FYI.

This story is over 5 years old.

Stuff

Ho chiesto a un esperto come prendere LSD quando sei un principiante

Grazie alla darknet, negli ultimi anni sempre più persone hanno accesso a droghe come l'LSD—ma non tutti sanno come prendere un acido in sicurezza. Abbiamo chiesto a un esperto come fare per evitare bad trip e altri problemi.
Max Daly
London, GB
20.11.15

Foto di Troy Farah.

La darknet ha il merito di aver reso facilmente reperibile tutta una serie di droghe che prima era difficile procurarsi. È in parte per questa ragione che negli ultimi anni l'LSD è diventato sempre più popolare nel Regno Unito, specie tra i giovani tra i 16 e i 24 anni. Procurarsi gli acidi è sempre stato più difficile che procurarsi cocaina o ecstasy, perciò nessuno si è mai preoccupato troppo di contrastarne la diffusione. Ma con internet chiunque può ordinare quello che vuole e farselo consegnare direttamente a casa.

Dato che sempre più persone provano gli acidi, abbiamo pensato che fosse importante parlarne con un esperto, per una specie di corso di aggiornamento su questa droga. Visto che le persone si drogano comunque, forse ha senso cercare di istruirle e di fare in modo che si droghino in modo responsabile—ovvero, che non prendano dosi eccessive, non impazziscano e non siano perseguitati dai flash di quell'esperienza per il resto della loro vita.

Pubblicità

L'esperto con cui abbiamo parlato è Andy Roberts, autore di Albion Dreaming: A Popular History of LSD in Britain.

VICE: È normale avere un bad trip la prima volta che si prende l'LSD?
Andy Roberts: Dipende da cosa intendiamo per bad trip. Le sensazioni possono andare dal provare disagio, preoccupazione e ansia all'orrore puro del sentirsi catapultati in un'altra dimensione con Dio, il diavolo, mostri e tutto il resto. Varia molto. Però sì, molte più persone di quanto si creda hanno un bad trip la prima volta che prendono l'LSD.

Perché è così facile stare male la prima volta?
Perché l'opinione comune sull'LSD è decisamente buona—spesso si sente dire che si vedranno colori nitidi e si ascolteranno musiche strane. Ma l'esperienza in sé è molto diversa da quello che ci si aspetta e da tutto ciò che si può leggere sull'argomento, e molti non reagiscono bene al passare all'improvviso da uno stato all'altro. È un po' come un soldato che impara a combattere durante l'addestramento e poi si ritrova in una battaglia vera.

Com'è stato il tuo primo trip?
Ero una specie di hippy e volevo provare. Sono andato alla festa di un mio amico e ho comprato due micropunte. Ne ho presa una e ho pensato, "Sarà fantastico." Dopo 30 minuti non mi era successo ancora nulla, così ho preso anche l'altra—cosa poteva succedermi? Altri 30 minuti dopo c'erano dieci persone che mi tenevano fermo, perché ero completamente impazzito. Gli sono sfuggito, sono corso in cucina e mi sono messo a dire alla gente che volevo suicidarmi perché ero impazzito. Ho cercato di mettere la testa nel forno. Sono stato trascinato in giardino e mi hanno sbattuto contro il cancello per farmi stare fermo. Ho guardato il cielo ed era pieno di guerrieri di ghiaccio a cavallo alti migliaia di metri che correvano verso di me. Mi sono spaventato a morte.

Pubblicità

Poi mi sono ritrovato in salotto e tutto era buio. Sono diventato consapevole della presenza di un'entità maligna che mi diceva che il mondo era stato creato solo per me. Vedevo vermi psichedelici luminescenti che si arrampicavano sulla lampada e cadevano a terra con un sibilo. Ho passato il resto della notte tra pensieri paranoici su come mi fossi rovinato la vita per sempre prendendo quella droga. Ho sofferto gli effetti psicologici di quella notte per un anno. Se in quell'anno non avessi avuto la mia ragazza ad aiutarmi, probabilmente sarei finito in psichiatria.

Terribile. Mi sorprende che tu sia riuscito a prendere altri acidi dopo quell'esperienza. Perché quel trip è stato così forte?
Perché negli anni Settanta il dosaggio di LSD nelle micropunte era fortissimo—250 microgrammi. Non sapevo di dover aspettare una o due ore peri sentire gli effetti, per cui mi ero fatto 500 microgrammi tutti insieme. Oggi gli acidi non sono più così forti, in un cartone normale ci sono da 100 a 150 microgrammi al massimo.

Qual è la causa più comune di un bad trip?
La mente. L'acido ti apre il subconscio e tutto quello che ti è successo nella vita torna a visitarti—tutto quello che hai represso e di cui hai deciso di non parlare può uscir fuori. È per questo che l'LSD viene usato in psicoterapia, perché è uno strumento in grado di sbloccare queste cose—molto utile, anche se non quanto l'MDMA. Per questo quando usi l'LSD devi essere felice e soddisfatto di te stesso ed essere sicuro che non ci sia niente nel tuo subconscio che possa tornare fuori. E per questo gli effetti variano da persona a persona.

Pubblicità

C'è modo di assicurarsi di non avere bad trip?
No. Ci sono persone che conosco che prendono LSD da 40 anni e che fanno ancora molta attenzione—continuano a trattarlo con grandissimo rispetto. Detto questo, prima di assumerlo bisognerebbe assicurasi di non avere motivi di stress immediato. Se hai grossi problemi emotivi o relazionali, sotto LSD si amplificheranno 100 volte. Se lo prendi in uno stato mentale negativo, il tuo stato mentale peggiorerà e basta.

Timothy Leary, l'uomo che ha diffuso per il mondo il messaggio dell'LSD, aveva due parole per descrivere il modo giusto di farsi un trip: preparazione e contesto. La tua preparazione mentale e il contesto fisico in cui lo prendi. Se metti insieme con cura queste due cose e sei consapevole di quale sia la dose giusta, con ogni probabilità avrai un buon trip. Serve avere il controllo sull'ambiente in cui ti trovi. Quindi il meglio è stare in un posto in cui non c'è molta gente, con persone che conosci.

Andare a un concerto, ad esempio, può sembrare una buona idea—ma non lo è: devi muoverti per il locale, ci sarà folla, qualcuno potrebbe urtarti. Se invece ti fai in una stanza con i tuoi amici, candele, musica soft e un'atmosfera tranquilla, non dovresti avere problemi. Oppure in campagna, dove non c'è pericolo di incontrare gente. Sotto acidi le persone sane possono essere fonte di terrore, perché puoi vedere i loro volti distorti e andare in paranoia.

Pubblicità

C'è qualcosa che puoi fare se stai per sentirti male durante un trip?
Mangiare zucchero o cose zuccherate può aiutare ad affievolire l'intensità del trip. È per questo che una volta l'LSD veniva venduto in zollette di zucchero. Il punto è rimuovere le fonti di stress dell'ambiente in cui ti trovi. Se sei a casa di qualcuno e stai per sentirti male puoi fare diverse cose, come accendere o spegnere la luce, usare candele per ammorbidire l'atmosfera o incenso per mandar via i cattivi odori. O mettere su il tuo disco preferito, che agisce come una specie di salvagente. Mangiare o bere possono essere d'aiuto?
Non consiglierei di mangiare, perché in quella situazione il corpo è troppo impegnato a smaltire l'acido per essere in grado di digerire bene il cibo. Se mangi potresti sentirti come se avessi ingoiato una palla di piombo o qualcosa del genere. Oppure potresti stare male. Prima di prendere un trip, io non mangerei per diverse ore. Per quanto riguarda il bere è buona norma assumere liquidi, perché durante il trip si suda molto. Ma è meglio assumere solo piccole quantità di alcol.

A quanto ne so, l'oggetto dei trip pare essere del tutto casuale. Si può influenzare il decorso di un trip?
Sì. In realtà, un sacco di persone hanno iniziato ad assumere sostanze psichedeliche perché sentivano di vivere esperienze spirituali o religiose di qualche tipo. I membri di alcuni culti neopagani, ad esempio, si circondano di statuette delle loro divinità, iscrizioni e libri prima di prendere un acido, e quel contesto influenza il loro trip.

Pubblicità

Oggi su internet si vendono un sacco di nuove sostanze psichedeliche poco costose. Che differenza c'è tra l'LSD e sostanze analoghe?
Io ho provato solo l'1P-LSD, ma non mi fiderei di nessun'altra sostanza analoga all'LSD. L'1P-LSD è molto diverso dall'LSD originale. Ha alcune somiglianze per quanto riguarda gli effetti psichedelici, ma non ha la profondità, la potenza o la complessità del vero LSD.

Facciamo finta che io abbia appena comprato un acido. Come posso farmi un'idea di quanto potrebbe essere forte?
Fossi in te, io guarderei su Erowid, su MAPS o su Bluelight, siti in cui gli utenti postano i resoconti dei loro trip con diversi tipi di cartoni. Ti basterebbe cercare quello con lo stesso disegno di quello che hai comprato. Così potresti farti un'idea, anche se per sicurezza io prenderei prima metà cartone per capire bene quanto è forte.

Hai qualche consiglio da dare a chi non ha mai preso l'LSD e vuole prenderlo per la prima volta?
Consiglierei di prendere prima mezza dose, aspettare tre o quattro ore e poi, se tutto va bene, prendere una dose intera la volta successiva. Consiglierei anche di non prendere mai per oro colato tutto quello che sentono, perché ogni persona reagisce in modo diverso. Alcune persone sono in grado di bere dieci birre di fila e reggersi in piedi senza problemi, altre dopo quella stessa quantità finiscono all'ospedale. Chi prende l'LSD per la prima volta dovrebbe farlo avendo vicino una persona che controlli sempre se sta bene.

Secondo il professor David Nutt, l'LSD è una delle droghe meno pericolose in circolazione—ad esempio, è molto meno dannosa dell'alcol. Ma non sembra tenere in considerazione il fatto che l'LSD può mettere le persone in situazioni pericolose.
Sì, è possibile che la gente impazzisca, abbia bisogno di essere rassicurata—o che possa persino arrivare ad aver bisogno di cure psichiatriche. Ma considerando la quantità di persone che fanno uso di LSD, gli incidenti come questo sono davvero pochi. Se chi ne fa uso prende le dovute precauzioni, andrà tutto bene. L'unica ragione per cui l'LSD è stato classificato come droga di classe A è che cambia profondamente il modo in cui chi la assume vede il mondo e le sue strutture sociali. Come ha detto Terence McKenna: "Le droghe psichedeliche ti aprono la mente di fronte alla possibilità che tutto quello che sai sia sbagliato."

L'LSD può essere pericoloso per lo sviluppo del cervello?
Le persone non dovrebbero prendere l'LSD se non si sentono mentalmente pronte a farlo, ma questo non ha mai fermato nessuno. Non ci sono ricerche sugli effetti dell'LSD sul cervello nell'età dello sviluppo. Ho conosciuto persone che hanno assunto LSD quando erano moto giovani—principalmente persone cresciute in comunità di hippy—e la cosa non sembra averli influenzati. Ma se hai quell'età e vivi in quell'ambiente non ti preoccupi di nulla, e sono le preoccupazioni che causano problemi quando si tratta di assumere LSD. Comunque sia, per sicurezza non consiglierei di prenderlo prima dei 16 anni.

Segui Max Daly su Twitter

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia: