salute

Perché ad alcune persone vengono così facilmente i lividi?

Dalla genetica ai farmaci, all'alimentazione: le ragioni per cui ci vengono quei brutti ematomi ingiustificati sono tante.
Giovane donna con livido sul ginocchio
Foto di Lea Paterson/Science Library.

Ti danno dell'impacciato, quello che sbatte sempre contro spigoli, tavoli e qualunque cosa gli capiti a tiro. È la spiegazione più semplice a tutti quei lividi che spuntano dal nulla e ti rimangono addosso per giorni. Ma è davvero solo una questione di sbadataggine? Per quale motivo ad alcune persone vengono più lividi, più spesso?

COSA PROVOCA I LIVIDI La maggior parte dei nervi e dei vasi sanguigni si trova nel derma, lo strato di pelle sotto l'epidermide. Circa l'80 percento del derma è fatto di collagene, una proteina strutturale che dà forza alla pelle e la rende elastica, in modo che possa estendersi e poi tornare al suo stadio iniziale, spiega Jules Lipoff, assistente professore di dermatologia all'Università della Pennsylvania. Le fibre del collagene proteggono l'integrità della pelle e dei vasi sanguigni, quindi se qualcosa si indebolisce nel collagene—o se hai semplicemente un collagene più debole—potresti essere più incline a collezionare ematomi visibili, dice Lipoff. Quando un vaso sanguigno viene danneggiato, potrebbe rompersi e causare una fuoriuscita di sangue, facendo spuntare il livido.

Pubblicità

Quindi, il primo motivo per cui ad alcune persone vengono più lividi è il più ovvio: alcune persone hanno il collagene più debole o i vasi sanguigni più fragili, dice Adam Friedman, professore associato di dermatologia alla George Washington University School of Medicine & Health Science. In altre parole, è genetica.

PERCHÉ AD ALCUNE PERSONE VENGONO PIÙ LIVIDI Andando oltre, però, ci sono molti altri fattori che possono compromettere la produzione di collagene e quindi portare alla comparsa di lividi. Uno di questi è l'esposizione al sole: quando l'esposizione prolungata ai raggi del sole indebolisce la pelle, i vasi sanguigni si rompono molto più facilmente, dice Lipoff. Questo potrebbe portare alla patologia che viene comunemente chiamata porpora—una parola carina per descrivere macchie violacee che assomigliano a lividi ma non se ne vanno, spiega Lipoff. Quindi, se ti ritrovi con un livido ma non ricordi di aver sbattuto da qualche parte, è assolutamente plausibile che sia così. La porpora solare è più comune tra le persone anziane, ma può capitare anche ai giovani, come spiega un articolo del 2017 sul Journal of Clinical and Aesthetic Dermatology.

Alcuni farmaci, poi, possono aumentare la facilità con cui si manifestano i lividi. Gli steroidi assunti per via orale o locale come il prednisone, alcuni antinfiammatori come l'ibuprofene, oppure gli anticoagulanti possono indebolire la struttura di sostegno attorno ai vasi sanguigni, spiega Friedman. Inoltre, alcuni integratori da banco come ginkgo e olio di pesce possono interferire con il corretto funzionamento delle piastrine e quindi facilitare la formazione di ematomi.

Pubblicità

Infine, anche l'alimentazione ha un ruolo fondamentale, in questo caso è da considerare soprattutto l'apporto di vitamina C nella dieta. La carenza di vitamina C è piuttosto rara, ma si possono fare dei test per verificarne i livelli, dice Lipoff, aggiungendo, inoltre, che la stessa cosa vale per zinco, e vitamine come B12 e K. È consigliabile, inoltre, osservare se i lividi appaiono più frequentemente dopo un allenamento molto intensivo. Alcuni esercizi—come il sollevamento pesi—possono creare piccole lacerazioni nelle fibre muscolari, con annessa fuoriuscita di sangue e formazione di lividi.

Detto questo, chi ha una propensione ai lividi, spiega Friedman, non ha nulla da temere. La prima domanda da farsi in caso di dubbi o preoccupazioni, è se i lividi compaiono da soli oppure se sono accompagnati da altri sintomi. Se sono solo lividi, nulla di grave—certo è fastidioso, ma non c'è motivo di preoccuparsi. Se invece ai lividi sono associate problematiche come dolore alle articolazioni, considerevole perdita di peso o sudorazioni notturne, allora potrebbe esserci qualcosa d'altro, dice Friedman.

COSA FARE SE TI VENGONO SPESSO I LIVIDI SPONTANEI Monitorare i lividi è importante, in particolare se non vanno via dopo tre o quattro settimane. Un altro fenomeno da osservare sono i lividi ricorrenti in punti inusuali, come la schiena o sul busto. I lividi sul torace, più che quelli sugli arti, potrebbero indicare un problema di coagulazione e circolazione, secondo un articolo del British Medical Journal. Per quanto sia una patologia rara di cui soffre solo l'uno o il due percento della popolazione, la malattia di von Willebrand è un disturbo genetico causato dalla mancanza di proteine coagulanti nel sangue, secondo l'autore, ed è curabile. Avendo sintomi molto poco evidenti, la diagnosi risulta spesso difficile. Secondo il Centers for Disease Control and Prevention, le donne riscontrano circa sei problemi legati alla corretta circolazione e coagulazione del sangue prima di ricevere la diagnosi corretta.

Per quanto riguarda la riduzione della sensibilità, purtroppo non ho grandi rivelazioni. A meno che i test non dimostrino una carenza effettiva, gli integratori di zinco o vitamina C non sono davvero necessari, non fanno altro che circolare nel sangue e poi essere espulsi nell'urina, dice Lipman. "Piuttosto, sarebbe meglio evitare gli sport con molto contatto fisico," dice. "E cercare di fare attenzione ai movimenti che facciamo e alle reazioni del nostro corpo."

Questo articolo è comparso originariamente su TONIC.