FYI.

This story is over 5 years old.

Touching Bass: DJ Q

Un mix che difende i confini di North London
5.11.13

Vi ricordate la bassline? Sì dai, quel generino di breve durata che ha spopolato solo a metà anni Duemila, a Londra Nord. DJ Q era uno dei più noti a promuovere quella variante 4x4, mentre il sud rimaneva avvinghiato nel grime. È stato anche la mente dietro l’anthem “U Wot” con MC Bonez, un tipello originario di Huddersfield. Anche se la bassline non conta quasi più niente in questi giorni, ciò non ha fatto smettere a Q di produrre riddim. Il suo stile, ogni tanto, comprende ancora quel tipico wobble di borgata, ma ora nel suo DNA ci sono anche sbavature garage e house. Così, mentre lui se la vedeva con le bollette e la banca, gli ho chiesto di Nandos e dei bei tempi di MTV. Be’, eccovi un mix di un’oretta, che vi accompagnerà mano nella mano per tutta la settimana.

Pubblicità

YNTHT: Come va amico?

DJ Q: Non male dai. Sto andando in banca.

Stiamo controllando i quattrini eh?

Devo pagare delle bollette.

Parliamo della bassline, prima. Che le è successo?

La scena si è diradata sempre di più perché la polizia chiudeva tutti i locali. Era dura organizzare serate con dj set. C’erano ancora robe carine in giro, ma non bastavano a mantenere in vita tutto.

Perché scusa la polizia chiudeva tutto?

È come con la scena garage house e grime, quante più persone seguono queste tendenze, tante più finiranno ammassate in uno stesso locale.

È un peccato. “U Wot” è la tua traccia più famosa, probabilmente. Parli ancora con MC Bonez quando ne hai opportunità?

È in vacanza adesso, ma gli scrivo in chat quando posso, sì.

Trovare quella base bassline deve essere stato emozionante…

Ad essere sinceri, sono entrato nella scena bassline perché prima avevo fatto del garage 4x4, e le tracce che producevo venivano suonate in quei locali. Poi vedendo che le cose progredivano, ho cominciato a frequentare di più quell’ambiente e a prendermi bene.

Mantieni delle sonorità bassline nei tuoi nuovi lavori, e fai bene. Mai allontanarsi troppo dalle proprie radici.

Quei suoni sono me, è voluto.

La traccia “Big” è una bomba. Come lavori per dare nome alle tue tracce?

Sono il peggiore con i nomi. Non ne trovo mai di belli.

Qual è il più strano che hai trovato?

Forse “Tea Bag”.

Haha! Quindi a Q piace il Twinings?

Pubblicità

Non bevo molto tè tradizionale, preferisco quello allo zenzero.

“Brandy & Coke” era un altro bel nome.

Viene dal sample di Brandy.

Giusto. In effetti, per l’R&B e MTV, quelli di Brandy erano tempi d’oro.

Quegli anni non potranno mai essere superati, per me.

C’è una jam R&B che preferisci al momento?

Al momento mi piace molto un pezzo chiamato “Brand New” di questo K Rider, di Birmingham.

Bel pezzo. Per i tuoi lavori sei partito da un altro scenario musicale, ti sta piacendo tornare a fare tracce?

Sì, decisamente. Sono arrivato a un punto in cui facevo tracce solo per il bene di farle. Ho fatto un passo indietro e ho ricominciato a produrre di gusto.

C’è un bel po’ di garage e house in tutte, ma quali diresti sono state le influenze più grandi?

DJ EZ sicuramente. È stato malato per molti anni. Parlo di vent’anni fa. L’ultimo vinile che ho comprato era un remix di “R U Sleeping” di Indo, fatto da Todd Edwards, anche lui è di grande ispirazione. È tipo il capo del sampling e sono stato fortunato a intervistarlo, quando ero a Radio 1Xtra. È stato bellissimo.

E ora come sta andando con il Ministry Of Sound?

Sono lì una volta al mese come ospite dell’Essential Garage Show, i feedback degli ascoltatori e quelle robe stanno andando bene.

Poi l’album nuovo è in lavorazione, giusto?

Sì, è finito. Sarebbe dovuto uscire a novembre, ma è stato trattenuto ancora un po’. Avevo appena cominciato a produrre tracce e Tom Lea [editor di FACT e fondatore di Local Action Records] ha voluto subito farci su un disco. È decisamente influenzato dal garage, ma ci sono ancora bassline, R&B e hip hop.

Pubblicità

Ma in formato solamente digitale o ci sarà materia prima?

Sì, ci sarà anche la possibilità di comprare i vinili e CD.

Vabe’. Quando non stai facendo musica, con chi te la spassi di più?

Con la mia famiglia e i miei amici. Amo il cibo! Al momento il mio posto preferito è questa steak house brasiliana dietro l’angolo. È molto apprezzata, ma non batte di certo Nandos. Ho provato i piatti super piccanti, ma per quanto mi riguarda non lo sono più di tanto, dato che sono cresciuto con solo cibo indiano.

Quei peperoncini scotch bonnet del cazzo.

LOL, sì.

TRACKLIST

New York Transit Authority - 95

DJ Q - Big

Eats Everything - Cause Of You

Linden Jay ft Ruby Wood - Break The Hold (Cause & Affect Remix)

Deckstar - Be With You

PVC - She Can Get It

Francois ft Louis Benton & Mr Limey - Manajetois

Killjoy - Don't Wanna

DJ Q - & AC Slater - Oh Yeah

Stanton Warriors - Cut Me Up (Cause & Affect Remix)

DJ Q - Wreck It

Paranoid Resistance - Smoke Machine

Mella Dee - Things Don't Change (James Welsh Remix)

Ac Slater ft Dell Harris - Go Harder

Champion - Iced Tea

PVC - You Know My Man

DJ Q ft Robbie Rue - Sound Boy Connection

DJ Zinc - King Kong

Todd Edwards - Forgiven

Drake - From Time (DJ Q Edit)