Pubblicità
Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
Stuff

Confessioni di un bananafobico

Essere terrorizzati dalle banane non è così assurdo come sembra.

di Milene Larsson, Alice McKeever
01 aprile 2012, 2:40pm

Avere paura delle banane—la cura più dolce a depressione, sindrome premestruale, dopo-sbronza, punture di zanzara e ulcera—sarebbe da pazzi, giusto?

Eppure, la bananafobia è un problema reale. In alcuni casi, le persone che soffrono di questo disturbo non riescono neanche ad attraversare il reparto ortofrutta di un supermercato senza urlare come dei pazzi. La cosa ci ha piuttosto sconvolti, così abbiamo chiamato una banan-analista, la quale ci ha spiegato che, come le altre fobie, quella delle banane è legata al ricordo di una brutta esperienza. Per esempio essere obbligati a mangiarne un quintale da uno zio ubriaco, oppure rientrare nei 300 inglesi che ogni anno si ritrovano al pronto soccorso dopo essere scivolati su una buccia di banana.

Per capirne di più, abbiamo fatto quattro chiacchiere con un gruppo di bananafobici. A tutti è stato garantito l’anonimato a causa della gravità del loro disturbo.

Quando è iniziata la tua fobia?
Madeleine, 22 anni:  È iniziato tutto durante una giornata sportiva alle elementari. Ricordo di essermi svegliata di buon umore, perché sapevo che ci avrebbero dato il pranzo al sacco. Di solito c'era anche il dolce, e non vedevo l'ora di scoprirlo. Così, quando ho aperto il sacchetto e ci ho trovato dentro una banana marcia, sono rimasta scioccata. Ero immobile, nel panico più totale, circondata da centinaia di bambini che mangiavano le loro banane. Le bucce erano sparpagliate sul prato come tarantole gialle. Non ho fatto la corsa col sacco perché non sono riuscita ad attraversare il campo pieno di bucce per arrivare alla linea di partenza. Il giorno dopo metà scuola era a casa con il mal di stomaco. Penso fosse a causa delle banane andate a male.

Come ti senti quando vedi qualcuno che mangia una banana?
Male! Come se qualcuno mi tirasse un pugno nello stomaco.

Cosa faresti se trovassi il tuo ragazzo/la tua ragazza che mangia una banana?
Non penso che riuscirei a stare con qualcuno che mangia una banana in mia presenza. La mia coinquilina ed io avevamo un accordo per cui lei non le poteva tenere all’interno dell’appartamento. Una volta le ha nascoste nella credenza. Ho sentito l’odore, e abbiamo litigato. Ma l’esperienza peggiore risale a una festa, quando due miei cosiddetti amici hanno iniziato a colpirmi con delle banane. Non c’erano vie di fuga. Mi sentivo in trappola.

Ciao Charlie, quand’è la prima volta che hai avuto paura delle banane?
Charlie, 38 anni, ex-bananafobico: Ho avuto la fobia fino ai trent’anni, ma la cosa è iniziata nell'infanzia. Nella fase più acuta era come se, condividendo uno stesso spazio, la banana riuscisse ad avere un completo controllo su di me.

Cosa pensi abbia innescato questa fobia?
Ho dei terribili ricordi di mio fratello maggiore che mangia la banana schiacciata. Probabilmente una volta me ne ha anche tirato un piatto addosso. Se mi capita di vederne una in quella forma, persino oggi non posso fare a meno di pensare che sia viscida e disgustosa, e anche se non ricordo esattamente l'evento che ha scatenato il tutto, temo che potrei essere stato obbligato a mangiarne una da bambino. 

Hai mai scoperto una delle tue fidanzate mentre ne mangiava una?
No, ma una volta una mia ex me ne ha messa una nello zaino per scherzo. Non le ho parlato per una settimana.

Hai mai mangiato una banana?
Nel 2003, durante una settimana bianca, i miei amici hanno provato a farmela mangiare dopo che gli avevo confessato di non averne mai assaggiate. Mi sono sforzato, ma più di una volta ho avuto dei conati. Comunque, da allora mi sono riconciliato con le banane. Ma una banana spappolata o troppo matura continua a darmi la nausea. Anche il solo pensiero mi fa stare male.

Quando è nata la tua fobia?
Lela, 59 anni, ex-bananafobica: Avevo 13 anni. All’inizio l’odore mi dava il voltastomaco, poi il solo vederne una mi provocava la nausea. Successivamente la situazione è precipitata, e mi bastava vederne una per avere un attacco di panico.

Cosa provi quando vedi uno che mastica una banana?
Mi viene voglia di scappare. A volte, se solo avevo la sensazione che ci fossero banane in zona, non entravo in una stanza. Dovevo sapere in anticipo dove si trovava il reparto frutta in un negozio, così da evitarlo. Durante il trattamento di ipnosi per guarire la fobia, vedevo banane che si trasformavano in pistole di madreperla puntate contro di me, come se mi volessero uccidere.

Qual è il tuo peggior ricordo legato alle banane?
Una volta, al lavoro, una collega mi si è avvicinata alle spalle tenendo in mano una banana sbucciata. Ce l'avevo in faccia! Sono saltata in piedi, volevo urlare... ma non ci riuscivo, così sono scappata. La mia collega mi ha seguito con la banana ancora in mano. Non avevo la forza di respirare per dirle di andare via. Mi sono accucciata a terra, mentre lei cercava di confortarmi con quella cavolo di banana ancora in mano.

Ciao Dan, ricordi com’è iniziata la tua fobia?
Dan, 37 anni: So solo che è iniziato tutto nel periodo che va dai tre ai dieci anni. Di recente ho trovato una foto di me da piccolo mentre mangio una banana, quindi non è una fobia che ho dalla nascita. La mia prima memoria collegata alle banane risale a quando ho scoperto che anche mio cugino le odiava—alla fine, sono in tanti quelli come noi. Penso che le banane abbiano qualcosa di particolare.

Perché hai paura delle banane?
Non hanno né l’aspetto né l'odore di qualcosa che si mangia. Anche la buccia mi dà il voltastomaco.

Qual è il tuo ricordo più brutto legato alle banane?
Condividevo l'ufficio con un’altra persona che non sopportava le banane, e un giorno qualcuno ne ha lasciata una sulla scrivania. Nessuno di noi due voleva toglierla, e quando abbiamo finalmente deciso di sbarazzarcene era diventata nera e molle. Appena ho provato a raccoglierla si è spezzata, rendendo le operazioni di pulizia ancora più difficili e nauseanti.

Ciao Bill, ho sentito che hai paura solo delle banane ammaccate.
Bill, 52 anni: Sì, se vedo banane ammaccate o persone che le mangiano, mi sento male. Da Starbucks, qui negli Stati Uniti, vendono banane alla cassa, nel caso i clienti ne vogliano mangiare una insieme al caffè. La maggior parte delle volte quelle in cima al mucchio sono ammaccate, e la cosa mi impedisce di comprare le altre, per paura che l’ammaccatura si sia diffusa.

La canzone delle banane Chiquita ti fa rabbrividire?
No, mi piace e la so anche a memoria. Le banane in quel video sono bellissime. Grazie a Dio gli specialisti del marketing sanno che non è bene mostrare banane ammaccate in TV.

Illustrazioni di Sam Taylor.

Leggi anche:

Sei storie di merda

Quattro storie finite male

Tagged:
Vice Blog