FYI.

This story is over 5 years old.

Guarda il trailer del folle film di Adam Green

Aladdin di Adam Green più che un film è un'allucinazione fatta di tette di cartapesta, sandwich alla merda e personaggi strambi, dai un'occhiata al trailer completo.
11.3.16

Quando abbiamo visitato il set di Aladdin di Adam Green nel 2014 ci è sembrato di essere catapultati in un tunnel di colori, cose surreali e divertimento. Green è un sognatore istrionico, un anti-eroe folk che è stato accuratamente descritto da VICE com "uno di quei rari visionari che trasuda genio da ogni poro". Il suo ultimo film è stato un esperiemento keta-dadaista registrato su un iPhone con la partecipazione di Macauley Culkin, e con questi precedenti non siamo certo disposti ad entusiasmarci per la prima cazzata.

Pubblicità

A gennaio abbiamo pubblicato il primo mini estratto esclusivo del film Adam Green's Aladdin e oggi siamo pronti a regalarvi un trailer ufficiale, da cui si può già capire la stramberia della trama, della colonna sonora e in generale di tutto il lungometraggio. C'entrano qualcosa un'insurrezione, un'esecuzione e una sedia fatta di asparagi e, per ovvi motivi, ci siamo innamorati della poca musica che si sente (e che Adam Green porterà in giro in un tour separato, che purtroppo non farà tappe in Italia).

Adam Green’s Aladdin sarà disponibile in mondovisione a partere dal 12 maggio, ma già ora non avete alcuna scusa che vi permetta di non sedervi per tre minuti davanti a questo trailer e godervi una delle menti più brillanti e strambe che ci siano in circolazione.

Green stesso ci ha fatto un elenco di 12 cose importanti che potete trovare nel trailer, da cui ha escluso due frasi degne di nota come “I only take cocaine to go to Brooklyn” e “If we had sex would that be ironic?”, che noi avremmo comunque volentieri incluso.

1. Le tette di carta-pesta.

2. Io (Adam Green) che faccio la parte del cantante indie rock drogato, festaiolo e un po' depresso di nome Aladdin, che sta per essere scaricato dalla sua etichetta Zintendo Records.

3. La famiglia disfunzionale di Aladdin, composta da Emily (Alia Shawkat), la sorella gemella avventurosa e idealista di Aladdin e Nathasha Lyonne nei panni della loro mamma da sit-com lasciva.

Pubblicità

4. La decadente Princess Barbara, recitata dall'attrice/modella/musicista Bip Ling.

5. Il leggendario pittore Francesco Clemente nei panni del Genio metafisico Mustafa, che è l'interfaccia di una stampante 3D.

Francesco sulla destra

6. Jack Dishel, il genio comico che ha creato la serie YouTube virale :DRYVRS che interpreta due ruoli, il Sultano ossessionato dalla tecnologia, che è un tiranno perverso e buffone e Jack Dishel, the comic-genius creator of viral YouTube show :DRYVRS starring in two main roles - the technology-obsessed Sultan, who’s a perverse and tyrannical buffoon. E lo sfuggente, ma buono Zio Gary, che rivela ad Aladdin di una lampada nascosta in una grotta.

7. Il debutto di un attore emergente, ma di grande talento, che si chiama Macaulay Culkin, nei panni di Ralph, il carismatico leader dei Magical Americans, un esercito di ribelli che si oppone al Sultano.

8. Andrew Van Wyngarden degli MGMT nei panni del Guardiano della Lampada (è un ologramma).

9. Har Mar Superstar nei panni del British Druggie Guy.

Har Mar, il secondo da sinistra e Devendra Banhart alla sua destra

10. Zoe Kravitz nei panni di un minatore red-neck con un desiderio molto speciale.

11. Un sanwich alla merda.

12. Un piccolo ascolto di alcune delle canzoni che ho scritto per la colonna sonora e che saranno contenuti in un disco a parte, che uscirà assieme al film. Il disco sarà un'opera folk-funk.