Quando Eminem è quasi diventato campione del mondo di Donkey Kong

Mentre si impegnava a diventare il Dio del rap Eminem passava ore e ore a giocare a uno dei videogiochi più famosi della storia.
eminem donkey kong
Fotografia di Eminem di Kevin Winter/Getty Images per iHeartMedia / foto di Donkey Kong di Rob Boudon / Wikimedia Commons

Anche se i colossal Marvel sono campioni di incassi al botteghino da circa dieci anni, ogni tanto qualcuno ci tiene a ricordare che le vecchie roccaforti della cultura nerd sono diventate parte del mainstream. Avete sentito il pezzo di Eminem per Venom? Tralasciando il fatto che sia un pezzo pieno di versi senza senso in cui Em parla di temi importanti come Filet-o-Fish del McDonald's, è piuttosto strano constatare come un uomo di 46 anni compiuti ieri e uno dei migliori rapper in circolazione riesca a incastrare tranquillamente riferimenti ad alieni e mostri di fantascienza in un suo pezzo ("Became a Symbiote, so / My fangs are in your throat, ho"). Ogni volta che succede qualcosa del genere—tipo quando Ty Dolla $ign canta delle tartarughe Ninja o robe simili—mi chiedo: quindi tutti i nostri idoli sono dei nerd giganteschi? E noi con loro?

Pubblicità

A fare chiarezza su questo punto è arrivato un tweet del rapper Juiceboxxx, che poneva una domanda interessante: "Dove ti trovavi quando hai scoperto che Eminem era uno dei più forti giocatori di Donkey Kong al mondo?" La risposta è, almeno nel mio caso, a casa a scrollare un venerdì mattina qualunque. Ad ogni modo, per chi non lo sapesse, stiamo parlando di uno dei videogiochi più importanti della storia: prodotto da Nintendo, fu al suo interno che comparve per la prima volta un idraulico baffuto dal nome Mario. All'inizio pensavo fosse uno scherzo, ma Eminem suona sempre così incazzato che sarebbe anche credibile come gamer. Nessuno si stupirebbe a vederlo prendere a pugni una tastiera o a lanciare un joystick contro il muro. Dopo una rapida ricerca su Google ho scoperto che c’è effettivamente un fondo di verità nelle parole di Juice. Eminem è davvero fortissimo a Donkey Kong.

Nel 2010, nell’era più folle dei social media, Eminem aveva condiviso una foto su Twitter di una schermata di Donkey Kong con un punteggio pazzesco di 465.800 che DonkeyKongBlog (una fonte decisamente affidabile) avrebbe piazzato tra i primi 30 punteggi mai ottenuti in in tutto il mondo. Il primo in assoluto, al momento in cui Eminem postava quella foto, era di 1.000.000. In un video su YouTube un altro giocatore ci mette circa un’ora per raggiungere un punteggio simile a quello di Eminem. Secondo The Verge i migliori giocatori si allenano migliaia di ore per riuscire a battere i record, quindi è probabile che anche Eminem abbia trascorso molto tempo davanti al video prima di raggiungere quel punteggio. Ovviamente, visto che ha postato solo una foto e non un video in diretta, il risultato di Eminem non è in alcun modo verificabile ed è per questo che il suo nome non appare in nessuna classifica ufficiale. Ma per chi vuole credere a lui e a quello che scrive sui social—perché dai, chi mentirebbe su una cosa così nerd—è bello immaginarlo tra i più abili gamer a livello internazionale.

Pubblicità

In un'intervista rilasciata in quel periodo Em aveva parlato della sua ossessione per Donkey Kong e altri videogiochi retro, che aveva tra l'altro già rivelato nel testo di "Despicable": "Like Donkey Kong, I'm bonkers, bitch". A fargliela partire, dichiarò, era stato il documentario King of Kong, che racconta nel dettaglio una delle più grandi rivalità della storia dei videogiochi: quella tra Steve Wiebe e Billy Mitchell, che barò per ottenere il suo storico record di un milione di punti. "È un contrasto perfetto," dice Eminem del film. "L’eroe e il cattivo." Implicitamente, lascia intendere la sua propensione a tifare per Mitchell—come confermato nel suo primo tweet su Donkey Kong nel 2009, dove metteva in guardia Wiebe, minacciandolo di essere sulle sue tracce.

Negli anni, la gente ogni tanto ha tirato fuori questa storia, tra cui anche St. Vincent in un’intervista. Ma Eminem stesso non ha più parlato della sua passione per Donkey Kong, e forse, immaginiamo, ha smesso di giocarci. Nel frattempo la concorrenza si è inasprita. Il suo punteggio del 2010 oggi gli varrebbe soltanto un misero 133esimo posto, e in vetta alla classifica c’è un tizio di nome Robbie Lakeman con 1.247.700 punti. Un traguardo quasi irraggiungibile anche per Em, che ora è impegnatissimo a combattere i suoi hater sulla scena pubblica comprando pagine intere di pubblicità per infangare i suoi detrattori.

Segui Noisey su Instagram e su Facebook. Questo articolo è comparso originariamente su Noisey US.

Leggi anche: