FYI.

This story is over 5 years old.

arte

Un arcobaleno di bambù illuminerà un'installazione del MoMA

A colpo d'occhio questi bambù sono un bellissimo arcobaleno, ma in realtà parlano di uno dei problemi più gravi del nostro pianeta.
3.7.14

Dopo il pieno di colori del pride di New York, il Museum of Modern Art ospiterà un magnifico tecno-arcobaleno scintillante fatto di bambù per una imminente mostra intitolata Uneven Growth: Tactical Urbanisms for Expanding Megacities, che si concentra sulle soluzioni per la sovrappopolazione. I tanti colori e sfumature dell'arcobaleno saranno sparsi per l'installazione chiamata A Temporary Temple Pavilion. Circa 1800 bambù colorati di altezza crescente creeranno un'onda di colori, e saranno enfatizzati da dei LED impiantati, luci alogene esterne e adesivi catarifrangenti che daranno vita allo spettacolo.

Pubblicità

Il padiglione arcobaleno è stato progettato originariamente dall'artista indiano Abin Chaudhuri per proteggere un idolo spirituale come parte di un festival socio-religioso di Hoogly, nel Bengala Occidentale in India. Adesso sarà incluso nella mostra del MoMA grazie alla sua costruzione architettonica (che dà l'impressione di un movimento costante e di una migrazione) che rappresenta il momento in cui, secondo la descrizione dell'evento del MoMA, "la popolazione mondiale raggiungerà gli otto miliardi. Due terzi di essa vivrà nelle città e la maggior parte sarà povera."

Non sappiamo se il lavoro di Chaudhuri voleva dirci che il futuro sarà segnato dai cittadini che si spostano di città in città, ma ci piace l'idea di una mostra di gruppo che, attraverso mezzi improntati sul design e sulla bellezza, indaga un problema ormai onnipresente e che affligge il nostro pianeta. Il dibattito sulla sovrappopolazione non deve per forza essere tetro. Un'opera come A Temporary Temple Pavilion dimostra che gli artisti possono concentrarsi sui temi d'attualità anche angoscianti lasciandoci comunque a bocca aperta.

Immagini via

h/t Designboom