Music by VICE

Il Primavera ha annunciato la line up più rap di tutti i tempi

Ma che tipo dentro ci sono Future, Nas, la Gothboiclique, Pusha T, Cardi B, JPEGMAFIA e mezza scena hip-hop americana e inglese.

di Giacomo Stefanini
06 dicembre 2018, 10:49am

Amici e amiche sono esaltatissimo per la line up del Primavera Sound 2019, annunciata ieri. Ci sono i Jawbreaker, Kurt Vile & the Violators, i Guided By Voices, i Deerhunter, Stephen Malkmus & the Jicks, i Carcass (!!!), June of 44, Suzanne Ciani, le Shonen Knife, The Necks...

Ma no, dai, scherzo, lo so anch'io che tutta la roba che ho elencato sopra non conta assolutamente niente ed è diretta esclusivamente a uomini anziani con la barba come me. La parte interessante del festival è che c'è più rap di quanto ce ne sia mai stato e che la line-up è per più del 50% composta da ragazze. Da qua lo slogan del festival: "The New Normal", la nuova normalità di cui avremmo tutti bisogno.

Ad ogni modo: solo il primo giorno, 30 maggio, in mezzo a Interpol, FKA Twigs e Mac DeMarco ci sono Future, Nas, Danny Brown, la Gothboiclique, Princess Nokia, Mykki Blanco e Rico Nasty. E forse mi sono perso qualcuno.

Tra gli headliner del secondo giorno (con Tame Impala, Janelle Monáe, Robyn, Suede...) troviamo la regina Cardi B e lo spettacolare producer Mura Masa, poi le bombe UK Kate Tempest e Flohio. Il terzo ci sono Rosalía, Kali Uchis, quella Dea della stramberia che è Tierra Whack. Ma è inutile che stia qui a scrivere un elenco, trovate tutto nel flyer qua sotto. Occhio alle scritte in piccolo, c'è gente come Slowthai, JPEGMAFIA e Hurricane G.

Da notare anche l'impegno del festival a sdoganare il reggaeton in un contesto culturalmente medio-alto, togliendogli l'aura da roba sfigata che senti alla radio nei negozi quando vai a far compere: oltre a quella iper-star mondiale di J Balvin in line-up c'è una delle più grandi innovatrici della forma reggaeton, cioè Ivy Queen, e il leggendario DJ Playero, i cui mixtape sono stati fondamentali nella diffusione del reggaeton nei Caraibi e negli Stati Uniti.

Insomma, il festival di Barcellona ha chiaramente voglia di scrollarsi di dosso l'idea di mecca dei nerd anziani che vanno alla ricerca di reunion delle band della loro giovinezza, portando avanti un discorso più incentrato sul nuovo pop e sull'elettronica da ballare, senza perdere il suo tradizionale pubblico di gente con la tote bag di Rough Trade. Ci riuscirà o diventerà solo un minestrone senza senso? È una domanda alla quale non ci sentiamo di rispondere per ora.

Italiani, ce n'è? Nel pubblico sicuramente tantissimi. Sul palco, due: Caterina Barbieri e LNDFK.

Ma la domanda fondamentale per sapere come andrà questo festival è sempre la stessa: ci sono gli Shellac? Certo che ci sono. Guardali lì, il terzo giorno, sotto a Pusha T e Richie Hawtin. Consulta la line up completa del festival nell'immagine qua sotto e cliccaci sopra per visitare il sito del Primavera Sound e regalare i biglietti ai tuoi amici per Natale.

line up primavera sound 2019 barcelona

Segui Noisey su Instagram e su Facebook.

Tagged:
Music
Noisey
primavera sound
primavera 2019
Primavera Sound 2019
primavera line up