Food by VICE

Il Cafe Diana è perfetto per festeggiare il fidanzamento del principe Harry

L'inquietante bar in questione è tappezzato d'immagini e cimeli dedicati alla principessa.

di Ruby Lott-Lavigna
05 dicembre 2017, 5:45am

Foto dell'autrice.

Mentre gustate una bella frittura, vi è mai capitato di sentire la mancanza di qualcosa? Tipo lo sguardo fisso di un membro reale della famiglia britannica morto che vi scruta dalle cornici dei quadri che tappezzano il muro? No, vero? E non vi è mai salito il desiderio di curare una sbronza con una colazione unta, fatta di fagioli e salsicce spugnose, da consumare rigorosamente vicino a un cartonato in bianco e nero della Principessa Diana?

In caso affermativo, beh, siete fortunati! Il bar Cafe Diana è proprio a tema Lady Diana e vanta un menù che spazia dal comunissimo bacon alla cucina irachena, e si trova nel centro di Notting Hill, a pochi passi da Kensington Palace. Nel locale sia i monarchici che i turisti possono scegliere tra falafel, patate cotte al forno, involtini di foglie di vite e kebab, circondati da foto e gigantografie della Principessa Diana. Perché non dovrebbero esserci foto a grandezza naturale di Lady D, dopotutto?

Falafel, sottaceti, hummus, pitta e insalata al bar Diana. Tutte le foto sono dell'autore.
Kofta all'agnello.

Di primo acchito, il Cafe Diana può sembrare la classica trappola per turisti made in UK, se non fosse per l'elevato numero di londinesi a cui piace davvero frequentarlo. Da quando ha aperto nel 1989, il bar non ha mai smesso di crescere di popolarità, e ora consta di una demografia di clienti simile, metaforicamente, alle pietanze che serve: un amalgama improbabile di classe media, poliziotti, studenti e iracheni in cerca di cibo tradizionale cotto in casa.

Ovviamente, dato il turbinio di notizie riguardanti il recente fidanzamento fra il Principe Harry e l'attrice americana Meghan Markle, ci è sembrato naturale fare visita al locale più monarchico di Londra. Appurati i sempre più numerosi confronti fra Diana e Meghan, poi, ci è anche sembrato necessario elargire le nostre opinioni in merito.

Cercando di calmare i miei istinti repubblicani, mi sono diretta verso ovest. Fa freddissimo fuori ed è inverno, però una bella sensazione di caldo sopraggiunge non appena valico la soglia del Cafe Diana. Non è pienissimo di gente ma noto subito i clienti abituali in una delle sale, fra cui gli amici del proprietario e un tizio decisamente posh preso da conversazione sul caffè con una delle cameriere.

Delle lucine quasi incantate contornano le foto, illuminando a loro volta le pareti del bar. Ogni foto e quadretto raffigura i mille volti della Principessa, da quelli di madre di Harry e William alle giornate sportive, a quelli in cui posa con vari cappelli per le copertine dai magazine più glamour, e ancora a quelli in cui fa rafting con Carlo. Nonostante io stessa abbia in realtà frequentato parecchio il bar quando ero piccolina, gioendo dei suoi piatti, non mi sono mai resa conto quanto fosse bizzarro prima d'adesso. E per "bizzarro" intendo intriso di sentimenti monarchici a loro volta costretti su di un cucchiaio bisunto utilizzato per servire cibo iracheno, a metà fra un ristorante Zizzi e un pub gastronomia. Se c'è però una cosa che già percepivo da bambina, tuttavia, è la gentilezza del personale. Non faccio in tempo ad entrare, che subito una cameriera sorridente mi dà il benvenuto, salutandomi.

Gli interni del locale.

L'intero concept del locale è nato dalla mente del proprietario, Abdul Daoud, dopo un avvistamento.

"Stavo aspettando una consegna e mi passano davanti Diana, Harry e William," ricorda Daoud, seduto davanti a me a un tavolino. "Così ho pensato, ok, lo chiamerò Cafe Diana."

Dopo aver lasciato Baghdad e il ristorante del padre in cui aveva lavorato, Daoud si è trasferito nel Regno Unito per portare le sue kofta d'agnello e la sua smisurata passione per i reali britannici a Londra.

"Ho pensato, forse l'idea le piacerà. O forse penserà io sia uno squilibrato."

"No!" ho risposto intrappolata in quella che è di fatto un'ode iconografica alla Principessa, con più di 40 paia d'occhi di Lady D puntati addosso. "Sicuramente non uno squilibrato."

"Beh, sempre meglio che Cafe Abdul," ribatte ridendo.

Ordiniamo un sandwich con pollo arrostito (che poi è quanto di più vicino al "pollo di fidanzamento" del Principe Harry, anche perché il bar serve quasi solo scaloppine di pollo). Tra un sorso di caffè e l'altro, Daoud è felice di raccontarmi l'attenzione che il Cafe Diana ha ricevuto durante gli anni. Diana stessa ha vissuto a poche centinaia di metri di distanza dal locale.

"Quando addobbavo le vetrine per il Natale, la beccavo a guardare verso il locale. Temevo potessero non piacerle, poi un giorno l'ho vista indicare il locale, era con i figli e sorrideva. È stato allora che è entrata."

Purtroppo Lady D non ha ordinato le famosissime polpette kofta di Daoud.

"Ha ordinato un cappuccino per sé e un caffè per la sua guardia del corpo," ricorda. "Mi ha chiesto il nome e da dove venissi, mettendomi a mio agio."

Daoud mi rivela che persino Harry ha visitato il bar, ordinando una piatta e un Twix. Appena me lo racconta, io colgo la palla al balzo per parlare del fidanzamento.

Abdul Daoud, 61, the owner of Cafe Diana.

"Sono molto felice, sono una coppia bellissima. Sua mamma sarebbe così contenta!" dice Daoud. "Abbiamo appena celebrato il ventesimo anniversario della morte di Diana e un sacco di ricordi tristi sono riaffiorati. Avevamo bisogno di una buona notizia. Mi ha reso felice."

Sebbene i reali britannici abbiano oltrepassato la porta del Cafe Diana solo per del caffè e delle barrette di cioccolato, non posso fare a meno di chiedermi se il locale possa trasformarsi o meno in una location per un ricevimento nuziale non ufficiale per gli sfortunati che non sono stati invitati al matrimonio. Ovviamente sì, e Daoud ha già qualche idea.

"Manderò le mie congratulazioni agli sposi. Li inviterò qui, ma comunque loro sono sempre i benvenuti. Anzi, voglio rendere ufficiale l'invito proprio ora. Abbiamo festeggiato William e Kate fino alle 3 della mattina e faremo lo stesso per il Principe Harry e Mehan."

Meg, Harry, se ci state leggendo sappiate che vi abbiamo trovato il locale per l'afterparty.