Pubblicità
Music by VICE

Nan Kolé: It is Gqom!

Ortigia Festival quest'anno porta un po' di Durban in Sicilia. Questo mix di Nan Kolé, fondatore di Gqom Oh!, non ne è che un assaggio.

di Sonia Garcia
21 luglio 2016, 11:30pm


Gqom Oh! è il tramite cui Francesco Cucchi, in arte Nan Kolé, è riuscito a connettere Durban, Sud Africa, con i dancefloor di tutto il mondo. Di fatto si tratta di un'etichetta, lanciata ufficialmente con la prima release ad agosto 2015, il cui intento era riproporre la narrativa di questo neo-genere a metà tra la tribal house sudafricana, la 4 step, il kwaito, il kuduro e tutti i derivati dei 3/4 sghembi che le crew locali stanno pompando come pazze per le vie di Durban. È abbastanza prevedibile, quindi, che Roma, città natale di Kolé, giochi un ruolo insignificante in questo scenario: la rivisitazione zulu, non convenzionale e reietta, della dance music, è tutta nata a Durban, Kolé l'ha solo intercettata. Tuttavia lo stigma di "non autoctono", è un fatto cui Nan Kolé ha dovuto far fronte, forse—e principalmente—per via della sua provenienza europea.

In questa intervista, realizzata da Palm Wine lo scorso dicembre 2015, poco dopo l'uscita dell'EP di debutto di Gqom Oh!, Gqom Oh! Sampler, Kolé sosteneva che "la musica è arte e non deve essere nascosta dal mondo per essere reale," andando così a zittire quella fetta di pubblico interessata a far pesare ancora i retaggi della beneamata "appropriazione culturale." Vista l'altissima qualità del lavoro da lui svolto, peraltro pure universalmente riconosciuta—Resident Advisor, Pitchfork, The Wire—direi che questi sono discorsi del tutto marginali, e chiunque sia interessato ad approfondire lo splendido quadro politico dentro cui questa realtà si manifesta nella sua forma più pura, qua è il benvenuto. In più occasioni abbiamo dato voce alla rivoluzione gqom, e ne andiamo decisamente fieri.

Siracusa e il suo Ortigia Sound System Festival quest'anno—per l'esattezza venerdì 29 luglio—ospiteranno Nan Kolé per un dj set in chiusura a Godblesscomputers e Felix Laband, nessuna miglior occasione per sperimentare di persona la febbre di cui stiamo parlando. Questo mix non ne è che un assaggio.

Segui Noisey su Facebook e Twitter.

Tagged:
Music
africa
Noisey
Noisey Blog
gqom
Durban
nan kolè
gqom oh!