FYI.

This story is over 5 years old.

Lo staff del MIT ha aperto una capsula del tempo con 942 anni di anticipo

l'ignaro personale del Massachusetts Institute of Technology ha dischiuso lo stesso una capsula del tempo destinata all'anno 2957.
19.11.15
James R. Killian (a sinistra) sotterra una capsula del tempo con Harold Edgerton (a destra) nel 1957. Immagine: Per gentile concessione del MIT Museum

L'interesse di una capsula del tempo aumenta con l'età. Prendiamo ad esempio la capsula spaziale destinata ai nostri discendenti che popoleranno la Terra tra 50.000 anni o la capsula del tempo più vecchia d'America che risale al 1795.

Ma l'ignaro personale del Massachusetts Institute of Technology (MIT) ha dischiuso lo stesso una capsula del tempo sotterrata nel 1957 che era destinata all'anno 2957.

Pubblicità

La capsula venne sotterrata da James R. Killian Jr., decimo direttore del MIT in compagnia di Harold "Doc" Edgerton, professore di elettrotecnica, per commemorare l'apertura dei Compton Laboratories, un centro che ospitava il nuovo IBM 704. La capsula era stata pensata per essere dischiusa un millennio dopo e per questo i due si assicurarono che venisse sigillata ermeticamente.

Secondo

quanto dichiarato dal MIT

, l'università utilizzò un cilindro di vetro appositamente progettato e riempito con gas argon per proteggerne il contenuto. Venne aggiunta anche una piccola quantità di carbonio14 in modo che gli scienziati del futuro potessero determinarne facilmente la data di sepoltura. Il carbonio14 sta alla base

del metodo di datazione

sviluppato dal chimico Willard Libby utilizzato sui campioni archeologici e geologici.

La capsula è stata portata alla luce—venendo scambiata inizialmente per una tubatura—durante i lavori di costruzione del MIT.nano, un nuovo polo per la ricerca su scala nanometrica. Ad un controllo più attento, il personale del MIT ha riconosciuto la sua reale natura.

Edgerton e Killian inclusero delle istruzioni in cui raccomandavano di aprire la capsula mille anni dopo la data di sepoltura, ma non essendo sicuri che il suggerimento fosse da prendere alla lettera, il personale del MIT ha deciso di non seguirlo. All'interno del contenitore hanno ritrovato: una lettera di Killian, una copia di A Scientist Speaks di Karl T. Compton, della penicillina sintetica, monete appena coniate dalla First National Bank di Boston e una tazza della Classe 1957.

Anche se il personale del MIT si è goduto un bel "momento nostalgia", ha privato del tutto i poveri terrestri del 2957 della possibilità di scoprire la reliquia da sé.