Che fine hanno fatto i preservativi di prossima generazione?

Sono passati tre anni da quanto la Gates Foundation ha finanziato 11 progetti di ricerca: i progressi sono stati lenti, ma costanti.
29.11.16

Nonostante la salute sessuale sia una componente importante dello stato fisico di una persona, il campo di ricerca relativo non riceve sempre l'attenzione necessaria per sviluppare e donare al mondo prodotti migliori.

La Gates Foundation ha cercato di risolvere il problema con un concorso a premi per il "preservativo di prossima generazione", nel 2013. La fondazione ha finanziato 11 progetti incentrati sui preservativi, 100.000 dollari l'uno, e le proposte scelte variavano da preservativi taglia unica a preservativi che potessero essere infilati con "un gesto solo" senza interrompere il rapporto.

Pubblicità

"Molto semplicemente, i preservativi salvano la vita, ma c'è bisogno di nuovi progetti e riflessioni per assicurarsi che gli uomini e le donne nel mondo li utilizzino con costanza e correttamente, per prevenire gravidanze indesiderate e infezioni sessualmente trasmissibili," ha dichiarato la Gates Foundation in un comunicato stampa.

Questo è stato tre anni fa precisi. Che fine hanno fatto quelle idee? Sono ancora in fase di creazione, a quanto pare. Sviluppo e approvazione della Federal Drug Administration richiedono anni, se non un decennio pieno, e molti più soldi di quanti possa offrirne un premio. Ma questo non significa che questi esperti di salute sessuale siano rimasti seduti sugli allori, nel frattempo.

Patrick Kiser della Northwestern University sta sviluppando un preservativo che si comporti come tessuto mucoso, un tipo di membrana che riveste internamente diverse parti del nostro corpo, come la vagina e parti del pene, per migliorare la sensazione.

Nel frattempo, era anche parte di un team che ha sviluppato un anello vaginale contraccettivo che rilascia un medicinale per curare l'HIV/AIDS. L'anello, che contiene il farmaco anti-retrovirale tenofovir, potrebbe aiutare le donne nei mondi in via di sviluppo a evitare gravidanze indesiderate e curare l'HIV senza dover assumere le pillole giornaliere che sono sul mercato al momento. È in attesa dell'approvazione della FDA.

Un altro dei progetti finanziati dalla Gates Foundation era un piano—ideato da Lakshminarayanan ragupathy della HLL Lifecare Ltd—per creare un preservativo dotato di uno strato di grafene in grado di scaldarsi fino alla temperatura corporea e funzionare da sistema di erogazione dei farmaci per la prevenzione delle malattie sessualmente trasmissibili.

Pubblicità

Il preservativo è ancora in fase di sviluppo, ma Ragupathy ha ricevuto un finanziamento da 1 milione di dollari dalla Gates Foundation per continuare il progetto appena questo ha dato i primi risultati, ha riportato VICE all'inizio dell'anno.

Ha poi iniziato a lavorare su un progetto per sviluppare un preservativo biodegradabile che sia privo di odore e compatibile con i farmaci antivirali e altri contraccettivi. Dato che ci vogliono diversi anni perché un preservativo di lattice si biodegradi nella natura, alcuni consumatori preferiscono utilizzare preservativi eco-friendly come quelli in pelle d'agnello, a un costo più alto.

Willem van Rensburg di Kimbranox Ltd. ha ricevuto un premio dalla Gates Foundation per la sua idea di creare uno strumento che infila un preservativo maschile in un solo gesto senza interrompere il rapporto sessuale. Il Rapidom, questo il nome dello strumento, è pensato per evitare il can-can del dover togliere un preservativo dalla confezione e infilarselo addosso correttamente—che alle volte è citato dagli uomini come una delle ragioni per cui non usano proprio i preservativi.

"L'applicazione manuale dei preservativi richiede tempo, che può portare a un posizionamento scorretto perché interrompe il rapporto sessuale e gli applicatori attuali richiedono una buona tecnica," si legge sulla proposta di van Rensburg. Il suo obiettivo era quello di arginare l'onda di infezione da HIV/AIDS che colpisce il suo paese natale, il Sud Africa.

Una versione preliminare dell'applicatore è disponibile in Sud Africa con il nome Pronto Condoms, ma la campagna di crowdfunding su Indiegogo per ora ha raccolto soltanto 800 dollari. Sfortunatamente, gli Stati Uniti dovranno aspettare il loro turno.