Questo articolo è stato pubblicato più di cinque anni fa.
Stuff

Sanremo, finalmente Chiuso

Costantino della Gherardesca e Sanremo Chiuso mettono la parola fine al Festival.

di Costantino Della Gherardesca
20 febbraio 2012, 1:00pm

La morte di Socrate VS Sanremo - via

Ogni anno in Italia si celebra Sanremo, un festival della Democrazia Cristiana, dove dei discografici inetti obbligano dei musicisti ingenui oppure venali oppure bisognosi, a cantare della merda. Tutto questo è trasmesso dal canale del Vaticano RAIUNO che, si suppone, spera di guadagnare introiti pubblicitari proponendo lo sterco più fetente e populista immaginabile.

Quest’anno, grazie a Dio, non è andata molto bene ai signori di Viale Mazzini. Immaginate dei vecchi uomini mezzi pelati con i capelli ancora un po’ lunghi, la cravatta e le cinture marroni con le fibbie d’oro slacciate che si prendono dei bracci di gorilla nel deretano. Questa metafora rappresenta perfettamente una situazione come la telepromozione del detersivo Dash che, dopo aver annunciato la sua pagina Facebook durante il Festival, si è beccata una valanga di messaggi di odio. Non certamente da “hater di detersivo” pre-esistenti, bensì da hater nati lì per lì quando il brand si è associato al Festival.

Siccome il micro-cosmo del Festival di Sanremo è composto da persone che fanno di tutto per bloccare la divulgazione della musica in Italia—discografici, giornalisti e direttori artistici in particolare—è da tre anni che ho iniziato una petizione, che potete trovare qui, per far chiudere Sanremo. L’anno successivo ho fatto un sito che potete trovare qui. E quest’anno, visto che gli altri autori del sito erano in Thailandia o ammalati, ho aperto un account Twitter. Ogni anno, puntualmente testardo, mi dedico a Sanremo Chiuso.

Ovviamente tutto questo fanatismo serve a ridere, anche perché finché non si radunano dieci milioni di vecchie e non le si fanno sparire nei campi di sterminio la programmazione di RAIUNO non cambierà. Quindi, ecco a voi i commenti più divertenti e/o stronzi tratti dal liveblogging di Sanremo Chiuso 2012.


Sul Festival, in generale

Un’artista commenta “Come si fa a dire di no a Sanremo?”
Risposta: “Diventi testimone di giustizia.”

La platea di Sanremo sembra una prima comunione di Cosa Nostra.

Fuori da Sanremo questa musica si sente solo nei risto-bar per vecchie troie a Losanna. Quando il cameriere si toglie la giacca e va al pianoforte.

Abbassano le pensioni degli organizzatori di Sanremo. Meno male percepiscono i pizzi.

Mio nonno si è rimesso la dentiera per fare BUU. (Stefano Mavillo)


Su Gianni Morandi

Morandi fa tanta tenerezza quando gli vengono gli ictus in diretta.

Morandi si tinge i capelli con quello che gli rimane di uno spuntino. (J.Magri)

(Tarocco di Maga Maghella) La dentiera di Morandi: mangerai la merda.


Su Rocco Papaleo, co-conduttore comico che non fa ridere

Rocco Papaleo sembra Weekend con il Morto (Virginia W. Ricci)

L'ironia di Rocco Papaleo è frizzante come una morte in famiglia.

Il presidente della Basilicata dovrebbe far partire una diffida contro Papaleo che si spaccia come uomo immagine della regione.

L'anagramma di Rocco Papaleo è: popolero caca.

Strozzerei Papaleo con le mie mani come opera di bene per la Repubblica. Per il progresso! La sua morte equivarrebbe a 700 chilometri di rotaie per l’alta velocità.


Su Adriano Celentano e i suoi discorsi

Adriano i preti non parlano del paradiso perché manco le vecchie che vanno in chiesa ci credono più. Vogliono solo morire senza troppe rotture di coglioni.

(Adriano Celentano dà del deficiente ad Aldo Grasso, critico televisivo del Corriere)
Il pezzo di A. Grasso farà più ridere del lavoro degli autori collaborazionisti. Sicuro.


Anche quest'anno Aldo Grasso non ha deluso. Ha chiesto al Primo Ministro Mario Monti di chiudere Sanremo.


Su Luca e Paolo, comici

Mario Monti che manda la Finanza a Sanremo è decisamente più spiritoso di Luca e Paolo.

Gelo a casa Misseri per una battuta di Paolo.


Su I Soliti Idioti

I Soliti Idioti mi ricordano i vicini di Anna Frank che hanno fatto le spie dicendo che l'ebrea viveva nell'attico. Dei collaborazionisti!

Il non giovane è truccato meglio di Morandi. Le battute però sono le stesse. (A. Mannucci)


Su Belén Rodriguez

Fra le tette di Belén vive un folletto che vende il migliore crack di Milano.


Su Belén, la mancanza di mutande, e susseguente gag troieggiante

O però quando le troie troieggiano è la cosa migliore di sto programma di merda. E sono pure frocio.


Su Ivanka, che raccontava di sua nonna quando la chiamava per nome

Tua nonna ti chiamava Ivanka finché non ti ha imbarcato nella stiva di un peschereccio nel Bosforo.


Sulla moda a Sanremo

A Sanremo gli stylist sono eterosessuali.

La tipa dei Matia Bazar sembra la Franzoni che sbuca da una fregna.

Arisa ha detto a José Feliciano (non vedente) di essere vestita con un vecchio Halston e dei gioielli Grima.


La tipa dei Matia Bazar


Sulla regia

Il regista l’11 settembre 2001 avrebbe ripreso il ponte di Brooklyn.


Su Loredana Berté

Richard Benson Berté, psicologicamente, è molto più stabile di Adriano Celentano.


Su Gigi D’Alessio

La giacca di pelle di Gigi D’Alessio è fatta con la pelle delle chiappe dei pentiti. (A. Mannucci)

Gigi D'Alessio non è frocio nonostante sia vestito da fister. Vorrei ricordarlo davanti ai magistrati per tutelare i diritti civili dei gay.


Sui Marlene Kuntz, ed il loro “messaggio rock”

Il “messaggio rock” dei Marlene Kuntz è come il “messaggio moda” di Patrizia Pepe.


Su Irene Fornaciari

L'erede genetica della bellezza e il talento di Zucchero.


Su Lucio Dalla

In mezzo a tutta questa merda c’è anche l’orrenda sensazione che Lucio Dalla trombi più di me.


Su una giovane artista che cantava di avere “i piedi a bagnomaria” e di voler “invecchiare con le rughe"

Questa giovane suora ha appena portato sfiga. ATTROIA: LI MORTACCI TUA!!!!


Su Skye dei Morcheeba

Skye piuttosto di fare questa fine non poteva fare una sparatoria in una scuola elementare e poi suicidarsi che è più dignitoso?


Su Patti Smith

Robert Mapplethorpe si rivolta nella tomba adesso che sta vecchia pelosa sale sul palco dell'omofobia di Sanremo.

L'unica consolazione è sapere che Patti Smith avrà trattato a stronzi in faccia tutto lo staff di Sanremo.


Su Shaggy

Sembra la mamma di Tracy Chapman.


Alessandro Casillo, quindicenne che ha partecipato a Sanremo


Su José Feliciano, non vedente

José Feliciano pensa di essere al Primavera Sound.

Arisa ha detto a José Feliciano di essere vestita con un vecchio Halston e dei gioielli Grima.


Su Jane Fonda

Nessuno dica a Jane Fonda che, dopo anni di battaglie contro il fascismo, il suo spot viene mandato in onda durante Sanremo.


Sulla presunta Eurovisione del Festival

Eurovisione in Vaticano, Lampedusa e quella strisciolina della Yugoslavia che abbiamo dovuto dare indietro.


Su Beppe Vessicchio, conduttore d’orchestra

Mi chiedo se la magistratura ci può dare qualche informazione su Beppe Vessicchio.


In seguito a un tweet che diceva che Rocco Papaeleo è “l’unico che si salva”

Io vado a fare la vivisezionista perché si hanno meno dispiaceri che in tv.


Su Emma Marrone, la vincitrice

Emma Marrone che si sforza di fare un'espressione divertita sembra uno stronzo nella galleria del vento. (Alessandra Angeli)

Emma Marrone ha vinto Sanremo. Il suo futuro nella musica è come il paradiso di Celentano.

Segui Costantino su Twitter: @CdGherardesca
@sanremochiuso