John Cena spacca su Instagram

Cosa può insegnarci il bizzarro Instagram di John Cena, pieno di inside joke e immagini criptiche, su come ha rinnovato la propria immagine?
27 gennaio 2017, 12:16pm

Per essere un profilo Instagram con quasi sei milioni di follower, quello di John Cena è assolutamente anomalo per gli standard del social. Posta immagini rubate dagli angoli più strani di internet, cimeli curiosi della sottocultura dei palestrati anni Ottanta e Novanta e un sacco di altra roba assolutamente nonsense.

Le immagini vengono pubblicate senza commenti e raramente sono fornite di spiegazioni, anche nel corso di un recente sketch pensato, in teoria. per offrire una serie di risposte. Dopo anni in cui è stato odiato perché, nell'ordine, ha incarnato l'immagine del bravo ragazzo che si spacca di palestra amante degli shorts di jeans (altrimenti detti "jorts," per sfotterli), ha inciso album rap di dubbio gusto, ha recitato in film d'azione low budget, se l'è cavata sorprendentemente contro ogni wrestler e ha conquistato quasi sempre il titolo della WWE, Cena è riuscito ad ottenere un successo ancora maggiore, stravolgendo gli stereotipi a cui era stato associato.

Una foto pubblicata da John Cena (@johncena) in data: 19 Gen 2017 alle ore 04:49 PST

"John Cena è un tipo brillante e divertente", ha raccontato "Cowboy" Johnny Mantell a Motherboard. Mantell, ex lottatore e attuale presidente della Pro Wrestling Hall of Fame, ha sottolineato la profonda conoscenza di Cena del panorama in continuo mutamento dei media. "È un vero e proprio atleta che mi ricorda un po' Bob Backlund, un grande lottatore e campione WWE. Backlund è stato, fin da subito, incredibile sul ring, ma veniva visto come un tipo noioso con la faccia da bambino... quindi ha provato a cambiare personaggio, adottando un politico che faceva discorsi motivazionali. In questo modo ha vinto ancora il titolo mondiale."

"Per molto tempo, il brand Cena si identificava con l'etica del lavoro, degli allenamenti duri e così via", ha spiegato l'advertising executive di Toronto, Ron Deschenes. "L'esatto opposto di The Rock, un performer assolutamente naturale da quando ha abbandonato il suo primo personaggio imposto dalla WWE e ne ha trovato uno tutto suo. Cena è stato costruito da zero, un allenamento e un'intervista alla volta, la sua narrazione corrispondeva al fatto che lui si trovava lì per essere il ragazzo della WWE, l'eroe a lungo termine. Era come Hillary Clinton, o almeno veniva rappresentato in questo modo: il soldatino che continua a sbattersi, cercando di restare al top, mentre la gente non fa altro che cercare di buttarlo giù."

Una foto pubblicata da John Cena (@johncena) in data: 9 Gen 2017 alle ore 07:29 PST

Per molti anni, Cena è stato venduto sia dalla WWE che da lui stesso come una versione reale degli eroi senza macchia dei fumetti. Il suo recente rebranding lo ha trasformato in una sorta di comico destabilizzante, include la sua partecipazione nel film Trainwreck di Amy Schumer e il suo ruolo di host per SNL, sembra essere parte di uno sforzo ben congegnato per enfatizzare l'aspetto umano di questo "Superman."

Ron Deschenes approva la decisione, a prescindere dai motivi e dalle modalità in cui è stata sviluppata. "Per scopi di marketing, aveva bisogno di dimostrare di essere umano, che ha anche lui dei difetti e che può lavorare anche per le commedie. Il feed dei suoi social non ha bisogno di essere riempito un video dopo l'altro di lui accovacciato che solleva 270 chili o flette i bicipiti come un attore un tempo minuto di costituzione che ci tiene a comunicarci quanto si è pompato per recitare in un film di Spider-Man; deve dimostrare che è una persona a tutto tondo capace di ridere di se stessa. Hanno cercato di fare lo stesso anche con Hillary—facendole eseguire la DAB dance e tutto il resto—ma, alla fine, non ha funzionato così bene."

Jim Jividen, avvocato e blogger di wrestling, è ancora convinto che Cena non ce la stia facendo. "Cena e Rock sono tutti e due degli entertainer, ma Rock ha una giocosità e un carisma che Cena non può ancora eguagliare," ha detto. "Entrambi possono generare del traffico con dei cliché sugli atleti—sono sicuro che ognuno di loro ha una frase del tipo la citazione 'Manchi il 100 per cento dei tiri che non fai' da qualche parte sui suoi social, ma il Q score di Rock [una misura del livello di familiarità del pubblico e del fascino esercitato da una celebrità] è molto più alto di quello di Cena. C'è addirittura chi parla di lui come del candidato alla presidenza nel 2020 a causa del suo successo di pubblico su più fronti. Ma Cena, per il momento, è ancora in fase di transizione dalla sua carriera di wrestler professionista ".

Mentre i fan e i follower continuano a riflettere sui messaggi criptici di Cena, "Cowboy" Johnny Mantell ritiene che l'ex giocatore di football da piccola Springfield College avrà l'ultima parola. "Il wrestling è tutto incentrato sul vendere una versione pompata di te. Quanto più Cena mostrerà a tutti gli altri quanto è intelligente e quanto diversificati sono i suoi interessi, tanto più andrà forte. "

La WWE è stato contattata per un commento su questa storia, ma non ha risposto in tempo per la pubblicazione.