Music by VICE

Sonido Classic porta i soundsystem colombiani a Milano

Invernomuto e soci ci danno un assaggio della cultura dei picó sound system, le coloratissime feste di strada colombiane.

di Taliesin Gilkes-Bower
12 febbraio 2016, 10:49am

Immagine del festival Sonido Classics che si terrà il 13 febbraio a Milano.

Sono le due di notte di un sabato sera nei sobborghi di Barranquilla, in Colombia, e centinaia di festaioli stanno ballando per strada al ritmo di tre sound system picó concorrenti. Vicino a ogni singolo impianto il volume è abbastanza potente da cancellare quello degli altri, ma piazzandosi in mezzo a più sound system il paesaggio sonoro è tanto psichedelico quanto le aerografie fosforescenti che ricoprono le pile di speaker.
Le ultime hit reggaeton fresche d'uscita si fondono con il pop nigeriano anni Settanta e il sound locale della champeta. Laser, drop dei DJ assordanti, rum in abbondanza e bottiglie di Aguila, l’economica birra locale, innaffiano il tutto, giusto per aggiungere ulteriore intensità all’insieme.
Le feste notturne, chiamate verbenas, hanno animato la costa caraibica della Colombia addirittura dai primi Cinquanta (a quell’epoca ancora senza i laser), quando nacque a Cartagena la cultura dei picó sound system .



La scena contemporanea del picó è attiva lungo tutta la costa e particolarmente vitale a Barranquilla, un porto industriale che si estende a macchia d’olio, luogo ideale per accogliere i primi dischi che arrivavano sulle navi dall’Africa Occidentale e che avrebbero costituito, assieme ai 45 giri caraibici e locali, la colonna sonora di una cultura dei sound system unica al mondo.

Nei primi picós ogni componente veniva realizzato a mano, dalle enormi casse fino ai coni. Oggi, potenzialmente, ogni quartiere popolare ha il suo proprietario di picó che organizza feste per strada con piccoli bar autogestiti. Ogni subwoofer è decorato con graffiti a tema tropicale, battezzato con nomignoli fichi con tanto di citazioni. (Il mio preferito tra quelli degli anni Settanta appartiene al picó “Solista” e recita “La Nave Salsosa / La Potencia Nuclear”).

PICO (working title) from Invernomuto on Vimeo.

L'estate scorsa sono andato in Colombia per realizzare un film diretto dal duo italiano Invernomuto e prodotto da Plusdesign incentrato sulla cultura del picó così da fotografarne l’attuale stato di salute. Quello che mi ha stupito di più non sono stati tanto i graffiti psichedelici, quanto l’aver realizzato che la cultura dei sound system non è fiorita solamente in Giamaica per poi diffondersi nel mondo, perché anche le popolazioni africane e afro-latine della Colombia hanno reagito alle esperienze del colonialismo generando una nuova sottocultura incentrata sui sound system e ricca di sfaccettature in maniera praticamente identica alla Giamaica.

Entrambi questi mondi hanno mostrato una dose inesauribile di creatività che combina artigianiato elettrico fai-da-te, bassi devastanti e spirito di competizione tra DJ per creare forme d’arte basate sullo sviluppo tecnologico. Le feste di strada hanno creato nuove opportunità economiche, sono diventate spazi per critiche politiche e sociali fornendo momenti di evasione dalla dura realtà quotidiana.

La particolarità dei sound system del Picó sono i loro graffiti, che spesso includono aerografie a tema tropicale e brillantini.

Le feste di strada alimentate dai sound system, in entrambe le varianti giamaicane e colombiane, costituiscono esempi di tecnologia a basso costo, ribelle, liberatoria e profondamente creativa. Sono ben più che semplici feste, sono antichi rituali alchemici di parola, suono e potere, spazi radicali in cui nuove intricate narrazioni vengono scritte e riscritte tra i corpi che attraversano e riflettono la diaspora atlantica.
Se vi interessa questo genere di cose, oppure volete sperimentare da voi la scena del picó in Colombia, rivolgetevi a Fabian Altahona che ha dedicato tutta la sua vita a documentare e diffondere nel mondo questa incredibile sottocultura afro-colombiana. Un’altra ottima introduzione è rappresentata dal lavoro essenziale del DJ, antropologo e scrittore Boima Tucker.

Nonostante l’appropriazione indebita degli stili musicali dei paesi più poveri a opera dei trend setter internazionali o del mondo pubblicitario (pensate ad un esercito di Diplo vestiti da uomo Del Monte), il potere delle feste picó come luogo di trasformazione resta essenzialmente intatto a quasi settant’anni dalla loro nascita. Da osservatori esterni, potete fare del vostro meglio per immergervi in queste cavalcate locali a là Drexciya ed esplorare le antiche radici arcane di questi riti o semplicemente prendervi un drink e limitarvi a ballare. La festa vi porterà semplicemente dove vi trovate già. Figlia della necessità e dell’ingegno popolare, la cultura dei sound system in Colombia è una testimonianza potente della spontaneità dei suoi abitanti e un forte segnale storico della battaglia contro la supremazia bianca e il neo-colonialismo globale.



Questo fine settimana, a Milano, Plusdesign e Invernomuto, in collaborazione con altre realtà musicali che animano la città come S/V/N/, Terraforma, Elita e Le Cannibale, trasformeranno il quartiere di Lambrate in una festa di strada ispirata proprio alle verbenas di Barranquilla, oltre che ai sound system party di Kingston e Città del Messico.

La line-up, curata da Simone Bertuzzi e Simone Trabucchi, include musicisti e DJ da diverse parti del mondo, che magari non condividono lo stesso background musicale, ma sicuramente hanno un'attitudine molto simile quando si tratta di ricerca e soprattutto quando si tratta di far festa.

Il block party inizierà nel quartiere di Lambrate, in cui i due Invernomuto vivono e lavorano, e proseguirà alla Buka, strip-tease di Via Padova. Entrambe le location sono significative, si tratta di luoghi in cui Milano inizia a farsi interessante, culturalmente vivida e colorata, i quartieri in cui è necessario ricordare che la festa è anche un momento di conoscenza e coscienza dell'altro.

Di seguito la line-up:

♪ YARD Via Ventura 6. 18:00 - 23:00 ♪

Galleria PlusDesign 2:
18:00 RPM (Presto!? / IT)
19:00 PALM WINE / JIM C. NEDD (IT)
20:00 STILL (Hundebiss / IT)
21:00 DJ RUPTURE (Mudd Up/Dutty Artz / US)
22:00 SARAH FARINA (Through My Speakers / DE)

Galleria Ebano:
18:45 DJ NORONHA (Principe Discos / PT)
20:00 PALMISTRY (Mixpak, Presto!? / UK)
21:00 CKRONO & SLESH (Enchufada / IT)
22:00 MILANGELES (Man Recordings / IT)

Galleria PlusDesign 1:
19:00 MADSOUNDSYSTEM (IT)
21:00 CHIAMU (We Riddim / IT)

♪ BUKA, Via Padova 272. 23:00- 06:00 ♪

23:00 MATTEO PIT (Primitive Art / IT)
00:30 MISS RED (ISR) + SARAH FARINA (DE)
01:30 NUEVA CREACION DE HUAMANGA AYUCUCHO PERU (PER)
01:45 DJ FIRMEZA (Principe Discos / PT)
02:45 DANIEL HAAKSMAN (Man Recordings / DE)
04:30 NAN KOLÉ (Gqom Oh! / IT)

Tagged:
Music
COLOMBIA
Noisey
Festival
Noisey Blog
soundsystem
Picó
terraforma
milano
s/v/n/
mattia costioli
buka
invernomuto
sonido classic
lambrate
mattia
costioli
Palm Wine