FYI.

This story is over 5 years old.

Motherboard Homepage

L'Unione Europea ha abolito il roaming, perché finora lo abbiamo pagato?

Abbiamo ripercorso tutti i casi in cui abbiamo pagato dei servizi di telefonia molto più del dovuto.

Da giovedì 15 giugno 2017 vengono aboliti i costi del roaming, secondo il principio del Roaming Like At Home, (RLAH). Questo significa che quando si visiteranno gli altri 28 paesi dell'Unione Europea non ci saranno più costi aggiuntivi per le chiamate, gli SMS e la connessione internet attraverso il proprio cellulare. Le tariffe diventano quelle dei contratti stipulati nel proprio paese di residenza. Ma per quale motivo abbiamo pagato così tanto fino ad ora?

Pubblicità

Innocenzo Genna è un avvocato italiano che opera a Bruxelles in qualità di esperto di regolamentazioni e politiche europee in materia di Internet, telecomunicazioni e ICT. Ha ripercorso con noi le origini di questa pratica: "Gli operatori di rete, come Telecom Italia, Orange e Deutsche Telecom, sono stati i primi a fornire servizi per il mobile," ci spiega. "Per consentire ai loro clienti di usufruire del servizio anche negli altri paesi europei, avevano stabilito una sorta di cartello bilaterale mettendosi d'accordo tra loro. I propri clienti potevano transitare sulla rete delle compagnie estere ma a costi elevati."

Continua a leggere su Motherboard: L'unione Europea ha abolito il roaming, perché finora lo abbiamo pagato?