I Rammstein hanno fatto incazzare la Germania con il loro nuovo video

Nel video del nuovo singolo "Deutschland", la leggendaria band metal tedesca ha usato immagini che rievocano l'Olocausto—e l'opinione pubblica non l'ha presa bene.
JT
Chicago, US
till lindemann rammstein singer
Fotografia di Santiago Bluguermann/LatinContent/Getty Images

I Rammstein, cioè una delle band metal più famose del mondo e sicuramente la più famosa di Germania, stanno per pubblicare un nuovo album. Uscirà il 17 maggio e arriverà a otto anni di distanza dalla loro ultima opera. Per cominciare a promuoverlo hanno fatto un video che ha fatto incazzare un sacco di gente. Si tratta del teaser del video del singolo "Deutschland", in cui i membri del gruppo vengono ritratti sulla forca con un cappio al collo, vestiti come prigionieri di un campo di concentramento nazista. Uno di loro ha la stella di David sulla camicia.

Pubblicità

Charlotte Knobloch, sopravvissuta all'Olocausto ed ex presidente di un'importante federazione di ebrei tedeschi, ha criticato l'operazione parlando con la Bild: "Con questo video la band si è spinta troppo oltre. Strumentalizzare e banalizzare l'Olocausto come nel video è irresponsabile." L'attuale presidente della stessa federazione, Josef Schuster, ha aggiunto: "Chiunque abusa dell'Olocausto per motivi di marketing si sta comportando in un modo deplorevole e immorale." Felix Klein, capo dell'ufficio tedesco che si occupa di combattere l'antisemitismo, ha definito il video "uno sfruttamento di cattivo gusto della libertà artistica."

I Rammstein non hanno ancora risposto alle critiche, ma hanno invece pubblicato la versione integrale da nove minuti del video di “Deutschland”, che contestualizza le immagini controverse. Diretto da Specter Berlin, il videoclip ripercorre la storia di violenza della Germania evidenziando varie epoche storiche del paese, compresa quella nazista. Nel ritornello della canzone, il frontman Till Lindemann canta: "Germania, il mio cuore s'infiamma / Voglio amarti e condannarti / Germania, il tuo respiro è ghiacciato / Così giovane, eppure così vecchia". È abbastanza evidente che si tratti di una critica verso le azioni più mostruose compiute dalla loro patria, e per quanto abbiano certamente cercato di farlo in maniera ambiziosa e cinematografica, non è abbastanza per dire che sia di buon gusto. Guarda il video qua sotto.

La versione originale di questo articolo è stata pubblicata da Noisey US.

Segui Noisey su Instagram, Twitter e Facebook.