FYI.

This story is over 5 years old.

Noisey Mix: Secret Boyfriend

Abbiamo parlato con Secret Boyfriend del suo EP in uscita per Blackest Ever Black, e ci ha pure fatto un mix dedicato all'inverno caldo del North Carolina.
Sonia Garcia
Milan, IT

Ryan Martin ha passato un weekend intenso. Da più di dodici anni, ogni anno a Miami si tiene l'International Noise Conference, organizzato da Rat Bastard con la collaborazione di Todd Lynne aka Haves & Thirds. "Il format del festival comprende una serie di back to back live da quindici minuti, anche se alcuni sono molto più lunghi o corti," mi spiega Ryan. "Per anni ci sono state queste regole: nessun computer, nessun mixer, niente drone. Oggi però si è diventati più transigenti sul mixer. A Miami a febbraio c'è un clima della madonna, perciò ci sta anche farsi una scampagnata. Mi ha ispirato molto come evento, e infatti ho adottato lo stesso format (fatta eccezione per le regole) per il festival che organizzo a Chapel Hill, qui in North Carolina, il Savage Weekend, che si tiene a maggio."

Pubblicità

"Questa edizione è stata una bomba," va avanti Ryan, "un sacco di set meravigliosi. Tra i miei preferiti sicuramente c'erano i Noise Nomads, i_like_dog_face, Housefire, Newton, Enrique, Yohimbe, Unicorn Hard-On…"

Non è la sua unica incarnazione artistica, quella di Secret Boyfriend, ma sicuramente è la più intima e stilisticamente riconoscibile. Al precedente progetto chiamato Boyzone, e purtroppo per tutti noi non intendo la boyband irlandese anni Novanta, si affianca la label di sua fondazione Hot Releases, di cui c'è stato ampio modo di parlare nell'ultimo anno—qui un rapido esempio. Il 2013 ha visto il suo debutto alla corte di Blackest Ever Black, con l'LP This Is Always Were You Lived, dodici tracce di noise folk malaticcio, sporcati di un pop trasfigurato e divenuto ombra di se stesso. Già un mese va era stato annunciato l'imminente ritorno di Ryan per BEB; anche questo secondo LP, Memory Care Unit, emana lo stesso tragico senso di sospensione e alienazione del precedente. "È un po' strano e crudo," mi dice Ryan, "'Jammy' lo definirei, nel bene e nel male. Come vedi metto sempre le mani avanti quando devo parlare della mia musica…"

Come anticipazione dell'imminente release ho chiesto a Ryan di preparaci un mix rappresentativo dello stato di fatto delle cose. Il risultato è questa ora e passa di riverberi irrazionali dai quali sentirsi rassicurati o intimoriti diventa un'unica esperienza contemplativa, un po' come quando si ricorda, e tutto sommato ha anche senso che sia così. "Sono felice che ti sia piaciuto il mix! Alla fine è venuta fuori una roba spacey, e mi fa piacere che sia arrivata dove doveva arrivare. Diciamo che lo potrei intitolare 'Warm Winters', inverni caldi. A Natale qui si girava in t-shirt, si tenevano le porte aperte e si facevano feste isolate completamente fuori stagione. L'artwork è preso da un film incredibile e malatissimo film chiamato Night Call Nurses. È una scena di droga e follia."

Pubblicità

"Ho contemplato momenti di fattanza meravigliosa con le tracce di Urban Dance e Gigi Masin che ho messo nel mix, anche se a pensarci, il fatto che ci fossero venti gradi a Natale mi ha disturbato a livello intellettuale, se non sensuale."

Tracklist:

01. Mamman Sani - Samari Da Yan Matan
02. E.N. - So Far (excerpt) (from "In the Order And Out" cassette)
03. John Waterrmann - Know What Crutches Cost?
04. Tam Quam Tabula Rasa - Delirio Fossile (excerpt)
05. Claudio Rocchetti - It Was Purely Accidental, He Said
06. Russian Tsarlag - Open Air
07. Truck Stop Strangler - Raccoon City Mix (excerpt)
08. Puerile Peril - She Runs Though Walls
09. Slant 6 - Become Your Ghost
10. Lives of Angels - Imperial Motors
11. Urban Dance - Why
12. Gigi Masin - The City Lights
13. Discacle - Between Waves (demo mix)
14. Phillippe Sissmann - Les raisins de la mort
15. Zihuantanejo Exchange - Forward to Clansy Pines
16. Aether Jag - Life Unknown
17. Yohimbe - Track 2 (from "The Nicest Way to Say No" cd-r)

Ordina la tua copia di Memory Care Unit di Secret Boyfriend dal sito di Blackest Ever Black.