FYI.

This story is over 5 years old.

Guarda il robot strisciante che salda le tubature nucleari con il laser

Non fatelo arrabbiare.
Immagine: OCRobotics.

Ecco a voi LaserPipe. Questo braccio robotico simile a un serpente e dotato di una testina laser da cinque kW non è il frutto della mente criminale di qualche cattivo da film, ma un'invenzione dell'azienda manifatturiera inglese TWI. Nel contesto del concorso dedicato all'innovazione tecnologica Innovate UK, la TWI ha progettato LaserPipe come strumento di saldatura per ambienti estremamente pericolosi. LaserPipe è pensato per vivere e lavorare nelle condutture nucleari, occupandosi della loro manutenzione così da prevenire pericolose perdite fluorescenti.

Pubblicità

Mettendo per un attimo da parte ogni allarmismo alla Terminator, LaserPipe rappresenta una soluzione ingegnosa per un problema serio. Sia che una tubatura trasporti melma radioattiva o acqua potabile, ripararla significa quasi sempre mandare un essere umano dove non dovrebbe andare. Un intervento banale alla rete idrica può devastare intere strade per settimane o mesi. Poter strisciare attraverso una tubatura e ripararla dall'interno è una cosa incredibilmente vantaggiosa e rara, almeno da quando il lavoro minorile è diventato illegale.

Per riparare una tubatura, un operatore non dovrebbe fare altro che guidare LaserPipe fino al punto da raggiungere. Come si vede nel video, il corpo serpentino è strutturato in modo da permettere a LaserPipe di stare dritto, di piegarsi e di fare lo slalom tra gli ostacoli, senza alcun supporto esterno. Una volta che arriva al punto da saldare, LaserPipe usa il mirino a laser per posizionarsi in modo preciso. A questo punto si accende il laser di saldatura, LaserPipe compie un movimento a cerchio et voilà: la tubatura è saldata. Il corpo del serpente si ritira poi sui propri passi, così da cancellare qualsiasi prova che una creatura meccanica in grado di fondere il metallo sia passata da lì.

Fa di nuovo paura, vero?