Pubblicità
Tech by VICE

Guarda dei mattoni di polvere lunare forgiati in una fornace solare

Il centro aerospaziale tedesco DLR ha inaugurato l'arte della produzione di mattoni lunari.

di Becky Ferreira
08 maggio 2017, 8:20am

L'età della produzione di mattoni extraterrestri è iniziata: diversi ricercatori si stanno sbizzarrendo nel produrre mattoni con le simulazioni delle polveri dei corpi celesti più vicini a noi. L'obiettivo è risparmiare agli astronauti del futuro la difficoltà di trasportare pesanti materiali da costruzione dalla Terra per erigere le loro colonie, rendendoli liberi di vivere sul suolo alieno.

Ad esempio, chi desiderasse trasferirsi sulla Luna potrebbe essere interessato ad una nuova tecnica di stampa 3D che trasforma delle riproduzioni di polvere lunare in dei solidi mattoni sfruttando la potenza del sole. La ricerca è stata condotta presso il DLR German Aerospace Centre di Colonia ed è stata immortalata in un recente video dell'agenzia spaziale europea (ESA).

Mattoni lunari prodotti in un forno solare. Video: European Space Agency/YouTube

I mattoni sono stati realizzati a partire da una simulazione che imita la composizione, la struttura e le dimensioni delle polveri raccolte dalla Luna. Per produrli, i ricercatori hanno cucinato piccoli strati di polvere lunare in una fornace solare che utilizza 147 specchi ricurvi per concentrare la luce solare in un fascio estremamente intenso. A volte, in realtà, barano utilizzano delle lampade allo xeno come fonte di calore, ma solo perché "il clima nell'Europa settentrionale non sempre coopera" con la necessità di una bella giornata di sole, secondo una dichiarazione dell'ESA.

Un mattone di polvere lunare. Immagine: ESA–G.

In entrambi i casi, gli strati di polvere lunare vengono sottoposti a temperature che raggiungono i 1.000 gradi centigradi per fonderli in una struttura solida che possiede una capacità di resistenza alla compressione paragonabile a quella del gesso.

La polvere lunare non è l'unico materiale extraterrestre che potrebbe essere utilizzato per realizzare i mattoni per le nostre future colonie extraterrestri. Gli scienziati della UC di San Diego hanno prodotto con successo dei mattoni a partire dalle simulazioni di regolite marziano, mentre altri ricercatori stanno perseguendo l'utilizzo di sostanze biologiche — come microbi, ossa, funghi e urina — come potenziali leganti per i mattoni, oppure, lavorano a robot da costruzione per creare strutture stampate in 3D sulla Luna o su Marte.

C'è molto altro lavoro da svolgere prima che gli esseri umani possano riuscire a raccogliere le materie prime dei pianeti più vicini a noi per tirarci su dei simpatici condomini in stile rustico. Ma, nel frattempo, dei mattoni di polvere lunare cotti al sole e dei funghi come legante sembrano degli ottimi punti di partenza.