FYI.

This story is over 5 years old.

10 Favorites: Nine Inch Nails remixes

Il nuovo remix di "Find My way", a cura di Oneohtrix Point Never, ci ha fatto venire voglia di riascoltare qualche altro vecchio remix

Ieri è uscito un remix, ad opera di Daniel Lopatin AKA Oneohtrix Point Never, di "Find My Way", un pezzo dei Nine Inch Nails contenuto nell'ultimo Hesitation Marks. Lopatin ha preso in mano una traccia che, in tutta onestà, è una mezza ciofeca, e l'ha fatta diventare roba sua. Che vi piaccia o meno, ora "Find My Way" suona al 100% OPN: plasticosa, kitsch e asettica allo stesso tempo, vagamente nostalgica. Di Reznor è rimasta solo la voce.

Pubblicità

Il pezzo, oltre ad forzarmi ancora una volta a fare i conti con la memoria e accettare una volta per tutte che quei dischi della madonna che mi ascoltavo alle medie sono il passato, e Reznor è ormai da quasi dieci anni un soddisfattissimo palestrato abbronzato, mi hanno ricordato che una volta dalle fucine-NIN&Soci uscivano remix a palate. Alcuni erano degli autentici capolavori, e quella che segue è una parzialissima lista dei migliori.

01. Gave Up (Open My Eyes) - remixed by Coil & Danny Hyde

02. Eraser (Reduction) - remixed by Coil & Danny Hyde

03. The Downward Spiral (The Bottom) - remixed by Coil & Danny Hide

Di rimaneggiamenti dei Nine Inch Nails ad opera dei Coil ce ne sono davvero un botto, ed è sanche faticoso selezionare i migliori perché sono tutti delle preziosissime perle. D'altro canto, vi sfido anche a trovare qualcosa di brutto nella loro intera discografia. Soprattutto dai brani di The Downward Spiral (il secondo di questi pezzi), il duo ha saputo tirare fuori qualcosa di spiritualmente violentissimo, e più che l'esperienza del male, si sente il suono del male stesso.

04. Starfuckers Inc. - remixed by Charlie Clouser

Il pezzo più ruockenruoll di tutto The Fragile, nelle mani dell'allora tastierista della band Charlie Clouser diventa una roba che parte techno per finire come una specie di breakcore incazzata nera.

05. The Frail - remixed by Benelli

Non è dato di sapere chi sia sto "Benelli". Mah, probabilmente Reznor stesso, che rispippola un suo pezzo strumentale. Mette qualche rumore di fondo, e degli archi al posto del piano. Fatto. Splendido.

Pubblicità

06. The Fragile (Deconstructed) - remixed by Keith Hillebrandt

Un remix che si trovava solo online ai tempi in cui per scaricare un mp3 ci mettevi un pomeriggio. Per questo motivo la maggior parte della gente l'ha ascoltato per la prima volta giusto un paio d'anni fa, quando qualcuno se ne è ricordato l'esistenza. Hillebrandt era un piccolo genio che lavorava in studio con Trent, chissà dov'è ora.

07. Wish - remixed by J.G. Thirlwell

J.G. Thirlwell, cioè Foetus, cioè il singolo essere umano a cui Trent Reznor deve praticamente la sua stessa esistenza (musicale). Taglia e cuce "Wish" come gli pare a lui.

08. La Mer (version) - remixed by Jerome Dillon & Keith Hillebrandt

Ancora gregari che giocano col materiale del capo. Trasformano il pezzo più atipico di The Fragile in un quadretto trip-hop niente male.

09. Even Deeper - remixed by Telefon Tel Aviv

I TTA mi stanno sulle balle perché fanno (facevano? sono ancora in attività? chi se ne fotte?) indietronica, che più che uno stile musicale è una macchia di merda di piccione sulla storia della musica contemporanea. Però questa, devo dire, gli è riuscita bene. Meno suonini ed era davvero una bomba.

10. At The Heart Of It All - created by Aphex Twin

In teoria questa non vale. Non è un remix. A Richard D. James faceva talmente schifo il pezzo che Reznor gli aveva chiesto di remixare che gli ha mandato una traccia completamente originale. Che spacca ed ha lo stesso titolo di un vecchio brano… dei Coil. Mi ha sempre fatto chiedere chi dei due fosse la più gran faccia da culo, James che gliel'ha mandata, o Reznor che l'ha pubblicata uguale.

Francesco Birsa Alessandri ogni tanto ascolta anche musica. Seguilo su twitter - @FBirsaNon