FYI.

This story is over 5 years old.

arte

A Rotterdam c'è l'opera d'arte più grande del mondo

Ed è già stata ribattezzata la "Cappella Sistina" olandese
05 giugno 2014, 8:00am

Consummatum Est—_è finito. A Rotterdam, in Olanda, è appena stata completata la più grande opera d'arte del mondo. Intitolato _Horn of Plenty, il corno dell'abbondanza, questo dipinto gigante dai colori sgargianti misura circa 3400 metri quadrati.

Già ribattezzato la 'Cappella Sistina' di Rotterdam, Horn of Plenty attraversa tutto l'interno del mercato De Markthal, pronto ad aprire il primo di ottobre.

“Ti senti proprio come un insetto quando stai lì sotto,” ci ha detto l'artista Arno Coenen al telefono. “Questa è l'idea dietro il progetto_—_riprovare quel senso di meraviglia infantile che si aveva leggendo Eric in the Land of Insects o Alice nel Paese delle Meraviglie”.

Anche il mercato non è ancora aperto, sappiamo che sarà di sicuro un'esperienza emozionante alzare lo sguardo sulla grande sala. L'opera parte dal pavimento estendendosi fino al soffitto, arrivando a coprire l'area di due campi da calcio interi. Decorato con pesci giganti, frutta e verdura, qualche fungo o gambero sperduto, il mega–murales ritrae i prodotti che presto saranno disponibili al mercato.

“In quanto ateo credo che la sorgente della vita sia l'universo e non che qualcuno abbia creato tutto in sette giorni,” ha detto Coenen. “Allo stesso tempo però, l'opera mantiene la magnificenza degli affreschi delle chiese rinascimentali, solo che la mia è un'adorazione della natura, un'ode al cosmo. Dal mio punto di vista questo non la rende meno importante o divina.”

Horn of Plenty è stato creato combinando fotografie e animazioni e attraverso il software Nuke. Per rendere l'immensa immagine più intensa, Coenen si è rivolto alla Pixar, che si è occupata del rendering del file da 1.47 TB in una render farm in Nuova Zelanda. Durante lo scorso mese, l'opera è stata costruita con un mosaico di 4000 piastrelle all'interno dell'edificio.

L'artista ha intenzione di proiettare delle animazioni sulle immagini statiche una volta che l'edificio sarà aperto. Di notte si potrà ammirare una gigantesca luna in mezzo al soffitto, che seguirà le fasi reali del ciclo notturno. “E cambieremo le proiezioni a seconda delle stagioni; per esempio proietteremo un banco di aringhe che nuota nella stagione delle aringhe,” dice Coenen, “o gigantesche uova di Pasqua 3D durante la Pasqua.”

Per ora, i cittadini di Rotterdam attendono l'apertura per poter finalmente ammirare il nuovo landmark della loro città. “Le prime reazioni sono molto buone. Penso che l'opera sia rassicurante in ogni caso. È come stare stesi sull'erba, guardando il sole con api e uccellini tutti intorno.”

Tutte le immagini per gentile concessione di Ossip Architectuurfotografie, TS Visuals e Provast.

Visita il sito di Arno Coenen e il sito del Markthal.