FYI.

This story is over 5 years old.

"Dead Man Zero" pubblica i tuoi documenti se vieni ucciso in un complotto

Se vi sentite dei potenziali Snowden.
Immagine: Shutterstock

Con tutte le teorie cospiratorie che riguardano alcune morti di alto profilo, come puoi tu, aspirante informatore con documenti sensibili, essere sicuro che le tue informazioni vengano diffuse se vieni ucciso a causa di un complotto governativo? Un nuovo servizio della darknet è quello che fa per te.

'Dead Man Zero' rassicura tutti voi, potenziali informatori, offrendovi un sistema che pubblicherà automaticamente e farà diffondere i vostri documenti segreti nel caso veniste uccisi, incarcerati o feriti.

Pubblicità

"E se vi succedesse qualcosa?" afferma il sito. "Specialmente se siete nel giusto e siete in possesso di informazioni su qualcosa di cattivo o di sbagliato stia succedendo nella società o all'interno del governo. Devono essere presi dei provvedimenti se venite danneggiati, incarcerati o anche assassinati perché cercate di offrire un servizio di verità rischioso per la nostra libera società."

"Ora sarete protetti. Se vi "succede qualcosa" le vostre rivelazioni verranno rese pubbliche, a prescindere," promette il sito.

Tutto ciò accompagnato dall'immagine obbligatoria di Jack Bauer, il protagonista di 24:

Screenshot: Dead Man Zero

Il sito sostiene di funzionare in modo molto semplice. Prima di tutto carichi i tuoi file, criptati, a un servizio di archiviazione cloud. Includi poi il link con la password e una descrizione opzionale del tuo materiale. Il sito aggiungerà un ulteriore strato di criptazione. Ti viene poi assegnato il tuo URL da cui accedere, ovviamente accessibile solo con Tor.

Se non fai il login per un giorno, una settimana o un mese (queste sono le opzioni) i tuoi documenti con rispettive password saranno pubblicati sul sito e mandati a una lista di indirizzi mail che fornisci; probabilmente indirizzi di giornalisti che credi renderanno giustizia alla tua storia, o al tuo avvocato. Si può accedere al sito anche via smartphone, presupponendo che tu da lì abbia l'accesso alla darknet.

"Se il corso degli eventi prende il sopravvento, puoi ancora prendere il sopravvento sui tuoi nemici," afferma il sito. Per caricare i propri archivi è richiesto il pagamento di 0,30 bitcoin (circa 93 euro), e secondo il sito sono già stati caricati 399 archivi, di cui 17 verranno pubblicati presto se i proprietari non faranno il login in entro le prossime 24 ore.

Pubblicità

I creatori hanno scritto che il sito è una risposta ai vari scandali legati all'NSA, e fanno riferimento a un (ora modificato) articolo intitolato "Obama ordina ai federali: spiatevi a vicenda," alludendo alla guerra del governo contro gli informatori e i divulgatori di documenti segreti.

Ho cercato di contattare gli admin di Dead Man Zero attraverso il sito, ma non ho ricevuto risposta.

è CONSIGLIABILE GUARDARE DEAD MAN ZERO E IL SERVIZIO CHE OFFRE CON UNA SANA DOSE DI SCETTICISMO

Ci sono alcune cose che i potenziali Snowden però dovrebbero considerare: prima di tutto, chi ci dice che i gestori del sito faranno quello che promettono?

Chiunque abbia intenzione di divulgare documenti sensibili dei piani alti di governi o aziende probabilmente ha già esperienze nelle operazioni di sicurezza, e forse farebbero meglio a fidarsi del proprio operato piuttosto che quello di terzi.

Certo, si dice che Snowden avesse il suo sistema "dead man" per pubblicare i documenti—ma l'esperto di sicurezza Bruce Schneier ha affermato che non è stata la migliore delle idee, considerando che qualcuno avrebbe potuto tentare di assasinare Snowden, o impedirgli di loggarsi per fare intenzionalmente diffondere i documenti.

C'è poi il fatto per cui caricare il proprio materiale sul cloud senza dubbio non esalta chi è già preoccupato per questioni di sicurezza. Anche se Spideroak (uno dei servizi consigliati) fornisce un servizio che si dice sia a "zero knowledge" e garantisce la sicurezza dei vostri dati, chi è particolarmente preoccupato per la privacy continuerà a non essere propenso a condividere i propri segreti sul cloud.

Pubblicità

I creatori di Dead Man Zero affermano che se tenessero l'archivio dei documenti sui propri server—potenzialmente documenti sensibili da tutto il mondo—correrebbero il rischio di essere attaccati.

Infine gli aspiranti informatori potrebbero semplicemente dimenticarsi di fare il login entro i termini stabiliti, portando così alla divulgazione dei propri file segreti.

Insomma, è meglio guardare Dead Man Zero e il servizio che offre con una sana dose di scetticismo.

Nella sezione FAQ si trova l'interrogativo sul fatto se il sito continuerà a funzionare tra uno, cinque o dieci anni. Come possiamo saperlo?

"Non si può sapere," scrivono i creatori di Dead Man Zero. "Ma conosciamo alcune persone che hanno gestito server con elevate prestazioni e alti livelli di sicurezza (PCI-DDS come minimo) non-stop dal 1993. Sono 20 anni. Ci sono buone probabilità che il servizio di cui avete bisogno funzionerà ancora per tanto."

Non dimenticatevi di fare il login, però.