FYI.

This story is over 5 years old.

Sophie Lilliene - Immigrants EP

Vi presentiamo in anteprima Immigrants EP, il nuovo lavoro di Sophie Lillienne, che anticipa l'uscita del suo nuovo album: The Fragile Idea.
Mattia Costioli
Milan, IT

Sophie Lillienne è un progetto cominciato nel 2006 con un EP omonimo e autoprodotto, scritto, suonato e cantato dallo stesso musicista: VezZo. Quello che vi presentiamo oggi è un nuovo passo di questo progetto, che negli anni ha saputo costruirsi una discografia decisamente valida, realizzata collaborando con musicisti italiani e stranieri, che potete trovare in larga parte sul Soundcloud dell'artista.

Qui sopra potete ascoltare (e scaricare gratuitamente) Immigrants il nuovo EP di Sophie, che anticipa il full lenght di prossima uscita: The Fragile Idea, disponibile dal prossimo inverno e realizzato per IRMA Records. L’EP contiene cinque tracce, tra cui "Immigrants", che oltre ad essere la title-track è anche il primo singolo estratto dal nuovo album.
Si tratta di un diario della vita di una città, argomento che era stato già affrontato in Lonesterdam, il lavoro precedente di Sophie, questa volta però, oltre alla mera osservazione dei meccanismi biologici della metropoli, è stato fatto un passo in più, mi sono fatto spiegare brevemente da VezZo in cosa consista questo passo:

"Immigrants EP e The Fragile Idea nascono dallo stesso processo creativo e fondamentalmente non rappresentano un cambio di rotta rispetto a Lonestardam, il mio lavoro precedente con IRMA Records. Si tratta più che altro di un cambiamento di prospettive, Lonesterdam è stato un viaggio fotografico in musica attraverso due città che conoscevo bene, in cui avevo vissuto in un modo passivo, come un semplice testimone dell'organismo cittadino ed emozionale.
Questa

Con Immigrants EP e The Fragile Idea invece mi sono chiuso nel mio studio per un mese come se fosse un guscio, raccogliendo, questa volta però, le fotografie della mia memorie… è come si mi fossi fatto un'estrema ed approfondita analisi personale che ha portato al la nascita in meno di un mese di 22 canzoni che poi ho scelto di distribuire in due lavori… Immigrants EP divide in qualche maniera questo cambio di prospettive e anticipa quello che sarà The Fragile Idea, nel vero senso del termine. La fragile idea che caratterizza ognuno di noi e ci fa essere quello che siamo, nel mio caso, un musicista.
Penso che tutto ciò sia simboleggiato bene anche dall'artwork, una fotografia scattata da Enrico Zambusi e curata da Gioia Guadagnin, professionista dell'arte contemporanea che mi ha aiutato con tutto il progetto visivo legato a questi lavori."