FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

Intervista con il mio postino

i
di it
7.7.10

Ho incontrato Scott James, il mio postino, una mattina a una festa a Falmouth. Indossava la sua uniforme della Royal Mail. Un paio d'ore più tardi è tornato a consegnarci la posta e si è fermato a prendere un tè mentre eravamo ancora in pigiama. Abbiamo fatto due chiacchiere sulla sua vita da celebrità locale e mi ha mostrato alcune delle cose più belle che ha consegnato nella sua vita.

Vice: Come va la vita postale, Scott?
SJ: Paga bene e sono poche ore, quindi è l'ideale. Mi fermo spesso a casa di amici per prendere un tè o mangiare qualcosa. Ho la mia macchina, il che vuol dire che posso muovermi facilmente tra le sette-ottocento case che copro, poi faccio le cose con calma quando consegno agli amici.

Pubblicità

Ti ho visto a una festa con la divisa della Royal Mail.
Uscire con la divisa rende le cose più facili. Mi piace un sacco uscire, e siccome finisco il lavoro così presto (a volte alle 9.30 ho già finito!), posso dormire dopo. Essendo un postino, gli studenti mi danno flyer per i loro eventi da distribuire in giro, così iniziano a conoscermi. Poi quando arrivo alla festa la gente fa, "Oddio! C'è il mio postino!" È un argomento di conversazione. Voglio dire, pensa se il tuo postino venisse a una tua festa!

Be', lo hai fatto. Hai da consegnare molta roba strana?
Qualcuno ha mandato ogni giorno una lettera ritagliata, ogni volta una lettera dell'alfabeto diversa, con solo un francobollo e l'indirizzo. Ho provato a capire che parola formassero, ma penso fosse un messaggio criptato per il destinatario. La gente manda molte statue e sculture e ho visto un disco colorato trasformato in cartolina con l'indirizzo nel cerchio interno.

Molto creativo. Sono vere le storie sugli attacchi dei cani?
Tutte le cose che senti dire sui postini sono vere. Una volta un cane è spuntato da non so dove e mi ha morso il sedere. E ci sta. Poi sono arrivato a casa del vicino e il cane è saltato fuori un'altra volta e mi ha morso l'altra chiappa. Ovviamente a questo punto non ce l'ho più fatta e ho dato via al protocollo di protezione insegnatoci per proteggerci dai cani: la borsa diventa un obiettivo, come il mantello rosso dei matador, perché appunto è rossa e dovrebbe deviare l'attenzione del cane. Te la tieni davanti per difenderti, e te ne vai lentamente. Alla terza casa, due cuccioli mi hanno attaccato alle gambe. Insomma, nel giro di dieci minuti, tre attacchi. Orribile.

Sembra pericoloso. Ci sono delle casalinghe solitarie che provano a sedurti?
Non quante ne vorrei. Ricevo un sacco di offerte di tazze di tè leggermente provolone, ma consegno principalmente in zone studentesche. C'è un aspetto voyeuristico in questo lavoro, vedi aspetti privati della vita della gente. Ho visto rapine e relazioni clandestine e vetri che venivano rotti. Ogni due settimane devo aprire dei vasetti di bietola per una signora anziana. Ho visto una macchina in fiamme dietro una casa. C'era una coppia a cui consegnavo la posta che scopava sempre alla finestra. Ah, una donna matta con la barba ha cominciato a flirtare con me - immagino possa contare come un tentativo di seduzione ufficiale.

Fai spesso amicizia con le persone?
Sì, voglio dire, per molti il postino è l'unica persona che vedono tutti i giorni. Sono l'unica opportunità di interazione per le persone sole, una connessione con il mondo esterno. Ovviamente noi postini non abbiamo bagni a disposizione, quindi usiamo quelli della gente, anche questo è un modo di conoscere la gente. Una volta ho visto un DVD dei Rolling Stones e fumato ganja con un tipo anziano che si chiamava Rupert dopo aver usato il suo bagno. La persona più folle che ho conosciuto attraverso il lavoro è Michael, artista perennemente fatto che quando apre la porta o è ubriaco, o sballato, e a volte ha anche il sangue che gli esce dai tagli che si è appena fatto. Soffriva di depressione e usava anche il sangue per dipingere. Mi invitava dentro a guardare i suoi quadri e bere vino e pippare coca alle otto di mattina. Io rifiutavo, ma un paio di volte sono andato per curiosità. Lavorava in uno studio enorme, e una volta aveva il pavimento ricoperto da buste piene di monete. C'era una tela su cui aveva dormito, si era cosparso di vino per creare una sorta di silhouette sulla tela. E voleva attaccare le monetine intorno alla silhouette. Ha anche fatto una serie di opere con le sue medicine, le ha incollate su una tela e ci ha sanguinato di sopra. Mi ha detto che il suo amico ha un bar a Londra e che vende i suoi quadri per qualche migliaio di sterline. Se non altro sono autentici.

Hai mai aperto la posta di qualcuno che ti sta sulla palle o urinato su un pacco in un momento di rabbia?
Non esattamente. Ma faccio le consegne a una donna orribile che ha cominciato una campagna per proteggere il vicinato dagli studenti che ci abitano. Va in giro con una giacca fosforescente e un cappellino sul quale ha cucito le parole NEIGHBOURHOOD WATCH. Viene sempre a rompere alle feste, mi ha anche visto in uniforme a una festa e ha chiamato il mio capo, dicendogli che avevo iniziato una rissa, una cosa ridicola. Comunque, non si può giocare con la posta della gente, in nessun modo. Mi sono solo permesso una micro vendetta: le consegno la posta sempre per ultima. La sua posta è sempre in fondo alla pila.

La vendetta è dolce, ma questa è un po' debole come vendetta!
Non posso fare molto! Per fortuna un tipo che conosco le ha regolato il karma. Si chiama, guarda caso, Jeremy Justice. La odiava perché ogni volta lei gli rompeva le palle alle feste, anche ai barbeque! Una notte è andato a casa sua nudo e completamente ubriaco, e l'ha insultata urlando nella sua telecamera di sicurezza. Ha pisciato nella buca delle lettere, e quando lei ha provato a rimproverarlo, lui le ha fatto la cacca sulla porta di casa.

Wow. Lavoravi con quel tipo accusato di pedofilia, vero?
Devo stare attento a quello che dico qui, comunque sì, lavoravamo insieme. Prima che uscisse quella storia ti avrei detto che ci stava dentro. Un po'infantile, ma niente di strano. Scherzavamo sul fatto di essere i postini più giovani. Mi ha anche aggiunto su Facebook, e si vedeva che lo usava molto. Entravo in Facebook e tutta la homepage era piena di suo avvisi di Farmville o robe simili. Pensandoci ora, magari era un po' sospetto. Ma è stato davvero uno shock vederlo su tutti i giornali e in TV.

Bene, e su questa felice nota finale, grazie mille Scott! A parte i pedofili sospetti, hai davvero rinforzato la mia fiducia nella Royal Mail.
Ottimo! Grazie Emily. Ciao ciao, e a presto.

EMILY FOISTER