Pubblicità
Stuff

I tuoi pettorali scolpiti non servono a niente

Comunemente è facile pensare che dei pettorali o degli addominali scolpiti equivalgono a un fisico forte. In realtà, hanno un valore esclusivamente estetico.

di Richard Morgan
19 maggio 2016, 7:13am

Foto per gentile concessione di Marcus Jecklin.

Marcus Jecklin ha il corpo di un supereroe in tensione durante una lotta all'ultimo ormone: bicipiti fantastici, pettorali da urlo, glutei di marmo.

Ma cerchiamo di fare chiarezza su ciò che abbiamo davanti. Sì, i suoi bicipiti in trazione gli hanno fatto guadagnare il soprannome di una bevanda energetica ("Powerthirst", per essere precisi). Sì, è un ammasso di più di un metro e 80 per 84 chilogrammi di muscoli bestiali con l'8 percento di massa grassa. A 26 anni, con il suo fisico potrebbe mettere in ombra molti atleti professionisti. Ma ha un segreto: è una schiappa negli sport. "Non sono mai stato all'altezza delle aspettative altrui sul mio fisico," mi ha detto. "Deludo tutti. Mi imbarazza più di qualsiasi altra cosa. Non sono veloce come ci si aspetta. Sono nella media. Segretamente nella media."

Al contrario, il 22enne John Baranik, laureando dell'Università della Pennsylvania, riesce a fare un km e mezzo in meno di cinque minuti, si allena con la squadra di ciclismo della Penn University, fa 25 flessioni come niente fosse, e riesce a sollevare sulla panca il suo stesso peso (è alto 1,72 e pesa 68 chili). Riesce a fare serie ininterrotte di addominali "dall'alba al tramonto," mi ha detto. Anche Baranik è belloccio, ma si descrive "di stazza normale" perché non ha i classici addominali scolpiti e immediatamente visibili.

Nel periodo in cui Baranik ha lavorato come guida escursionistica in Colorado, ha avuto puntualmente problemi con tipi dal fisico scolpito alla Jecklin. "Quelli erano gli unici ragazzi che facevano fatica nelle escursioni," ha chiarito Baranik. "Erano della Air Force Academy. Dei militari. E dovevo rifornirli periodicamente di barrette energetiche per far sì che proseguissero. Non sapevano nulla di come funziona il loro corpo al di fuori della palestra." Lo dimostrano con le loro barrette proteiche e i bibitoni, mi ha spiegato, quando parlano all'infinito delle "sedute del petto" e delle "sedute delle gambe," e quando si rifiutano di credere nel fatto che molti scalatori non sappiano fare le trazioni alla sbarra—uno dei loro esercizi da palestra preferiti che sorprendentemente si applica poco al mondo reale.

Foto per gentile concessione di John Baranik.

Questi tipi sono la rappresentazione perfetta del "tutto fumo e niente arrosto." Sono la seconda generazione di Schwarzenegger—una riproduzione dei tempi che furono fatta di omoni e gambe a papera.

Focalizzandosi sul mettere su massa che soddisfa solo l'occhio, stanno perdendo di vista ciò che è veramente importante. Prendete i bicipiti. "Dei bicipiti pompati non sono richiesti in quasi nessuno sport. Non servono a lanciare una palla, afferrare una mazza da baseball, una racchetta o dare un pugno, nuotare o fare arrampicata," ha spiegato il 32enne Nic Berard, esperto di fisioterapia di Los Angeles. "Si allenano a caso. E vogliono dei bicipiti enormi solo per apparire fighi con la maglietta. O senza maglietta."

Basta dare un'occhiata a un qualsiasi atleta reclutato per qualche pubblicità in intimo—David Beckham, Rafael Nadal, Hidetoshi Nakata—per rendersi conto che non hanno fisici particolarmente scolpiti e non appaiono particolarmente muscolosi. I veri atleti, ha osservato Berard, non hanno muscoli eccessivamente pronunciati.

Un fisico scolpito può addirittura essere pericoloso. "Avere la tartaruga ti può rendere vulnerabile all'infortunio alla spina dorsale tanto quanto avere la pancia," ha detto Berard, "perché quelli che danno origine alla classica 'tartaruga' sono muscoli superficiali, il muscolo detto dell'addome—ma la vera forza deriva dal muscolo trasverso e dal muscolo multifido, e dagli addominali obliqui per la forza rotazionale." Ha aggiunto che le panche "non fanno bene" e che gli addominali "sono un esercizio che mette sotto sforzo eccessivo la spina dorsale." Gli uomini che lavorano sui pettorali e i bicipiti spesso sviluppano dei gravi infortuni alla spina dorsale: "se vuoi avere un bell'aspetto, è facile. Ma ti rimane solo quello. Ho visto un sacco di personal trainer ritrovarsi con un infortunio dopo l'altro."

Ma un corpo che funziona più per l'occhio che per il resto ha altri rischi. "Ho sentito delle storie terribili dalle ragazze, sul comportamento di questi tizi a letto—praticamente, come fare sesso con una statua," ha detto a VICE Aaron Copeland, 27 anni, personal trainer di Houston. "Io stesso sono stato quel tipo di ragazzo," ha ammesso Sanders Omoshebi, 29 anni, trainer a Miami. "Il sesso per me durava al massimo dieci minuti," ha aggiunto, "In quanto a cardio sei una merda. I muscoli delle anche sono troppo legati. Non riesci a dare forza. Mi dispiaceva per le ragazze."

I movimenti che si fanno su un campo da basket o a letto, ha notato Copelan, comprendono, "una contrazione veloce dei muscoli, che non è prevista quando ti alleni. Un sacco di muscoli, con le loro contrazioni, sono inutili. Quello funziona per l'ego."

Noah Neiman, 32 anni, è un trainer di New York molto affermato nel suo mondo. "Questi ragazzi sono tutto fumo e niente arrosto," dice. Per Neiman, insistere sull'importanza dei benefici rispetto all'aspetto è fondamentale. E ciò significa che con i suoi clienti parla molto raramente di come appariranno alla fine del programma. "Dico le cose come stanno. Non parlo dell'estetica, parlo dei benefici emotivi," ha detto a VICE. "Così facendo non sei mai frustrato, perché alla fine di ogni allenamento ti senti bene con te stesso. Quando ti concentri esclusivamente sul tuo aspetto estetico, tutto è più difficile. Stare bene con se stessi equivale ad essere una persona in salute."

Dal canto suo, Jecklin ride dei giorni in cui bramava così disperatamente attenzioni e approvazione, indossando "pantaloncini molto corti e stretti, canottiere scollate... praticamente in palestra andavo nudo." Adesso i suoi obiettivi non si misurano in chili. Vuole arrivare a fare la spaccata.

"Se tornassi indietro passerei la vita a fare ginnastica," ha detto. "Adesso riesco ad arrivare dove non sono mai arrivato." Eppure, anche oggi, non usa queste sue abilità per rimorchiare.

Segui la nuova pagina Facebook di VICE Italia:

Tagged:
salute
palestra
Vice Blog
fisico
muscoli
apparenza
immagine