tutti, e questo vale anche per i consumatori di sostanze, occasionali e non: come stanno reagendo?

L’EMCDDA, l'Osservatorio Europeo di monitoraggio delle droghe e delle tossicodipendenze, si occupa di analizzare e fornire dati per aiutare la ricerca, l’elaborazione di strategie, e stimolare un consapevole dibattito sul consumo di droga a livello europeo.

Per capire come il Covid-19 e le misure restrittive stiano mutando il panorama del consumo, in termini di “danni emergenti, sfide e pratiche" con cui i paesi possono rispondere "a questa sfida di salute pubblica,” l'EMCDDA ha attivato in tutta Europa un sondaggio online.

L’indagine si chiama Mini-European Web Survey on Drugs: COVID-19, possono partecipare i consumatori maggiorenni, e funziona rispondendo in maniera sicura e completamente anonima a un semplice e breve questionario. Le domande coprono il consumo (occasionale o meno) pre-quarantena e quello durante, e riguardano sostanze come cannabis, MDMA, cocaina, anfetamine, LSD, eroina e sostanze sintetiche. Per accedere ai testi in italiano, una volta sulla pagina è possibile selezionare la lingua da un menù a tendina sulla destra.

Della raccolta dei dati italiani si sta occupando la sezione di Epidemiologia e Ricerca sui servizi sanitari del CNR di Pisa, che ha attivato la Web Survey italiana. “Lo scopo dello studio è conoscitivo. Abbiamo un'urgente necessità di conoscere il nuovo mercato delle droghe, mapparne i pattern di uso e capire come variano nel tempo e tra le diverse generazioni. Soprattutto in un'ottica di educazione all'uso,” spiegano fonti del CNR di Pisa.

Che fine faranno le risposte all'indagine? Una volta elaborati, i risultati saranno pubblicati online in aggiornamenti mensili sul sito dell’EMCDDA e completeranno una serie di attività dell’osservatorio europeo sul Covid-19 sui modelli di consumo di droghe nei paesi dell'UE. Il primo aggiornamento è previsto nella seconda settimana di maggio.