FYI.

This story is over 5 years old.

Vice Blog

The Human Centipede, e vai con il trenino!

i
di it
7.6.10

Cazzo, NO. Possiamo smetterla di fare così? Ogni due anni esce un film il cui test sul pubblico fa scandalo perchè c'è gente che sviene durante la visione e altri che chiedono la censura totale e blablabla E CI CASCO OGNI CAZZO DI VOLTA. È la stessa ragione per cui ho visto Driller Killer, I spit on Your Grave, Hostel, Cabin Fever, Paranormal Activity, Baise Moi - Scopami, Cannibal Holocaust, qualunque film della Troma, Zoo e circa un altro miliardo di film che facevano cagare e non erano assolutamente scioccanti.

La stessa cosa è successa con The Human Centipede. Ve lo racconto io, così non dovete andare a comprarlo/affittarlo. Se proprio sentite ancora il bisogno di vederlo, scaricatelo, e non ditelo a nessuno. Così nessuno ci fa soldi sopra e magari la smettono di fare marketing in questo modo, dicendo che hanno avuto problemi a trovare gli attori per il film a causa della "pericolosità dei temi trattati".

Il film inizia con il cattivo della situazione. Il regista ha deciso di comunicare in modo subliminale la sua cattiveria facendolo tedesco e chirurgo (vi suona familiare?) e facendogli fare sempre questa faccia.

Queste due ragazze sono le protagoniste del film. Sono delle americane in viaggio per l'Europa a cui si rompe la macchina nel mezzo di un bosco. I cellulari non funzionano (o-oh!). In questo punto del film, si capisce che è stato scritto da qualcuno che non conosce bene la lingua. Un esempio di dialogo:

RAGAZZA 1: Tira giù il finestrino.
RAGAZZA 2: * URLANDO * No! Io non starò a tirare giù il mio cacchio di finestrino!

Le ragazze decidono saggiamente di lasciare la loro macchina sicura e di camminare nella foresta. Dopo essere state così sfigate da beccarsi un temporale da fine del mondo, si ritrovano di fronte alla casa del dottore tedesco cattivo.

Le scruta minacciosamente per un po', poi le lascia entrare.

Per tutti quelli che studiano cinema: il quadro che vedete alle spalle delle protagoniste è quello che il vostro professore chiamerebbe "una subdola messa in scena".

Dopo un po' di altri sguardi minacciosi (e una spruzzata di sedativo), le ragazze si svegliano legate a un letto di ospedale nella cantina. C'è anche un ragazzo giapponese.

Mentre lancia quegli sguardi minacciosi che tanto gli piacciono, il dottore spiega il suo piano. Tra il titolo del film e il disegnino qua sopra, scommetto che avete capito di che si tratta.

Poi c'è un'assurda trama secondaria in cui una delle ragazze cerca di scappare (immagino che se il tuo film gira interamente attorno a una scena schifosa di cinque secondi, ci si debba inventare qualcosa per riempirlo un po'). Lei viene catturata, al che inizia l'intervento. Comunque, l'immagine che vedete qui sopra è la scena più esplicita di tutto il film.

E TA-DAH! Eccolo qui. Il centipede umano. Tre tizi a quattro zampe, in fila indiana, con delle bende che coprono le mutilazioni. Schifoso, vero !?!?!?

Questo più o meno è tutto. Cioè, in realtà no. Ci sono altri 30 minuti di film, più o meno. Però avevte visto le scene importanti, e non sto qui a scrivere riguardo al resto. Tutto quello che dovete sapere è che tutti muoio tranne la tipa al centro del centipede.

Ah, e se state pensando "Magari lo guardo per vedere un po' di tette", eccole qui. Adesso non dovete più farlo. Per concludere: se avete visto Two Girls One Cup e avete pensato "Wow, che figata. Certo, speravo che tutto quel mangiare merda fosse sottinteso, e che si dovesse aspettare un'ora per vederlo", allora questo è il film perfetto per voi. Per tutti gli altri, statene alla larga.

JAMIE LEE CURTIS TAETE