Ascolta il mixtape rap di Tom Hardy

Era il 1999 e si faceva chiamare Tommy No 1, e dai meandri di Internet è emerso un demo niente male.
Giacomo Stefanini
traduzione di Giacomo Stefanini
IT
2.2.18
L'artwork di Falling on Your Arse in 1999, Tom Hardy è a sinistra.

Tom Hardy è uno dei pochi uomini bianchi famosi a sembrare inattaccabile. L'altro giorno ha letteralmente salvato dei cuccioli, che cosa vuoi di più? Il suo passato è altrettanto privo di macchie, visto che l'unica cosa offensiva che potrebbe aver fatto sarebbe aver firmato un contratto da rapper negli anni Novanta. In una intervista del 2011 sulla BBC Hardy dice che "non era molto bravo" a rappare ma che avrebbe registrato "un sacco" di materiale. Queste canzoni non sono mai state ascoltate da nessuno… *voce da documentario* finora.

Pubblicità

Questo mese una tape accreditata a "Tommy No 1 and Eddie Too Tall" è comparsa su Bandcamp. Un account Reddit che parrebbe appartenere all'autore e regista inglese Edward Tracy (che sarebbe Eddie Too Tall) l'ha postato nel subreddit r/hiphopheads il 18 gennaio. La tape, intitolata Falling on Your Arse in 1999, contiene alcune tracce hip hop lo-fi inedite, prodotte da Tracy con Hardy che ci rappa sopra. Ragazzi e ragazze, sono contemporaneamente contento e dispiaciuto di darvi questa notizia, ma il demo rap di Tom Hardy è… molto bello. Si può ascoltare nel video YouTube qua sotto:

I beat sono puro oro da backpacker anni Novanta, sample jazz polverosi e colonne sonore cinematografiche (tra le quali c'è anche Il Padrino, bomba) mixate con dialoghi scratchati. Per quanto riguarda "Tommy No 1", non solo ha un flow impressionante, ma quel famoso timbro ovattato da Bane/Mad Max risulta un'ottima voce per il rap, anche quando esagera il suo accento Cockney. Chissà cosa sarebbe accaduto se Hardy avesse deciso di proseguire la carriera da MC, ma questa raccolta presenta una realtà alternativa affascinante e no, non sto parlando di Inception. Ascolta Falling on Your Arse in 1999 qua sopra e pigliati bene.

La versione originale di questo articolo è apparsa su Noisey Canada.

Segui Noisey su Instagram e Facebook.