Guarda che carina, è la casa più piccola del mondo

Quindi ora diamo un tetto anche agli organismi unicellulari?
22 maggio 2018, 9:08am

Se state cercando una casa nuova, date un'occhiata a questo splendido cottage costruito dal Femto-ST Institute a Besançon, in Francia. Con il suo tettuccio, le finestrelle — sembra confortevole. L'unico problema è che devi essere più piccolo di un'ameba per abitarla.

Fatta questa premessa, probabilmente abbiamo già eliminato dalla lista di possibili abitanti della casetta la maggior parte dei nostri lettori eucarioti. Ma anche se non si tratta di un investimento troppo conveniente per noi, giovani esseri umani di dimensioni normali, questa "microcasa" è comunque un traguardo affascinante. Si tratta letteralmente della più piccola casa mai costruita, su delle fondamenta che misurano circa 300 micrometri per 300 micrometri — circa metà di un granello di sabbia regolare — mentre la casa vera e propria è lunga appena 20 micrometri.

Tutti i passaggi della costruzione della casa. Immagine: FEMTO-ST Institute

Per riuscire a creare una struttura così dettagliata su una scala di questo genere, il team del Femto-ST Institute ha dovuto integrare diversi tipi di tecnologie — sistemi lab-on-fiber, tecniche di rilevamento ottico, attuatori robotici — tutti su un unico dispositivi, che i ricercatori chiamano piattaforma μROBOTEX. Questa nuovo processo prevede un robot molto piccolo che assembra modelli di membrana di silicio all'interno di una camera a vuoto, come se fosse un origami — Il tutto è stato descritto in un nuovo studio pubblicato nel The Journal of Vacuum Science & Technology A.

“La stazione μRobotex è uno strumento molto potente," spiegano gli autori nel paper, guidati dall'ingegnere Jean-Yves Rauch, citando la "elevata precisione del braccio robotico" come una delle ragioni chiave del perché la stazione sia in grado di costruire strutture con questa precisione.

La microcasa è una dimostrazione divertente di ciò che oggi la tecnologia è in grado di fare. Rauch e colleghi puntano a usare ROBOTEX per sviluppare delle applicazioni più pratiche, come la realizzazione di sensori specializzati ad alta precisione. Per esempio, le fibre ottiche create sulla piattaforma potrebbero essere installate sugli aerei per monitorare la condizione dei motori, o nei vasi sanguigni per rilevare i virus.

Ma visto che la piattaforma è operativa soltanto dal 2014, probabilmente serviranno molti altri anni di esperimenti per avere questo nuovo tipo di dispositivi. Fino ad allora, avanti con le microcase.

Questo articolo è apparso originariamente su Motherboard US.