Dieci domande che hai sempre voluto fare a una assistente di volo

Mai più caffè o tè in aereo.
17.1.18
Questa hostess non è l'intervistata. Immagine via Wikimedia Commons e Austrian Airlines.

Dopo esserci lasciati quell'incubo che sono le vacanze di Natale alle spalle, abbiamo pensato di fare qualche chiacchiera con gli eroi e le eroine della stagione, gli assistenti di volo. Ci rabboccano i bicchieri e mettono i sedili in verticale mentre ci catapultiamo dai nostri parenti su tubi di metallo pieni di influenza. Ma cosa succede dietro quelle tendine dopo che tutte le cene sono state servite?

Abbiamo parlato con "Betty", un'assistente di volo che lavora per una delle principali compagnie di volo americane. Ha chiesto di rimanere anonima per non rischiare di farsi licenziare. Ci ha spiegato che la vita del moderno assistente di volo è molto lontana dal lustro e il glamour dell'età d'oro delle compagnie aeree, anche se ancora ne conserva qualche briciola.

VICE: Farci spegnere il telefono in volo è una cazzata, vero? Ci sono altri comandi o regole che sono solo un placebo, o una messinscena?
Betty: Nessuno spegne il telefono. Nemmeno io. Sono solo precauzioni. Non puoi alzarti mentre stiamo rollando in pista, ma poi in volo andiamo a 900 chilometri all'ora. Cosa può succedere?

Immagino che a un certo punto debba essere successo qualcosa, perché altrimenti non avrebbero fatto questa regola. O almeno, è la giustificazione che ci hanno dato al training. A un certo punto in un certo momento qualcuno si è fatto male. Insomma, è un po' estrema così. Io non indosso sempre la cintura. A dire il vero c'è stata una volta in cui non l'avevo e l'atterraggio è stato tosto e sono schizzata avanti picchiando la testa. Ecco, lì mi sono sentita un po' una stronza.

C'è davvero gente che fa sesso nei bagni, e c'è un momento migliore per farlo?
Direi il momento del servizio pasto, quando tutti gli assistenti di volo sono nel corridoio. Saranno tutti impegnati e io personalmente non so mai cosa stia succedendo alle mie spalle. Potrebbero esserci dieci persone in bagno e non me ne accorgerei.

Sui grandi aerei ci sono assistenti di volo il cui compito è specificamente stare seduti fuori dal bagno in fondo per accertarsi che nessuno ne faccia un uso scorretto. Ma sugli aerei più piccoli, per voli più brevi, gli assistenti di volo non ti tengono sott'occhio come pensi. Stiamo attaccati al telefono nel retro come tutti oppure stiamo facendo il nostro lavoro. Non vogliamo mai stare nei pressi di quel bagno, cerchiamo di evitarlo con tutte le nostre forze. Che dio ti assista se decidi di farci sesso. È sempre minuscolo e disgustoso.

Come ti vendichi dei passeggeri maleducati?
Di solito li ignoro. Ma non ho molto da fare, quindi diventa un gioco di potere. Cerco di impormi e rendere chiaro che sono io a comandare non mettendogli il ghiaccio nel succo o mettendoglielo se non lo vogliono. Poco alcol nei drink, robe così. Tutto quello che posso fare per dar loro fastidio senza che sia evidente, perché devo sorridere e fare del mio meglio per non sembrare arrabbiata.

Quali sono le cose più antipatiche che fanno i passeggeri in volo?
È pazzesco quanto siano sporche le persone sugli aerei. Non si rendono conto che sono in uno spazio pubblico, e che ci sono altre persone intorno a loro. Quei bagni sono il posto più disgustoso del mondo. Non riesco a capire come possa succedere che si comportino normalmente tutti i giorni, e poi salgano in aereo e comincino a reputare ok pisciare sul pavimento e buttare per terra le noccioline.

A parte i bagni, qual è un'altra cosa schifosa degli aerei?
Il caffè. Non bevete mai il caffè degli aerei. Potrebbe essere la stessa acqua potabile dei bagni.

Qualche tempo fa abbiamo fatto un test dell'escherichia coli sull'acqua a bordo, e non l'abbiamo passato, poi sono arrivati quelli della manutenzione, hanno schiacciato due bottoni, e l'abbiamo passato. Quindi, niente acqua calda o tè. Invece bibite in bottiglia e ghiaccio sono ok.

Qual è il modo migliore di ottenere privilegi o upgrade da voi?
Aspettate di essere in aereo, perché al personale di terra non interessa aiutarvi. Una volta che siete a bordo e il portellone è chiuso, assicuratevi di avere qualcosa da dare ai vostri assistenti di volo. Siamo opportunisti. Se c'è un posto in business, e non avrà conseguenze negative su di me, o se c'è un posto in prima e comunque io mi posso tenere il mio pasto da prima, ti farò sedere. Se siete carini con me, non c'è problema.

Ma questa sono io. Ci sono colleghi che si sentono potentissimi a dire no. Se avete delle carte da giocarvi, di solito dolci o carte regalo di Starbucks, siete a posto.

Oppure potete mentire e dire che lavorate per la compagnia aerea. Se ci credono, a posto.

Come ammazzi il tempo nei momenti tranquilli dei viaggi lunghi?
Gioco un sacco a "chi salveresti tra". Per esempio, se ci fosse un atterraggio d'emergenza. Ovviamente facendo prima scendere i bambini etc. Ma sì, è davvero noioso. Molto tempo lo passi a fantasticare, molto altro a fissare i passeggeri e metterli mentalmente in situazioni impossibili.

Riesci a riconoscere un passeggero sbronzo/drogato/che porta droga con sé?
Una volta uno ha voluto assicurarsi che la coca fosse buona prima di partire. Io ho guardato per caso e l'ho visto tirare fuori un pezzo di carta con dentro quella che penso fosse coca. Non è che l'ho provata, ma lui se l'è messa sulle gengive quindi ho pensato non fosse antrace, perlomeno. C'erano altre persone intorno a lui, quindi ho dovuto chiamare il capitano per dirgli cosa stava succedendo, in caso qualcun altro se ne fosse lamentato. Ma gliel'ho detto mentre stavamo andando verso la pista di decollo, quindi lui mi ha risposto "non faremo ritardo per della coca," ed è decollato.

Per il resto, nessuno è molto bravo a nasconderlo quando è fatto o impasticcato.

Qual è la parte peggiore del lavoro?
Non è nemmeno lontanamente figo come la gente pensa che sia, ma te ne accorgi subito. La cosa peggiore è la paga, soprattutto all'inizio. E se devi trasferirti per lavoro, ti ritrovi a vivere con sei o sette persone in letti a castello. E ci sono molte persone che lo fanno tra i 30 e i 40 per sopravvivere, che è un po' triste.

I piani alti non sono il massimo, ma non li vedi tutti i giorni. Li vedi solo quando ti devono dire qualcosa, spesso su cose non belle. Di solito sei lì per farti fare una lavata di capo.

Aneddoti su persone famose ne hai?
Una volta c'era un rapper famoso che si è ubriacato ancora prima di partire e non riusciva nemmeno ad allacciarsi la cintura, quindi ho dovuto tirarlo su e mettergliela io.

Segui Justin Caffier su Twitter.